Espandi menu
cerca

The Lighthouse

Regia di Robert Eggers

Con Willem Dafoe, Robert Pattinson, Valeriia Karaman Vedi cast completo

Guardalo su
  • Tim Vision
  • Chili
  • Amazon Prime Video
  • Amazon Prime Video
In STREAMING

Trama

Sul finire dell'Ottocento, su una remota isola al largo della costa del New England, due guardiani del faro rimangono intrappolati e isolati a causa di una tempesta apparentemente senza fine. Finiscono così con l'ingaggiare una battaglia contro la propria volontà mentre aumentano le tensioni a causa delle forze eccessive e misteriose (reali o meno) che li circondano.

Approfondimento

THE LIGHTHOUSE: DUE UOMINI CONTRO

Diretto da Robert Eggers e sceneggiato dallo stesso con Max Eggers, The Lighthouse racconta di come, su una lontana isola al largo delle coste del New England sul finire dell'Ottocento, due guardiani del faro rimangano intrappolati a causa di una tempesta apparentemente infinita. La solitudine fa sì che tra i due si appellino alla loro forza di volontà mentre intorno a loro crescono tensioni e incombono forze misteriose (reali o meno).

Con la direzione della fotografia di Jarin Blaschke, le scenografie di Craig Lathrop, i costumi di Linda Muir e le musiche di Mark Korven, The Lighthouse è descritto dal regista come un "viaggio terrificante verso l'ignoto". Reduce del successo del primo film, The Witch (che, ambientato nelle campagne del XVII secolo, rimetteva in discussione l'archetipo delle streghe), Eggers ha voluto esplorare il mondo marittimo del XIX secolo attingendo in primo luogo dai classici della letteratura del genere, da Herman Melville a Robert Louis Stevenson) e in secondo luogo dai racconti del soprannaturale di autori come H.P. Lovecraft e Algernon Blackwood, provvedendo a creare un mix originale teso a esplorare gli impulsi più viscerali di due uomini duri che si ritrovano in un complesso gioco di dinamiche di potere. Da un punto di vista visivo ha invece trovato ispirazione nel lavoro del pittore Andrew Wyeth, un realista dei primi del Novecento solito dipingere paesaggi e gente delle campagne della Pennsylvania e del Maine.

Ha sottolineato Eggers: "Non può succedere niente di buono quando due uomini vengono lasciati da soli in un gigantesco fallo. Nonostante alcune scene di svolgano nel bagliore di un lume di candela, The Lighthouse - come suggerisce il titolo stesso - è inondato di luce. Anche nelle scene più oscure e cupe, c'è uno strano bagliore luminoso che proviene sia dalla narrazione sia dalla fotografia usata. La luce nella storia ha un grande potere e c'è una ragione ben precisa per cui i due guardiani ne sono entrambi attratti. Ho voluto però che la sua natura rimanesse misteriosa, enigmatica e persino spaventosa".

"L'idea di realizzare The Lighthouse risale a molto tempo fa", ha aggiunto il regista. "Faticavo a girare The Witch e ho chiesto allora a mio fratello Max di dedicarci a un progetto sulla carta più piccolo. Sapevo che aveva scritto una storia contemporanea sui fantasmi, ambientata in un faro. Ero però determinato a girare un film d'epoca e mi sono messo a far ricerche sui vecchi fari, imbattendomi presto in una tragedia occorsa nel 1801: due guardiani del faro, entrambi di nome Thomas, rimasero intrappolati nel loro faro durante una violenta tempesta. Il vecchio Thomas morì in un incidente spingendo verso la pazzia il più giovane, convinto che sarebbe stato incolpato e punito per la morte del collega. Scrissi allora una quindicina di pagine sul tema dell'identità e dell'ambiguità e ho subito deciso quale sarebbe stata l'atmosfera del film che ne avrei ricavato grazie all'uso del bianco e nero e della pellicola in 35 mm".

Il cast

A dirigere The Lighthouse è Robert Eggers, regista e sceneggiatore statunitense. Originario del New Hampshire, Eggers ha iniziato la sua carriera nel mondo del teatro di New York, dove ha curato e progettato diversi spettacoli sia classici sia sperimentali. Dopo anni di esperienza teatrale, in lui è maturato il… Vedi tutto

Commenti (10) vedi tutti

  • I due attori sono giganteschi....peccato che il regista abbia infarcito troppo il film di simbolismi e immagini fuorvianti.Comunque da vedere.

    commento di ezio
  • Lo spettatore non può che sentirsi prevaricato dallo sfibrante compiacimento con cui il regista Robert Eggers mette in scena questa sorta di Kammerspiel della ripugnanza gratuita.

    leggi la recensione completa di IlGranCinematografo
  • Purtroppo ho capito che il regista era lo stesso di quella porcata di The Witch quando avevo già iniziato a guardarlo. Osceno. Ritirati. Chi apprezza i suoi film ha problemi mentali. Voto 0

    commento di arcarsenal79
  • Un film al quale non si può non dare voto positivo per la straordinaria potenza delle immagini e la regia eccelsa. Narrativamente invece risulta frammentario, criptico ed a tratti persino noioso.

    commento di bombo1
  • Dopo l'esaltante The witch, Robert Eggers gira il suo secondo film. Osannato da critica e pubblico, The lighthouse soffre purtroppo di una lentezza di fondo data da una sceneggiatura poco efficace, che contrasta con una perfetta scenografia e una regia eccellente e in grado di conferire al film una dimensione universale, fuori tempo e spazio...

    leggi la recensione completa di undying
  • Che Nettuno ti strafulmini!

    leggi la recensione completa di mck
  • Nel faro di Rober Eggers succedono cose strane. La solitudine arma la mano dei cattivi pensieri e una tempesta senza fine allontana i guardiana dalla strada delle umane comprensioni. Il nero rimane l'unico colore distinguibile, e si è rubato l'anima a furia di insistere. Peccato che si dia spazio eccessivo alle compiaciute esplosioni di rabbia.

    commento di Peppe Comune
  • Due guardiani del faro, di cui uno pazzo e l'altro vittima della pazzia del primo. Insignificante, se non per il gusto della fotografia in B/N e per il solito piacere di vedere recitare Defoe.

    commento di leporello
  • con un formato video "quadrato" (1.19 : 1) e mix audio mono come fosse M di Fritz Lang, il film di Eggars è formalmente claustrofobico, mesmerizzante, pittorico e maledetto. la parte più matura e quella che precede i più scontati "deliri" conclusivi e inevitabili, ma è comunque un'opera affascinante che attinge ai diari dei guardiani del faro.

    commento di giovenosta
  • La potenza delle immagini rappresenta l'aspetto più sorprendente dell’opera di Eggers, che ricrea l'inconfondibile stile del cinema degli albori. Straordinaria la fotografia. Ottimi gli attori.

    leggi la recensione completa di port cros
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

mck di mck
8 stelle

    “the LightHouse”, ovvero: il prologo fine ottocento ad “Annihilation” (una considerazione andrebbe posta in essere anche verso "the Phantom Light" di Michael Powell del 1935 e "Sh! the Octopus" di William McGann del 1937): un primo tentativo d'invasione (non xenica, ma endemico-autofaga).     Robert Eggers si conferma grande… leggi tutto

11 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

undying di undying
6 stelle

    Fine XIX° Secolo. Ephraim Winslow (Logan Hawkes), raggiunge un'isola al largo della costa del New England, destinato a restare per trenta giorni come guardiano del faro, dietro supervisione dell'anziano Thomas Wake (Willem Dafoe). La permanenza tra i due si fa subito difficile, anche a causa della rigida direzione di Wake. Winslow inizia ad avere strane… leggi tutto

6 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

ilcausticocinefilo di ilcausticocinefilo
4 stelle

And here we go again, come direbbero in America. Ci risiamo. Eccoci ancora una volta a parlare di un film tanto incredibilmente incensato dalla critica quanto incredibilmente insulso; eccoci, per la seconda volta, a parlare di un’opera dell’ormai “aulico” Robert Eggers assurto dalla medesima critica di cui sopra a nuovo genio della cinematografia postmoderna, ovvero… leggi tutto

2 recensioni negative

2021
2021

Libri a(ni)mati - 44 (3/3) : “the Year's Best Science Fiction (35)” a cura di G.Dozois (2018) - Infiniti Universi, e bistecche, calamari, grossi non-ratti, scinchi, ulivi, vedute di Bisanzio e, insomma, Tutto (tranne il lavello della cucina).

mck di mck

Questa è l'ultima corposa antologia della serie YBSF curata da Gardner Dozois (1947-2018) e contiene i racconti a suo giudizio migliori pubblicati nel 2017. Per l’edizione italiana è stata suddivisa…

leggi tutto

50 anni di Bianco e Nero

BobtheHeat di BobtheHeat

Negli ultimi 50 anni c'è chi ha deciso di realizzare ancora film rigorosamente in bianco e nero.    Ma ha ancora senso?   Mero esercizio di stile?   Era necessario girarli così?…

leggi tutto
Playlist

Recensione

IlGranCinematografo di IlGranCinematografo
5 stelle

  Esattamente com'era in The Hateful Eight, in The Lighthouse abbiamo dei protagonisti costretti da circostanze naturali avverse a convivere assieme per molto tempo in un luogo asfittico (come richiede l'imperituro cliché della "drammaturgia dell'angustia"). Ed esattamente com'era per The Hateful Eight, anche qui lo spettatore non può che sentirsi…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
2020
2020

Recensione

Browning di Browning
4 stelle

Che delusione, ahimé! Dopo l'esordio folgorante di The VVitch e dopo le recensioni entusistiche seguite alla  presentazione in anteprima a Cannes lo scorso anno, mi aspettavo l'opera matura di un giovane regista capace di  portare nel cinema una ventata nuova. Ho trovato invece un film lento e presuntuoso, soprattutto minato da una sceneggiatura inadeguata. Nulla da salvare? Non…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

Raffaele92 di Raffaele92
6 stelle

Un cinema scomodo e difficile quello proposto da “The Lighthouse”. Una di quelle visioni che scardinano lo spettatore dalla comfort zone in cui tutto è cristallino, frontale e accessibile. La seconda fatica di Robert Eggers è infatti proprio l’opposto: ambiguo, deduttivo ed ermetico. Ma non deprecabile, insignificante o tedioso. Andiamo però oltre gli…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

Malpaso di Malpaso
8 stelle

Dopo The Witch, Robert Eggers torna a raccontare la mente umana e la sua degenerazione: se nella sua opera prima la follia era conseguenza della fame e di una religiosità malsana ed esasperata, in questo The Lighthouse la questione è più criptica. Ovviamente l'alcol e l'isolamento prolungato vanno ad inficiare la lucidità dei due protagonisti, interpretati…

leggi tutto
Recensione
Utile per 7 utenti

Recensione

alexio350 di alexio350
6 stelle

Dopo esperienze non proprio brillanti come boscaiolo, il giovane Ephraim (Robert Pattinson) decide di andare a fare il guardiano di un faro. Qui c’è già il vecchio custode Thomas (William Dafoe): un uomo burbero e scontroso che inizia a trattare da subito il nuovo venuto in maniera poco cortese. Presto i rapporti tra due si faranno bellicosi fino ad arrivare a una violenza…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti

Recensione

79DetectiveNoir di 79DetectiveNoir
8 stelle

  Ebbene, recensiamo The Lighthouse, opus n.2 di Robert Eggers dopo l’acclamatissimo The Witch. Se vogliamo essere più precisi, il suo secondo lungometraggio, dato che Eggers, prima di The Witch, diresse lo short movie Brothers. Cortometraggio della durata di 10’ del 2014 da cui era già possibile intravedere ed…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

undying di undying
6 stelle

    Fine XIX° Secolo. Ephraim Winslow (Logan Hawkes), raggiunge un'isola al largo della costa del New England, destinato a restare per trenta giorni come guardiano del faro, dietro supervisione dell'anziano Thomas Wake (Willem Dafoe). La permanenza tra i due si fa subito difficile, anche a causa della rigida direzione di Wake. Winslow inizia ad avere strane…

leggi tutto

Recensione

almodovariana di almodovariana
8 stelle

Un film visivamente potente , un bianco e nero magistrale che amplifica le emozioni. Il personaggio chiave è il vecchio interpretato da Willelm  Dafoe : viene subito in mente "Il vecchio e il mare" ma ben presto ci accorgiamo della natura ambigua dell'uomo, non è solo un vecchio lupo di mare claudicante, è un tiranno malvagio. E qui si spalancano le porte al dramma…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti

Recensione

GoonieAle di GoonieAle
7 stelle

Potentissimo bianco e nero ristretto in 4:3, per il secondo lungometraggio di Robert Eggers che conferma il suo talento e la sua grandezza dopo il bellissmo The Witch. L'idea di base è uno dei racconti di  Edgar Allan Poe - Il faro - per poi prendere altre strade ma il nero pece dello scrittore è permeato in tutta la pellicola. L'oscurità…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

bamba di bamba
10 stelle

Di fronte al film The lighthouse non puoi non pensare al grande pittore romantico Caspar David Friedrich, nel quale l'uomo di fronte alla natura più selvaggia e imprevedibile riconosce i propri limiti, ma nella sua arroganza e nel suo egoismo tenta comunque invano di sovrastarla. Attraverso un bianco e nero seppiato e una suggestiva fotografia (da oscar) che strizza l'occhio al cinema…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti

Recensione

kubritch di kubritch
9 stelle

E' la rappresentazione cinematografica dello scontro generazionale, in forma metafisica ed insieme espressionistica - i mostri dell'incoscio che emergono; il rapporto con le forze della natura. -, interpretato da una coppia di attori in stato di grazia. Un incubo apocalittico senza vie d'uscita. Se Robert Pattinson offre una prova di grande maturità. Willem Dafoe si conferma un mostro…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito