Espandi menu
cerca
Arancia meccanica

Regia di Stanley Kubrick vedi scheda film

Recensioni

L'autore

fede993

fede993

Iscritto dal 25 maggio 2016 Vai al suo profilo
  • Seguaci -
  • Post -
  • Recensioni 107
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Arancia meccanica

di fede993
10 stelle

Se l'istinto prendesse il sopravvento sulla ragione, se ogni freno inibitorio venisse allentato, se scomparisse ogni morale-sembra dirci Kubrick-ecco cosa succederebbe. Un film illuminante, rivelatore, inquietante, geniale. Voto 10

Kubrick ha lasciato il segno con questo suo film. Coraggiosamente violento per l'epoca, ma ancora di una attualità bruciante, incarnata nello sguardo e nel modo di pensare folle ma tuttavia razionale del protagonista, uno splendido McDowell, che mai più purtroppo per lui avrà nella sua carriera un ruolo di questa profondità e spessore. Alex è il classico "figlio-incubo" di genitori benestanti, a suo modo quasi "innocentemente" violento e leader di una banda di teppisti dediti alle aggressioni, stupri, furti ed ogni genere di crimine e delitto. Il film è costruito in modo semplicemente geniale: la prima parte è una discesa nella violenza con la banda del protagonista che scorrazza in cerca di vittime nella notte, una vita domestica all'apparenza normale, per poi arrivare all'arresto e alla "parentesi" della prigione e della rieducazione "Ludovico". La seconda parte di film è praticamente identica alla prima, rivisitando gli stessi luoghi ma questa volta con l'ex-galeotto Alex come vittima dei soprusi, fino al bellissimo epilogo finale ed il sogno di una libertà ritrovata (scena finale). Le metafore sono tante e tali da non poter essere elencate, le musiche di Beethoven (come dice Alex, il grande "Ludovico Van") sapientemente inserite nel modo migliore e che aggiungono al film quel pizzico di ironia malsana degna del futuro "Full metal jacket", sempre di Kubrick. Un capolavoro di tutti i tempi del cinema, insomma, in cui non possiamo non trovare tematiche e problemi ancora presenti ai giorni nostri, come il bullismo e l'alienazione dei giovani dal mondo degli adulti, fino alla violenza ed l'esasperazione del sesso che mai come ai nostri tempi sono fonte di una società debole e senza futuro.

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati