Trama

Cosmo Vitelli, fondatore, direttore e, conseguentemente, padrone del "Crazy Horse West", è felice perché ha finito di pagare l'ultima rata agli strozzini che gli hanno prestato il denaro per realizzare il suo sogno. Accompagnato da tre delle sue ragazze si reca in una casa da gioco dove, nel corso di una sfortunata partita, perde 23 mila dollari. L'uomo è convinto di riuscire a pagare il debito con gli introiti del locale. Ma Cosmo non sa di essere finito nelle mani di una banda capeggiata dal boss John...

Note

Sulla base di una storia poliziesca Cassavetes gioca a destrutturare il cinema con rallentamenti d'immagine, sgranature e riprese a mano nel più puro stile "informale".

Commenti (6) vedi tutti

  • Gli stilemi del thriller e del noir vengono deformati in modo antispettacolare e anarcoide dal grande Cassavetes. Sembra cinema allo stato grezzo, in realtà è cinema allo stato puro. Lo sguardo magnetico di Ben Gazzara è impagabile. Voto: 8 d'essai

    commento di ProfessorAbronsius
  • Cassavetes rallenta il ritmo del noir con impavida noncuranza. Gli ingredienti ci sono tutti : locale con spogliarelliste, sale da gioco fumanti, debiti di gioco e cattivi che ambiscono ad allargare il giro. Ma si aggiungano poi le inquadrature sgranate e la macchina a spalla. Per uno stile che ha fatto tanta scuola e nessun erede riconosciuto.

    commento di Peppe Comune
  • Gazzara è il ‘one-man show’ del film, dal viso talmente espressivo che con la sola mimica fa capire tutto (fu definito dalla critica il nuovo Bogart), padrone di uno squallido Crazy Horse dei poveri con ballerine da quattro soldi, frequentato da vecchi ma pericolosi mafiosi. Antieroe a suo modo onesto perché non accetta compromessi.

    commento di marco bi
  • per me questo film ha solo un solo pregio l'interpretazione di ben gazzara, per il resto lasciamo perdere.

    commento di wang yu
  • Un film molto lento e asciutto, girato nello stile nervoso tipico di Cassavetes. Un racconto che non impone una morale, ma piuttosto la suggerisce.

    commento di juliancasablancas
  • film magistrale per la sua lentezza.Molto intenso.

    commento di IVANSELVA
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

21thcentury schizoid man di 21thcentury schizoid man
10 stelle

"Sono solo pezzi di carta". Così Cosmo Vitelli, il protagonista di questo splendido film di Cassavetes, definisce i soldi. Che questi ultimi siano soltanto “pezzi di carta” è vero, anzi verissimo. Peccato però che a causa di questi famosi “pezzi di carta” si possa anche morire. Soprattutto se ti capita di contrarre un debito di gioco con un gruppo di mafiosi. Vero, Cosmo Vitelli? Hai… leggi tutto

11 recensioni positive

Recensioni
Recensioni

La recensione più votata delle negative

ed wood di ed wood
4 stelle

pseudo-noir sonnolento, che poggia (?) su di una sceneggiatura sbrindellata, fragile, inconsistente. Il ritmo e' lasco e Ben Gazzara e' molto meno bravo di quanto non si dica. Dopo una discreta prima parte, il film diventa noioso oltremodo. Fiacco, banale, sconclusionato. Il cinema di Cassavetes (questo va detto) avra' pure portato un aria nuova nel cinema americano, ma spesso ha dovuto anche… leggi tutto

1 recensioni negative

2020
2020

Settembre + Ottobre 2020

LorismaL di LorismaL

Come al solito, ecco, ordinati secondo anno di uscita, gli ultimi Film visti.   Serie TV concluse: - 1a Euphoria; - 1a Unorthodox; - 1a Watchmen;   - 2a Big Little Lies; - 3a Scrubs.

leggi tutto
Playlist

Recensione

alan smithee di alan smithee
10 stelle

IL CINEMA AI TEMPI DELLA QUARANTENA Nella California degli anni '70, Cosmo Vitelli gestisce un piccolo locale di spogliarelli e numeri sexy che incontra un certo successo di clientela. Unico vero problema dell'uomo è che egli ha il vizio incontenibile del gioco, che lo porta spesso ad essere dipendente di strozzini che lo costringono a fare i salti mortali per riuscire a saldare i…

leggi tutto
Recensione
Utile per 12 utenti
2015
2015

Recensione

ezio di ezio
7 stelle

Cosmo Vitelli (Gazzara) e' il proprietario del Crazy West,un locale di striptease a Los Angeles.Regista e ideatore della sua rivista,fidanzato con la piu' sensuale delle ragazze,Cosmo ha una passione per il gioco che finira' per metterlo nei guai con la mafia della West Coast.Lontano dallo sperimentalismo del primo Cassavetes,anche questo film non sfugge ad alcuni assunti fondamentali che…

leggi tutto

Recensione

rocky85 di rocky85
9 stelle

Cosmo Vitelli si definisce "un uomo in gamba". E' il proprietario del "Crazy Horse", night club di basso livello. Se ne va in giro con la sua limousine e le tre spogliarelliste del suo locale. Dopo una partita a poker, contrae un debito di 23.000 dollari con dei mafiosi, che gli chiedono in cambio un "favore". Assassinio di un allibratore cinese (The Killing of A Chinese Booking)…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
2014
2014
Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2012
2012

Recensione

will kane di will kane
8 stelle

Cosmo Vitelli è un "american dreamer",a modo suo,si è tirato su un locale sordido quanto si vuole,ma ha pagato i debiti per crearlo,e si gode il suo status di imprenditore con belle donne,cene in bei ristoranti e la limousine con autista:quando contrae un debito di gioco pesante,si ritrova in un notevole guaio.Quella è gente che non scherza,e mette in trappola tutti coloro che si arrischiano…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
2010
2010

Recensione

21thcentury schizoid man di 21thcentury schizoid man
10 stelle

"Sono solo pezzi di carta". Così Cosmo Vitelli, il protagonista di questo splendido film di Cassavetes, definisce i soldi. Che questi ultimi siano soltanto “pezzi di carta” è vero, anzi verissimo. Peccato però che a causa di questi famosi “pezzi di carta” si possa anche morire. Soprattutto se ti capita di contrarre un debito di gioco con un gruppo di mafiosi. Vero, Cosmo Vitelli? Hai…

leggi tutto
Recensione
Utile per 16 utenti

Post-noir 1958-1980

joseba di joseba

Dopo la stagione classica - generalmente racchiusa tra il 1941 e il 1958 - il noir si è aperto a riformulazioni di varia natura, prendendo traiettorie sperimentali (Assassinio per contratto), assimilando…

leggi tutto

Recensione

PP di PP
8 stelle

Voto 7,5. Un gioellino di Cassavates questo raffinato gangster movie esistenzialista, che salva alcuni degli stereotipi del genere e poi inserisce contenuti personalissimi, atipici. I siparietti e le dinamiche da basso avanspettacolo del personale del locale sono molto efficaci.  Gazzara in parte perfetta. Visto nella versione italiana scorciata di c.ca 90 minuti, finale sincopato.…

leggi tutto
Recensione
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti
2009
2009

Recensione

mm40 di mm40
6 stelle

Cosmo Vitelli, il protagonista di questo Assassinio di un allibratore cinese, è un personaggio sconcertante: apparente mediocre, ma capace di un gesto di inaudita freddezza ed estremo coraggio come quello di eliminare uno sconosciuto (introducendosi di nascosto in casa sua, per di più). Ama (godere del) la vita, eppure quasi la disprezza con l'incoscienza di chi si getta in azioni…

leggi tutto
Recensione
Nel mese di novembre questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti

Recensione

OGM di OGM
10 stelle

Cassavetes riesce prodigiosamente a fondere il realismo più ardito con un collage di suggestioni stravaganti ed effimere: la verità nuda e cruda, fatta di carne e desiderio, arriva comunque a tingersi delle avvolgenti tonalità del noir - ossia della sua brutale malia e delle sue subdole contraddizioni - come una spogliarellista in uno spettacolo fatto di seducenti doppi…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti

Fuori sincrono

bradipo68 di bradipo68

Non so se Enrico Ghezzi e Fuori orario siano stati già glorificati abbastanza in altre playlist.Secondo me è doveroso ringraziare un personaggio come Enrico Ghezzi e la sua tribù di Fuori…

leggi tutto

Recensione

bradipo68 di bradipo68
8 stelle

Lunga vita a Enrico Ghezzi e a Fuori Orario.La versione che ho visto di questo film è quella da 130 minuti circa,quindi quella voluta dal regista(una domanda ma uesto film è del 1976 o del 1980?).Cassavetes con questo film si diverte a destrutturare,minandoli alle fondamenta,il gangster movie e il noir.Alla maniera dello Scorsese di Mean Streets sguazza letteralmente  in…

leggi tutto

Recensione

chribio1 di chribio1
6 stelle

certamente x la prima buona mezz'ora di visione ci si gira i pollici poi,incomincia a muoversi anche discretamente tra gran belle tipe,soldi e ...soldi.Pero' devo dire che il film si merita come voto 7.

leggi tutto
Recensione

Recensione

carlos brigante di carlos brigante
8 stelle

Cassavetes manipola (volutamente) il gangster movie (e il noir), se ne serve per dare una cornice al proprio racconto e scandagliare, poi, alla propria maniera l'individuo. Ed è proprio qui che si innesca il suo cinema-diretto. Il regista si concede delle pause, divaga dalle vicende malavitose (tipiche del genere) anche con la mdp. Primi piani, immagini sgranate, telecamera a spalla in…

leggi tutto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito