Espandi menu
cerca
Sonic - Il film

Regia di Jeff Fowler vedi scheda film

Recensioni

L'autore

obyone

obyone

Iscritto dal 15 dicembre 2003 Vai al suo profilo
  • Seguaci 55
  • Post 1
  • Recensioni 199
  • Playlist 10
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Sonic - Il film

di obyone
5 stelle

scena

Sonic - Il film (2020): scena

 

Ebbene sì, i bambini si sono divertiti ad ammirare le eroiche imprese di questi grandi occhioni, verdi e languidi, incastonati in una tuta di pelo blu elettrico da corridore spaziale. Sonic, il riccio, proveniva da un altro pianeta dal quale era scappato a causa dei poteri inconsueti che madre natura gli aveva assegnato. Per evitare la cattura un gufo saggio e affettuoso, che l'aveva adottato facendogli da madre, gli aveva dato in dono dei magici anelli che gli avrebbero consentito di passare da un universo all'altro. Sonic era, dunque, finito sulla Terra, dove aveva adattato una caverna a proprio quartier generale tra le maestose foreste del Nord America. Ma si era tenuto abbastanza vicino alla civiltà da assimilarne bisogni e consuetudini nella speranza di avvicinarsi all'uomo e allontanare un profondo disagio esistenziale. Fu la solitudine a causare un incidente dagli effetti così ampi da insospettire l'esercito e costringere il buffo porcospino, dai tratti antropomorfi, ad adottare nuove strategie di sopravvivenza per non essere catturato e diventare una cavia da laboratorio. La velocità formidabile e la struttura energetica dei suoi aculei avrebbero ingolosito chiunque fosse stato abbastanza cinico da produrre tecnologie di dubbia moralità come l'ingegnoso dottor Robotics a cui i militari si erano rivolti per risolvere il mistero del black out energetico.

 

Tika Sumpter, James Marsden

Sonic - Il film (2020): Tika Sumpter, James Marsden

 

Jeff Fowler, regista all'esordio sulla lunga distanza, ha confezionato un film che ha echi molto lontani. Siamo dalle parti di uno scanzonato action movie anni '80 con poche pretese, se non quelle di divertire senza pensieri, anche se il videogame fu creato nei primi 90 ed uscì nel giugno del 1991 negli Stati Uniti, grazie alla giapponese Sega che voleva arginare lo strapotere di Mario Bros, figlio e simbolo degli anni di Reagan. L'allegra e palesemente finta scazzottata ricorda i polizieschi di Bud Spencer e Terence Hill mentre la fuga con l'alieno rammenta gli sci-fi del periodo, da E.T. a Starman. Infine, immancabile, il diabolico villain, interpretato da Jim Carrey, che sfodera per l'occasione il baffo all'insù, terribile quanto lo spietato giudice Morton nemico di Roger Rabbit, senza scrupoli e senza cuore ma con un quoziente intellettivo superiore, dà il via alla tenzone e all'avventurosa successione dei fatti con l'obiettivo di trasformare il povero Sonic in energia da applicare alle macchine.

 

James Marsden

Sonic - Il film (2020): James Marsden

 

Il film è piaciuto ai bimbi, dicevo. E ai papà? Non a tutti a giudicare dalle facce sofferenti. Immagino abbia lasciato interdetti i nostalgici che facevano rotolare Sonic nella propria consolle da ragazzini; a chi, come me, non ha passato la fanciullezza sui videogiochi il film, se non altro, non era ammantato di un alone di attese e pretese. Ennesimo revival dei materialistici anni pre-crisi, spaziando tra tutti i generi possibili, "Sonic" ha brillato della spontaneità del riccio con le sneakers, e di qualche scena d'azione che ha tenuto incollati, finalmente, i pupi alle sedie, nel più stimolante secondo tempo. Aver potuto gestire una consolle sarebbe stato fichissimo. Avrei cliccato sul tasto forward ogni qualvolta appariva in scena il malvagio dottor Robotics, tanto intelligente da sembrare stupido, con un corredo di smorfiette e movenze fastidiose, che solo un Jim Carrey perennemente sopra le righe poteva portare in dote. Gli elementi distintivi di una recitazione studiata a tavolino ai tempi di "the Mask" e di "Ace Ventura", tempi misurabili in un quarto di secolo, appaiono a memoria di una maschera verde che ancora deturpa il talento dell'attore per assecondare logiche commerciali.

 

Jim Carrey

Sonic - Il film (2020): Jim Carrey

 

Il film di Fowler racconta l'amicizia e il desiderio di casa e famiglia, non senza ironia e divertimento ma sbatte sul muso dello spettatore un messaggio quanto meno equivoco nel rappresentare un'intelligenza malvagia e corrotta e una normale mediocrità intellettiva fatta di poliziotti bellocci, bikers cerebrolesi, agenti dementi e cultura non pervenuta. La felicità è una partita di baseball, un fisico attraente, i pop-corn davanti alla Tv. Lo studio, la preparazione, la cultura sono cose rinunciabili per non rischiare la patologia del "nerd". Ignorante è bello! Americanissimo fino al midollo della superficialità. Dopo i titoli di coda un roteare di code preannuncia l'arrivo, a breve, del secondo capito della Sega, oh pardon!, della saga. Papà avvertiti.

 

scena

Sonic - Il film (2020): scena

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati