Espandi menu
cerca

Trama

Il signor Gurov, sposato senza troppo entusiasmo, conduce una vita grigia. Quando, durante una vacanza in Crimea, conosce una giovane signora, anch'essa in vacanza e sola, i due si innamorano follemente. Tornato a Mosca, Gurov non riesce a togliersi dalla mente la donna e raggiunge così il paesino di lei, deciso a portarla via. Le convenzioni sociali sono più forti dell'amore e lei lo fa ripartire con la promessa di vedersi, di tanto in tanto, in un albergo della capitale.

Note

Dall'omonimo racconto di Anton Cechov, un ritratto di grigia borghesia in un interno e in un esterno. Un film fatto di gesti, silenzi, attese, trepidazioni. Fotografato benissimo da Andrej Moskvin e Dmitri Mesiev e sceneggiato dallo stesso regista con un'attenzione meticolosa verso il rigore morale del testo teatrale di riferimento. Una delle migliori traduzioni di Cechov sullo schermo.

Commenti (2) vedi tutti

Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

vermeverde di vermeverde
8 stelle

Il film è la versione sullo schermo dell’omonimo bellissimo racconto di Anton Cechov pubblicato nel 1899 che mi ha sempre affascinato per il suo finale aperto, che obbliga il lettore a focalizzare non l’esito della vicenda, ma il nascere inatteso e lo svilupparsi dell’intenso sentimento che porta i protagonisti a prendere coscienza dei propri rapporti matrimoniali… leggi tutto

4 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

Brady di Brady
6 stelle

Interessante lo sviluppo psicologico dei protagonisti. Da mero interesse di conquista per lui e da impudente peccato per lei il tempo fa si che a poco a poco maturi un amore intenso. Da questo punto di vista un po' tristi e fredde le scene di non-dialogo della coppia, amore russo. Un po' troppo prolungata/ripetuta la fase di pentimento di lei... Altrettanto piacevole vedere e capire la vita del… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensioni
2020
2020

Recensione

vermeverde di vermeverde
8 stelle

Il film è la versione sullo schermo dell’omonimo bellissimo racconto di Anton Cechov pubblicato nel 1899 che mi ha sempre affascinato per il suo finale aperto, che obbliga il lettore a focalizzare non l’esito della vicenda, ma il nascere inatteso e lo svilupparsi dell’intenso sentimento che porta i protagonisti a prendere coscienza dei propri rapporti matrimoniali…

leggi tutto
Recensione
Utile per 12 utenti
2019
2019

L'Amore Folle

darkglobe di darkglobe

Definizione di Amore Folle: riempirsi dell’altro fino a non lasciare alcuno spazio per se stessi; la fusione totale, fisica e mentale, di due esseri umani; l’amore assoluto e proprio in quanto tale…

leggi tutto
2017
2017

Recensione

Brady di Brady
6 stelle

Interessante lo sviluppo psicologico dei protagonisti. Da mero interesse di conquista per lui e da impudente peccato per lei il tempo fa si che a poco a poco maturi un amore intenso. Da questo punto di vista un po' tristi e fredde le scene di non-dialogo della coppia, amore russo. Un po' troppo prolungata/ripetuta la fase di pentimento di lei... Altrettanto piacevole vedere e capire la vita del…

leggi tutto
Recensione
2016
2016
locandina
Foto
2013
2013

Recensione

Baliverna di Baliverna
8 stelle

E' un film lirico e introspettivo, che racconta di una passione intensa che nasce tra un uomo e una donna, tanto più intensa perché entrambi si sono sposati senz'amore. Lei racconta di essersi maritata a un uomo meschino per fuggire dalla monotonia; lui non lo dice, ma pare si sia sposato poco convinto, soprattutto perché lo voleva la moglie. Ma la verità presenta sempre il suo conto: i due…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
2011
2011

Recensione

emmepi8 di emmepi8
8 stelle

  Un film elegante, formalmente ineccepibile e dai contenuti appassionanti e sensibili, tratto da un racconto teatrale di Cechov non tradisce lo spirito e ne guadagna in tutto la realizzazione cinematografica. Attraverso i due protagonisti si fa un'analisi di una società che non necessariamente è legata al passato, i dialoghi scarseggiano, ma ci si affida alle situazione ed…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

chribio1 di chribio1
4 stelle

il film piu' che del '60 sembra come minimo di 30 anni prima,la visione e' pacata,lenta ma interpretata molto bene dagli attori principali,anche se la pellicola risulta abbastanza monotona e poco convincente.voto.5.

leggi tutto
Recensione
2010
2010
2007
2007
Trasmesso il 3 febbraio 2007 su Rai Movie
2005
2005

Recensione

sasso67 di sasso67
8 stelle

Il film è del 1960, ma sembra di un'altra epoca. Ed è comunque un buon film, nonostante che io non ami le trame e le atmosfere cecoviane. Proprio da un racconto di Cechov è tratto il soggetto di questa "Signora dal cagnolino" che, volendo banalizzare, è la vicenda di un'avventura extraconiugale nata nella stazione termale di Yalta, in Crimea, ambientata alla fine dell'Ottocento. Ma questo,…

leggi tutto
Recensione
1960
1960
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito