Espandi menu
cerca
Bombshell - La voce dello scandalo

Regia di Jay Roach vedi scheda film

Recensioni

L'autore

alan smithee

alan smithee

Iscritto dal 6 maggio 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 274
  • Post 180
  • Recensioni 4434
  • Playlist 21
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Bombshell - La voce dello scandalo

di alan smithee
6 stelle

CINEMA OLTRECONFINE

Tre donne belle, intelligenti e determinate protese a far valere, anzi a riscattare il ruolo della donna nella maschilista ed intollerante società americana che ancor oggi le vede al centro di abusi di potere e di spregevoli ricatti a sfondo sessuale.

Poco prima dello scandalo Weinstein, nel 2016, la tenace giornalista della Fox News Megyn Kelly (Charlize Theron), si trova ad intervistare il futuro presidente Trump, e coglie l'occasione per sferrargli qualche arguta riflessione a proposito delle sue sprezzanti dichiarazioni nei confronti dell'altro sesso.

Parimenti una famosa conduttrice televisiva, Gretchen Carlson (Nicole Kidman), la paladina dei diritti femminili e la quintessenza del femminismo americano di oggi, viene di punto in bianco licenziata dal direttore della medesima Fox News in quanto personaggio scomodo ed ingombrante. Come reazione la donna si convince a far causa al suo ex capo, accusandolo degli abusi sessuali subiti in passato e tenuti nascosti per cavalcare l'onda di quel successo recentemente giunto ad un punto fermo.

Contemporaneamente la giovane, bellissima ed emergente giornalista Kayla Pospisill (Margot Robbie, inarrestabile ed onnipresente in questo biennio 21019-2020) si ritrova convocata di sorpresa presso l'ufficio del bieco e sprezzante boss della Fox, Roger Ailey (John Lithgow), che le offre un posto di rilievo nell'ambito della nuova ristrutturazione dei volti tv, non senza richiederle in cambio quella predisposizione a venire incontro ai capricci di natura vojeuristico-sessuale che da sempre influenzano più di ogni altro particolare le scelte dell'uomo.

Tutte e tre sapranno mettere da parte diffidenze, pudori e rivalità che da sempre caratterizzavano la carriera o le ispirazioni delle tre, per porre fine a questo bieco predominio a base di sopraffazione e violenza fisica e psicologica senza apparenti alternative.

Per la regia di un insolitamente maturo ed impegnato Jay Roach, noto sino ad oggi soprattutto per commedie leggere e/o demenziali come la saga di Ti presento i miei e Austin Power, Bombshell non si arrende di fronte alla necessità di far nomi veri e di coordinare, con un pertinente realismo ad effetto, la fiction cinematografica con raccordi da documenti filmati che ne verificano le fondamentali e sconcertanti verità di fondo, e si rende fautore di un film che, nonostante una certa prolissità di fondo, ha il merito di affondare in profondità e senza falsi pudori il suo sguardo sulla piaga di un mondo marcio nonostante si proclami emblema dell'occidentalità e, di conseguenza, paladino delle pari opportunità e della libera iniziativa tra cittadini uguali e con i medesimi diritti, ma vive di prepotenza arroccato sulle sue impenetrabili roccaforti pervase di bieco maschilismo e odiose prevaricazioni nei confronti della sfera femminile.

A rendere riuscita l'operazione, un cast di attrici straordinarie, oltre che bellissime, tra cu spicca su tutte una nuovamente irriconoscibile - ma stavolta pur sempre bellissima e non stravolta negativamente nei meravigliosi lineamenti come successo in Monster - Charlize Theron, quasi irriconoscibile in un make-up che la rende quasi un'altra persona.

Irresistibile, ironico, sprezzante, un po' sopra le righe ma giusto per sfiorare l'eccellenza, John Lithgow, mascherato e pure lui quasi irriconoscibile nel ruolo del mostruoso, irrefrenabile patron dell'usa e getta femminile boss della Fox Roger Ailey, giganteggia e quasi ruba la scena alle sue pur splendide tre contraltari femminili, in linea con la parossistica brama sessuale dell'abominevole, ripugnante personaggio che l'attore si prende carico di trasportare sullo schermo. 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati