Espandi menu
cerca
The Triple Conjurer and the Living Head

Regia di Georges Méliès vedi scheda film

Recensioni

L'autore

undying

undying

Iscritto dal 10 giugno 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 90
  • Post 34
  • Recensioni 2552
  • Playlist 51
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su The Triple Conjurer and the Living Head

di undying
6 stelle

Illusionismo e magia: dallo sdoppiamento del proprio corpo, all'apparizione di una donna, inizialmente presente con la sola testa. Magia in odore di zolfo, con l'inatteso arrivo di Mefistofele...

 

Dopo essersi sdoppiato, un uomo (Georges Méliès) inizia a dialogare con il suo doppio. Quindi fa apparire una testa di donna e, successivamente, anche il corpo. Fiero della magia, non si accorge di avere alle spalle, allo scoccare della mezzanotte, Mefistofele...

 

L'illusione come intrattenimento per Melies è un tema essenziale. Al pari della testa intesa come sezione anatomica autosufficiente, spesso chiamata ad apparire cioè priva di corpo. Qui il regista si sdoppia, arrivando infine a proporsi anche nelle vesti di Mefistofele, come a sottendere che la magia odora di zolfo.

 

Opera cinematografica di pubblico dominio

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati