Espandi menu
cerca
Charlie's Angels

Regia di Elizabeth Banks vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Marco Poggi

Marco Poggi

Iscritto dal 5 settembre 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 15
  • Post 6
  • Recensioni 1085
  • Playlist 114
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Charlie's Angels

di Marco Poggi
6 stelle

Elizabeth Banks dirige una nuova generazione di Charlie's Angels, ma fa cilecca.

Elizabeth Banks dirige una nuova generazione di Charlie's Angels, ma anziché resettare tutto, include la sua idea di "Agenzia Townsand" che ha lasciato l'investigazione tradizione per lo spionaggio mondiale e industriale (tanto che il film ricoda più il primo "MISSION: IMPOSSIBLE" del 1996, o un James Bond pre-Daniel Craig che un qualcosa che ricordi i vecchi Angeli), in quello che già si è visto fra  il 1976 e il 2011, inclusi i fantomatici due film diretti di McG del 2000 e 2003 che qualcuno rimpiange, ma fare tornare Cameron Diaz, Lucy Liu e Drew Barrymore era impodssibile, visto che oggi il trio avrebbe quasi 150 anni in tre e delle ultra-cinquantenni che fingono d'essere ancora delle adolescenti spericolate, non è come, quando ne avevano fra i venti e i trenta di anni, vent'anni fa. .Purtroppo, anche qui è da dimenticare la serie principale degli anni'70 (a parte il brevissimo cameo della decana Jaclyn Smith, alias Kelly Garrett a, fine film), anche se fra le cose liete, è da registrare il ritorno degli Angeli alle pistole (persino nascoste dentro ad abiti striminziti e nei reggicalze), anche perché il personaggio di Ella Balinska  prima era una spia. Le scene d'azione, poi, sono così frenetiche che non è necessario, come nel 2000 e 2003, copiare nuovamente il  kung fu rallentato  di  "MATRIX". La sorpresa, però, è la Sabina di Kirsten Stewart che tira fuori, una volta tanto, il suo lato più divertente, mentre Naomi Scott, fresca principessa Disney di "ALADDIN", si cala nei panni dell'angelo alle prime armi. Il film è guardabile.e non capisco perché in Italia  non sia stato proiettato in sala, come nei piani originali, Sarebbe stato meglio un insuccesso cinematografico del film, anche italiano, a novambre 2019,  anziché rimandarlo mesi, per il flop e a causa deo Covid-19 e ridursi a vedere questa pellicola in streming o in DVD, manco fosse un prodotto tv andato male. Se il nuovo ruolo di Charlie è intuibile, mi è piaciuta l'evoluzione di Bosley. Interessante il ruolo che interpretato da Elizabeth Banks, mentre Patrick Stewart, che di solito riresce sempre a brillare anche nei suoi ruoil meno riusciti, sembra un pesce fuor d'acqua..Sprecate le canzoni che vedono anche Ariana Grande fra le interpreti.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati