Espandi menu
cerca
Bad Boys for Life

Regia di Adil El Arbi, Bilall Fallah vedi scheda film

Recensioni

L'autore

YellowBastard

YellowBastard

Iscritto dal 28 luglio 2019 Vai al suo profilo
  • Seguaci 20
  • Post 1
  • Recensioni 128
  • Playlist 4
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Bad Boys for Life

di YellowBastard
6 stelle

Tornano dopo quasi vent’anni la coppia di poliziotti più baddest di Miami interpretati ancora una volta da Will Smith e Martin Lawrence e, a sorpresa, dimostrano di funzionare ancora molto bene. Il segreto? Hanno tenuto conto intelligentemente (furbescamente?) degli anni passati dall’ultimo capitolo.

 

Risultato immagini per BAD BOYS FOR LIVE

 

Se Michael Bay si è chiamato fuori (ma compare comunque brevemente in un cameo) alla produzione rimane invece confermatissimo Jerry Bruckheimer, da sempre producer della saga e considerato l’inventore, proprio col sodale Michael Bay, di un certo cinema muscolare ed esagerato, secondo molti inaugurato dalla coppia proprio nel 1995 con il primo Bad Boys, e il film dimostra un’evidente continuità estetica con i precedenti capitoli, resuscitando di conseguenza il buddy action degli anni’90 e i suoi relativi meccanismi, ma grazie alla nuova coppia di registi belgi Adil El Arbi & Bilall Fallah attualizzandone il ruolo narrativo, seppur rimanendo in un contesto abbastanza stereotipato, ed addentrandosi in una dimensione in cui l’azione non è l’unico elemento di interesse e nel quale il film si esaurisce, sostituendosi in pratica ai protagonisti che invece, in questo caso, subiscono un approfondimento psicologico necessario ma comunque coerente con quanto raccontato precedentemente, investendo in una dimensione meno esagerata e quasi più classica, affrancandosi quindi dai parossismi di un qualsiasi F&F, franchise che poi non è altro che l’evoluzione attuale proprio di quel tipo di cinema.

 

Risultato immagini per BAD BOYS FOR LIVE

 

Quindi il film si rivela sempre più simile ad Arma Letale e subisce, questo sì, un “aggiornamento” alla Fast & Furios sul concetto di famiglia (che comunque era già piuttosto importante nella saga di Donner, Gibson & Glover) costantemente onnipresente in varie inclinazioni all’interno della narrazione e che coinvolge direttamente anche gli stessi cattivi, madre e figlio in cerca di vendetta con un profondo legame con uno dei protagonisti, e che sembrano usciti direttamente da Gomorra.

Inevitabilmente tutto questo porta al centro dlla pellicola soprattutto la dinamica tra i due protagonisti e la "bromance" che fin dal primo capitolo domina il loro rapporto e condido da un humour sempre impeccabile per quanto con abbondanti dosi di turpiloquio, e se è vero che il principale protagonista sia sempre Will Smith è anche sempre più evidente che il cuore della saga è invece Martin Lawrence.

 

Per concludere, se Bad Boys 3 funzione benissimo soprattutto come commedia (grazie soprattutto alla coppia Smith/Lawrence) ed è ottimo dall lato dell’azione è invece sul versante drammatico che, sia nella modalità che nel contenuto, si rivela invece, specie nel finale, piuttosto anonimo, che sa di già visto ed eccessivamente semplicistico, per finalità e partecipazione.

 

Risultato immagini per BAD BOYS FOR LIVE

 

VOTO: 6,5

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati