Espandi menu
cerca
Il Re Leone

Regia di Jon Favreau vedi scheda film

Commenti brevi
  • Remake che deve esser visto con gli occhi di un bambino, come è successo con l'inarrivabile film del 1994.

    leggi la recensione completa di emil
  • Operazione in stile Il libro della giungla di uno dei classici Disney degli anni '90 che hanno incassato di più. Peccato che non basti affidare proprio a Favreau questa versione de Il re leone che, rispetto a quella del '94, riserva poche sorprese, a parte la leader delle iene che incute davvero paura e un brutto doppiaggio italiano.

    leggi la recensione completa di Marco Poggi
  • Riuscito remake di un classico Disney con l'utilizzo della Computer Grafica foto-realistica. Avventura, pathos ed una buona dose d'ironia per una pellicola che si posiziona a metà strada tra un documentario naturalistico ed un thriller animalista.

    leggi la recensione completa di Giorpost
  • Il peggiore tra tutti i live-action Disney. Un film che non ha senso di esistere se non per ragioni esclusivamente monetarie. E come se non bastasse, è pure molto brutto.

    leggi la recensione completa di Leman
  • Un buon film, anche se lontano dal capolavoro degli anni '90. Un'operazione nostalgia per chi ha dai 25 ai 40 anni, mentre è una possibile via per riscoprire queste grandi storie se consideriamo i bambini di oggi. Migliore rispetto ad altri remake Disney, anche se non possiamo parlare di "live-action" in senso stretto. Più che sufficiente.

    leggi la recensione completa di DoctorCinema
  • La Disney non perde un colpo e sforna l'ennesima pellicola miliardaria di questo ricchissimo 2019. E manca ancora Star Wars!!

    leggi la recensione completa di YellowBastard
  • Hakuna Matata Come potrebbe essere l'infanzia, cresciuti come orfani ed esiliati, da un suricato e un facocero? Di sicuro non priva di traumi e certamente riuscendo ad imparare alla svelta come il cerchio della vita sia qualcosa da cui non si può prescindere. Vita, morte, rinascita sono parte del gioco e Simba, il leoncino protagonista, con la for

    leggi la recensione completa di gaiart