Espandi menu
cerca
Il Re Leone

Regia di Jon Favreau vedi scheda film

Recensioni

L'autore

YellowBastard

YellowBastard

Iscritto dal 28 luglio 2019 Vai al suo profilo
  • Seguaci 7
  • Post -
  • Recensioni 21
  • Playlist 2
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Il Re Leone

di YellowBastard
6 stelle

La Disney non perde un colpo e sforna l'ennesima pellicola miliardaria di questo ricchissimo 2019. E manca ancora Star Wars!!

 

Risultati immagini per il re leone

 

Ennesimo successo miliardario, questa volta anche piuttosto scontato (non tanto per i successi delle produzioni in live action dei Classici del passato che lo hanno preceduto ma anche, e soprattutto, per la stessa nomea di culto generazionale del cartone di cui il film è la riedizione), della favolosa quanto vituperata Disney (dipende poi a chi chiedi), questa nuova edizione del Re Leone ha la particolare caratteristica, almeno a mio modesto avviso, di avere nel suo maggior elemento di spicco, di originalità e, quindi, anche di successo anche il suo elemento di maggior errore o, almeno, di problematica, narrativa ma non solo, ovvero in un fotorealismo praticamento perfetto, un ulteriore balzo in avanti tecnologico grazie alla sorprendente commistione tra immagini reali e riprese dal vivo con immagini realizzate completamente in CGI (anche grazie all'ottimo lavoro della fotografia e delle luci) che però finiscono di legarsi malamente o con estrema fatica alla natura favolistica, e quindi per sua stessa natura irrealistica, del racconto stesso.

 

Cerco di spiegarmi meglio.

In quanto cartone il Re Leone originale poteva permettersi di alterare attraverso il disegno il mondo reale così da ritrasformarlo, adattandolo ai propri bisogni, e consentendogli di rendere comunque credibile una fauna locale che non soltanto presentava animali che parlavano ma che addirittura cantavano, senza che questo però stonasse con quanto mostrato sullo schermo in quanto comunque una rielaborazione "artistica" del mondo reale, dando rilevanza quindi soprattutto all'aspetto favolistico del racconto.

Puntando invece in questa occassione su un realismo esasperato, per quanto eccezionale e tecnicamente ineccepibile, non ha permesso di fare altrettando e l'estremismo documentaristico, la fedelissima riproposizione di animali e della flora circostante, finisce per creare al contrario un cortocircuito, visivo e dialettico, tra quello che vediamo e quello che percepiamo come reale.

Un esempio in tal senso sono proprio i protagonisti, estremamente realistici, ma proprio in quanto tali anatomicamente impossibilitati, volenti o meno, a "parlare" o almeno a rendere credibile per un pubblico questa cosa, e per quanto il film si sforzi di nasconderlo, per regia, illuminazione e/o con qualsiasi altro elemento che possa aiutare a falsificare il problema, questa impossibilità traspare purtroppo in fin troppe occasioni, creando un conflitto, anche piuttosto fastidioso, tra gli elementi realistici, soprattutto visivi, e quelli favolistici del racconto.

 

Si potrebbe obiettare che già in passato si era fatto qualcosa del genere con lo stesso Jon Favreau ne Il libro della Giungla, ma in quel caso si era preferito conservarne l'aspetto favolistico proprio per non incorrere in questo tipo di problema.

Baloo si è cercato di renderlo il più realistico possibile ma è evidente che non è un VERO orso, volutamente non lo è. Lo stessa per Re Luigi o per Kaa. Lo stesso Bagheera è stato spesso criticato per essere stato reso troppo "umano" ma questo era per permettergli di "recitare", ovvero di rendere credibile, all'interno del racconto, il fatto che potesse parlare. E lo stesso è stato fatto per tutti gli altri. Per quanto più realistiche si tratta sempre di rappresentazioni fantastiche di aspetti della realtà.

In questa occasione invece si è puntato a fare esattamente il contrario, di esasperarne l'aspetto realistico, senza però risolvere affatto il problema, anzi rendendolo ancora più evidente.

Problema questo che una volta scelta la via dell'iper-realismo ad ogni costo, però, non era proprio più possibile risolvere, se non alterando completamente la natura del racconto stesso, e tradendo quindi la pellicola originale, cosa però che non era loro intenzione di fare.

 

Risultati immagini per il re leone

 

Alla fine di tutto, quindi, il Re Leone si rivela per quello che è, ovvero un riproduzione fedele, anche troppo, del cartone originale e almeno in questo concordo con molti riguardo all'inutilità di una tale produzione se non, appunto, quella di riproporre ai più giovani (e quindi questo già mi esclude) la stessa identica storia (o quasi) ma attraverso un'estetica più incline alle loro aspettative e/o alle loro abitudini.

E mi riferisco, soprattutto, ad un immaginario visivo derivato soprattutto dai videogioci, ad esempio, e che ormai sta sempre più prendendo piede anche nel cinema, proprio per venire incontro alle attenzioni dei più giovani, ovvero di coloro che, volenti o nolenti, dovranno supportare il cinema nei prossimi anni.

Perchè puo piacere o non piacere ma questo è quanto. Per non morire, per sopravvivere, tutto cambia e si evolve, anche il cinema. Anche in direzioni inaspettate o di cui discordiamo, per carità, ma è qualcosa più grande di noi. Parafrasando il grande Humphrey Bogart: "E' il cinema, bellezza! E tu non puoi farci niente. Niente".

 

N.p. Tornando a quanto ho accennato prima, se davvero dovevano percorrere la via del realismo ad ogni costo, a mio avviso l'unica opzione che avevano per far funzionare il tutto era essere coerenti fino in fondo e tradire la natura stessa del racconto originale. Ovvero niente dialoghi e canzoni e un racconto minimalista, naturalista, aiutati anche dal fatto di un storia non soltanto conosciuta ai più ma anche estremamente semplice e quindi facilmente riproponibile attraverso le immagini, gli sguardi degli animali o i rumori della natura. Complicato, forse, ma di certo non impossibile.

Una scelta coraggiosa, difficile e di non facile consumo, probabilmente, ma per me l'unico modo per rendere davvero giustizia alle intenzioni iniziali.  

 

Risultati immagini per il re leone

 

VOTO: 6

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati