Espandi menu
cerca
Men in Black International

Regia di F. Gary Gray vedi scheda film

Recensioni

L'autore

CineMagic23

CineMagic23

Iscritto dal 28 agosto 2014 Vai al suo profilo
  • Seguaci 3
  • Post 2
  • Recensioni 37
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Men in Black International

di CineMagic23
4 stelle

Tornano gli agenti vestiti di nero in Men in Black: International

locandina

Men in Black International (2019): locandina

 

 

Men in Black: International è lo spin-off della saga nata nel 1997, dopo tre film dedicati alle avventure dell’agente K e dell’agente J,, interpretati da Tommy Lee Jones e Will Smith;  in questo nuovo capitolo ci spostiamo su un altro personaggio: la giovane agente M(Tessa Thompson).
 Molly, il vero nome dell’agente M, era solo una bambina quando vide per la prima volta due agenti dei MIB, riuscendo ad evitare la cancellazione dei ricordi crebbe con l’unico desiderio di entrare nella loro agenzia.

Dopo 23 anni, vari tentativi e molta determinazione riesce a rintracciare il quartiere generale di New York e dopo aver convinto l’agente O  viene mandata per un periodo di prova nella sede londinese.

Qui incontrerà Hight T(Liam Neeson), capo della sede della capitale inglese e verrà assegnata come partner al fascinoso e ribelle agente H(Chris Hemsworth) per seguirlo in una delicata missione.

 

Men in Black: International, uno spin-off al di sotto delle aspettative.

 

Il progetto di partenza del film Men in Black: International aveva un ottimo potenziale.
La saga ha tutte le carte in regola per poter essere ampliata, con nuove storie da raccontare e nuovi agenti da presentare al pubblico. Purtroppo però la trama che si sviluppa nel film è abbastanza dimenticabile, alquanto prevedibile e non così incisiva per rilanciare il franchise. Efficace l’inserimento di riferimenti dei film precedenti per dare continuità alla storia, ma che comunque traballa ed incespica in vari momenti.

 Il ritmo del film poteva essere migliorato cercando di equilibrare maggiormente azione e commedia.

Funziona l’alchimia tra gli attori e risulta vincente il duo di Chris Hemsworth e Tessa Thompson che avevano già lavorato insieme in Thor:Ragnarok e i due sostituiscono egregiamente la coppia precedente.  Invece la caratterizzazione dei personaggi non sempre risulta ottimale, talvolta persino poco approfondita e scade in qualche scena con risvolti di comicità abbastanza puerile.

Vecchi e nuovi volti si presentano in questo capitolo: a fare da collegamento l’agente O interpretata da Emma Thomson, invece Rebecca Ferguson veste i panni di Riza, un personaggio che arriva dal passato dell’agente H. Molto interessante la realizzazione visiva dei Gemelli, antagonisti principali degli agenti H e M.

 

In conclusione

 

Il film Men in Black: International anche se intrattiene e diverte risulta essere una scommessa mancata. Uno spin-off con un’ottima eredità alle spalle che non è riuscito a sfruttare in totalità.

 

(Recensione scritta per il sito widemovie.it)

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati