Espandi menu
cerca
The Turning - La casa del male

Regia di Floria Sigismondi vedi scheda film

Recensioni

L'autore

undying

undying

Iscritto dal 10 giugno 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 55
  • Post 32
  • Recensioni 1379
  • Playlist 35
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su The Turning - La casa del male

di undying
4 stelle

Un progetto voluto da Spielberg che si dilunga (produttivamente) sin dal 2016. Dopo un cambio di titolo e sostituzione di regista, finisce tra le mani di Floria Sigismondi, eccentrica fotografa e autrice di videoclip musicali dal sapore satanico (Marilyn Manson).

 

locandina

The Turning (2020): locandina

 

1995. Incaricata di prendersi cura di Miles e Flora, due bambini orfani, Kate (Mackenzie Davis) raggiunge la tenuta Fairchild Estate, accolta dall'anziana governante Grose (Barbara Marten). I due bambini sono problematici: Miles viene addirittura espulso dal collegio, perchè ha aggredito un compagno. Da quel momento Kate, oltreché essere al centro di scherzi feroci da parte dei due piccoli, finisce vittima di visioni apparentemente inesplicabili: crede, ad esempio, di vedere Jessel e Quint (la precedente tutor e l'addestratore di cavalli), entrambi deceduti da poco tempo.

 

"Nessuno saprà mai se i bambini sono dei mostri, o mostri sono dei bambini." (Henry James, didascalia sui titoli di coda in Quella villa accanto al cimitero)

 

Mackenzie Davis

The Turning (2020): Mackenzie Davis

 

Un progetto che si porta avanti per lungo tempo, fin dal 2016, voluto fortemente da Steven Spielberg in quel periodo deciso a tornare -in ruolo di produttore- ad affrontare il genere horror. Dopo una prima fase, nella quale era destinato ad essere diretto da Juan Carlos Fresnadillo (con il titolo di Haunted) il film passa alla regia della Sigismondi, mutando nome in The turning. Tra febbraio e aprile del 2018 viene girato nella tenuta di Killruddery House (County Wicklow, Irlanda). Questa, in breve sintesi, l'origine travagliata del progetto. Progetto non di poco conto, essendo stato realizzato con un budget di circa 14.000.000 di dollari. 

Alla base della sceneggiatura sta Henry James e il suo The turn of the screw (noto in Italia come Giro di vite) ma i fratelli Hayes (Chad e Carey), autori della sceneggiatura, riescono a sconvolgere il testo originale rendendolo privo di ritmo e per nulla coinvolgente, arrivando a impostare un finale piuttosto incerto e discutibile. Il dubbio su cui puntano i due autori è quello percettivo: lo spettatore sa che la madre di Kate è rinchiusa in un ospedale psichiatrico, e che la malattia mentale può essere ereditata. Le spettrali visioni della protagonista sono dunque reali, o frutto immaginario di Kate?

Mackenzie Davis nel ruolo di Kate è bravissima e, in genere, tutti i personaggi sono indovinati: dall'anziana governante (Barbara Marten) ai due inquietanti bambini (Finn Wolfhard in particolare, dal look davvero atipico). Anche la regia, di indubbia qualità, si distingue sapendo valorizzare un set molto curato e con scenografie visivamente incantevoli.

Eppure, The turning delude. Delude principalmente l'appassionato di horror, quindi lo spettatore occasionale, probabilmente confuso da una trama e uno sviluppo poco plausibile e molto contorto.

 

Mackenzie Davis, Brooklynn Prince

The Turning (2020): Mackenzie Davis, Brooklynn Prince

 

Floria Sigismondi (classe 1965, nata in Abruzzo ma naturalizzata canadese), moglie di Lillian Berlin (cantante della band Living things), ha un trascorso molto interessante: fotografa (con mostre itineranti delle sue opere, delle quali una tenuta anche a Brescia), e autrice di videoclip musicali che lei stessa definisce "inferi entropici abitati da anime torturate ed esseri onnipotenti", interpretati in buona parte da Marilyn Manson.

Qui alla seconda regia dopo Runaways (2010), cade nella trappola di un film affossato da una sceneggiatura infelice, in grado di sminuire l'ottimo lavoro, manifestato dall'intero cast artistico. 

Rilasciato in mezzo mondo (tranne che in Italia, dove uscirà in sala il 4 giugno 2020) è già riuscito,  pienamente, a coprire le spese del budget. Quindi, nonostante sia stato molto male accolto dal pubblico (media imdb: 3,7 su 10), in una contorta logica di premiazione ingiustificata, con il passare del tempo riuscirà ad incassare una discreta cifra. Misteri del cinema… anche e soprattutto horror.

 

Brooklynn Prince, Finn Wolfhard

The Turning (2020): Brooklynn Prince, Finn Wolfhard

 

"I giochi dei bambini non sono giochi, e bisogna considerarli come le loro azioni più serie." (Michel De Montaigne)

 

 

F.P. 14/02/2020 - Versione visionata in lingua inglese

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati