Trama

Samia, una giovane al primo importante impiego, arriva come consulente in una scuola della sua regione ritenuta da tutti "difficile". Qui, scopre i ricorrenti problemi di disciplina degli allievi, la realtà sociale del quartiere e le difficoltà, ma anche la vitalità e l'umorismo degli studenti e dei colleghi. La sua complicata situazione personale la avvicina sempre più a Yanis, studente insolente a cui vuole dare un futuro migliore.

Approfondimento

UNA VITA A SCUOLA: IN UNA SCUOLA "DIFFICILE"

Diretto e sceneggiato da Grand Corps Malade e Mehdi Idir, Una vita a scuola racconta un anno di vita all'interno di un liceo pubblico. La storia comincia quando Samia, fresca di studi, arriva dalla nativa Ardèche per seguire come consulente per l'orientamento gli studenti del liceo di Saint-Denis, considerato uno dei più difficili da gestire a causa della disciplina dei ragazzi, del background sociale della zona e delle interazioni, spesso troppo vitali e comiche, tra alunni e supervisori. Tra le persone da tenere d'occhio vi sono sicuramente Moussa, il "padrone" del quartiere, e Dylan, il custode. Samia si adatta presto al nuovo ambiente e fa del suo meglio canalizzando tutte le sue energie nel lavoro. La sua complicata situazione personale la avvicina inoltre a Yanis, un adolescente tanto vivace quando intelligente di cui percepisce più di ogni altro il potenziale. Sebbene Yanis celi le sue ambizioni dietro la sua insolenza, Samia investirà tutte le sue energie per salvarlo da un annunciato fallimento scolastico e per convincerlo a crearsi un futuro migliore.

Con la direzione della fotografia di Antoine Monod, le scenografie di Sylvie Olivé, i costumi di Claire Lacaze e le musiche originali di Angelo FoleyUna vita a scuola viene così presentato dai due registi: "Per quello che sarebbe diventato il nostro secondo film volevamo affrontare il tema della scuola ma senza idee preconcette. Abbiamo quindi scelto il liceo perché si è oramai fuori dalla scuola obbligatoria e perché è quello l'ambiente in cui ci si forma, ci si costruisce come persona e si vivono i primi amori. Si tratta di un periodo cruciale nella vita di ogni individuo e, dato che i nostri ricordi liceali erano fermi agli anni Novanta, abbiamo deciso di recarci nelle scuole per vedere da vicino com'era la vita scolastica di un adolescente del XXI secolo. Avevamo resoconti da parte di amici e familiari che lavorano nel campo dell'istruzione ma assistere alla quotidianità di un liceo ci ha permesso di notare come alcune cose che abbiamo vissuto noi nel 1994 si ripetessero, come se nella vita scolastica esistessero delle costanti da cui non si può prescindere".

"Per la nostra sceneggiatura - hanno proseguito i due - abbiamo usato sia ciò a cui abbiamo assistito direttamente sia gli aneddoti che ci venivano raccontati. Seguendo l'esperienza di un consulente di orientamento abbiamo poi deciso di inserire la figura di Samia nella nostra storia. Un consulente per l'orientamento si preoccupa di dieci problemi diversi al minuto, dal momento che si tratta di un professionista che è in costante contatto con i genitori, gli studenti, il personale amministrativo, gli insegnanti e tutti coloro che gravitano intorno all'universo scolastico. Abbiamo inoltre scoperto che si tratta di un mestiere dalla forte valenza sociale: a chi lo pratica, viene chiesto che cosa lo ha segnato nella vita per poter affrontare al meglio le situazioni private in cui versano gli studenti e le loro famiglie. Introducendo Samia, è stato inevitabile concentrarsi su Yanis, lo studente (con un padre in carcere) che prende sotto la sua ala protettiva".

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere Una vita a scuola sono Grand Corps Malade e Mehdi Idir, registi e sceneggiatori francesi. Sotto lo pseudonimo di Grand Corps Malade si nasconde il poeta e cantautore Fabien Marsaud. Nato nel 1977, Marsaud è cresciuto a Saint-Denis (quartiere in cui è ambientato il film) con una madre bibliotecaria e un… Vedi tutto

Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
2019
2019
scena
Foto
Uscito nelle sale italiane il 1 gennaio 1970
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito