Espandi menu
cerca
I morti non muoiono

Regia di Jim Jarmusch vedi scheda film

Commenti brevi
  • Jim Jarmush arriva agli zombi dopo George Romero e tanti registi, fra cui il nostro Dario Argento. Il cast ha molti nomi celebri, ma è difficile trovare empatia con essi, perché riassumono stereotipi già abusati. Fra gli attori chiamati in causa forse si salva in corner l'androgina samurai di Tilda Swinton.

    leggi la recensione completa di Marco Poggi
  • Un altro tassello, di certo non fondamentale, che si aggiunge alla ricca, superba ed incisiva filmografia del maestro americano...

    leggi la recensione completa di DavideKingInk80
  • «Questa storia finisce male», ripete continuamente Adam Driver. Attraverso il suo personaggio, Jim Jarmusch sembra dirci: «Questo film è una merda, ma voi lo esalterete perché siete zombie del pensiero critico». Senza che sia necessario leggere il copione in anticipo.

    leggi la recensione completa di M Valdemar
  • Zombi come metafora della Terra in disfacimento sia fisico che morale! Grande Jim!

    commento di vjarkiv
  • Sulla scia di Romero, di cui il film è un omaggio affettuoso e sgangherato, Jim Jarmusch tenta la chiave della critica agli odierni Stati Uniti, ma ha il fiato corto per via di una sceneggiatura a tratti imbarazzante. Diverte solo l'imperturbabilità di Adam Driver e Bill Murray di fronte agli eventi, prima di diventare stucchevole.

    commento di ilbuonfabio
  • Commedia zombie incredibile, piena di satira politica e umorismo nerissimo. Un film che di sicuro si prende poco sul serio, ma che fa riflettere come poche altre commedie uscite negli ultimi anni.

    leggi la recensione completa di Leman
  • Tra ironia irresistibile ed innumerevoli citazioni, Jarmusch realizza un film metaforico e pessimista che valorizza il cinema di genere e che smuove la coscienza allo spettatore riguardo alla preoccupante situazione della società contemporanea. Nonostante a tratti sia troppo semplicistico, la pellicola si avvale di un buon cast. Voto 7,5.

    commento di rickdeckard