Espandi menu
cerca
Blinded by the Light - Travolto dalla musica

Regia di Gurinder Chadha vedi scheda film

Recensioni

L'autore

CineMagic23

CineMagic23

Iscritto dal 28 agosto 2014 Vai al suo profilo
  • Seguaci 3
  • Post 2
  • Recensioni 39
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Blinded by the Light - Travolto dalla musica

di CineMagic23
6 stelle

Blinded by the light - Il nuovo film della regista di “Sognando Beckham”

 

 

 

 

locandina

Blinded by the Light - Travolto dalla musica (2019): locandina

 

 

 

Nel 1987 durante il periodo più buio dell’era Thatcheriana, il teenager Javed(Viveik Kalra) vuole fare lo scrittore. Cerca in tutti i modi di vivere la propria vita tra le costrizioni della famiglia di origine Pakistana ed un padre che gli ha già tracciato un futuro da percorrere. Troverà la propria voce e il coraggio di cambiare le cose attraverso le canzoni di Bruce Springsteen.

 

Blinded by the Light – Potere alla musica

 

Il film scritto e diretto da Gurinder Chadha è ispirato alla storia del giornalista Sarfraz Manzoor e del suo libro Greetings from Bury Park: Race, Religion and Rock N’ Roll.

 

Blinded by the light è una pellicola in stile british, tra commedia e drammatico la storia affronta tematiche care alla regista e che erano già state utilizzate in alcuni suoi lavori precedenti.

 

Ritroviamo infatti un protagonista in lotta con la famiglia, dove i dettami della religione che seguono gli stanno stretti. Il suo percorso di maturazione sarà oltremodo ostacolato dal periodo in cui affronta l’adolescenza, dove le problematiche sociopolitiche dell’era Thatcher avevano messo a dura prova le famiglie, soprattutto nelle zone suburbane del Regno Unito, fino ad arrivare agli attacchi razziali ai danni degli stranieri.

 

Nel film il ritmo si alterna, a seconda delle situazioni che vengono affrontate, con una narrazione sempre fluida e pulita. Funzionano soprattutto i momenti musicali con le scritte delle canzoni di Springsteen sovrimpresse sullo schermo. Tra i tanti riferimenti cult di quel periodo spicca il balletto tratto dall’iconica l pellicola The Breakfast Club.

 

Provocatorio come era stato Billy Elliot per la danza, Blinded by the light lo è per la musica. Se nel ballo il piccolo Billy aveva trovato una via d’uscita, qui il giovane Javed la scopre nei testi delle canzoni di Bruce Springsteen, dove oltre a trovare una voce amica che lo capisce, trova la speranza e la forza per continuare a lottare.

 

In conclusione

 

Blinded by the light è un film godibile, emozionante ed emozionale. Una sorta di affascinante e romantica parabola del Rock’n’roll che affronta con la scoppiettante musica degli anni 80 dei temi sempre attuali. Dove i personaggi ritrovano sé stessi attraverso i testi immortali di Bruce Springsteen.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati