Espandi menu
cerca
Odio l'estate

Regia di Aldo Baglio, Giovanni Storti, Giacomo Poretti, Massimo Venier vedi scheda film

Recensioni

L'autore

YellowBastard

YellowBastard

Iscritto dal 28 luglio 2019 Vai al suo profilo
  • Seguaci 22
  • Post 1
  • Recensioni 137
  • Playlist 5
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Odio l'estate

di YellowBastard
7 stelle

Aldo, Giovanni e Giacomo tornano quelli di una volta (finalmente!) grazie a una commedia divertente, sincera, anche un pò commovente e con un inedito tono agrodolce. E forse non è un caso che questo sia coinciso con il ritorno di Massimo Venier alla regia.

 

Risultato immagini per odio l'estate film"

 

Decimo film del noto trio comico formato da Aldo (Baglio), Giovanni (Storti) e Giacomo (Poretti) dopo l’esordio al cinema nel 1997 con quello che è diventato ormai un cult come Tre uomini e una gamba (citato direttamente nella pellicola con un “omaggio” mostruoso) e con il ritorno, a questo punto graditissimo, dello storico regista di fiducia Massimo Venier quindici ani dopo Tu la conosci Claudia?, e autore anche della sceneggiatura insieme a Michele Pellegrini e Davide Lettieri.

 

L’ultimo film del trio, lanciati ormai tanti anni fa da Mai dire Gol!, è un pò come ritrovare vecchi amici che si credeva di aver perso di vista o, peggio ancora, che ormai facevi faticavi a riconoscere e che invece, sorprendentemente, ritrovano l’affiatamento di un tempo, più invecchiati ma con ancora qualcosa da dire, con la voglia di guardarsi indietro, forse con una certa nostalgia, ma anche con il coraggio di guardare dentro se stessi, affrontando i propri limiti e le proprie paure, attraverso una riflessione dolceamara sul tempo che passa, delle scelte e sui cambiamenti che la vita ti porta inevitabilmente a fare e con il rischio di dimenticarci di chi siamo e di perdere, quindi, parte di se stessi.

 

Un tema trattato forse anche in un senso autobiografico e/o critico verso le loro ultime scelte, ma che si rivela vincente soprattutto per merito di una sceneggiatura ben scritta, divertente ma mai effimera, e capace di non rinunciare mai alla coralità e di dare spazio a tutti i protagonisti del racconto, non soltanto al trio di protagonisti ma avvalendosi anche di tutti gli altri personaggi, mogli e figli, a partire proprio dai tre personaggi femminili interpretati con credibilità e carattere da bravissime attrici quali Lucia Mascino (la moglie di Giacomo), Maria Di Biase (moglie di Aldo) e Carlotta Natoli (moglie di Giovanni).

 

Risultato immagini per odio l'estate film"

 

Odio l’estate è infatti un film con non si adagia sul successo personale dei suoi tre protagonisti (come alcune pellicole del recente passato) ma che invece intende prendersi dei rischi, guardando anche indietro ma senza farsi affubolare dalla nostalgia ma, anzi, servendosi di quanto costruito in passato per costruirsi invece un futuro anche attraverso una presa di coscienza dei molti errori commessi, e decide di mettersi alla prova puntando sul fatto che perchè il trio funzioni sul serio al cinema devono essere soprattutto se stessi, non interpretare chissà quale personaggio, in quanto la loro comicità funziona davvero quando viene filtrata da un mondo sempre autentico e reale, aderente al nostro vivere, senza filtri per quello che in fondo è anche un grande atto di onestà da parte del Trio nei confronti del proprio pubblico.

 

Ed è soltanto dopo la visione del film che mi accorgo, anche con una certa sorpresa, che in fondo in fondo Aldo, Giovani e Giacomo un pò mi erano pure mancati. Chi l’avrebbe mai detto.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati