Espandi menu
cerca
Bird Box

Regia di Susanne Bier vedi scheda film

Recensioni

L'autore

emil

emil

Iscritto dal 22 gennaio 2003 Vai al suo profilo
  • Seguaci 38
  • Post -
  • Recensioni 1118
  • Playlist 21
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Bird Box

di emil
4 stelle

Trascurabile fantahorror

 

Sandra Bullock, a cui la recente chirurgia estetica non rende giustizia, si affanna ad interpretare una mammina con sindrome da rifiuto di gravidanza nel bel mezzo di un apocalisse 3.0

 

A causa di un entità misteriosa infatti, tutti coloro che commettono l’errore di “vedere”, nel senso letterale del termine, si suicidano. Asserragliata all’interno di una casa insieme ad un gruppo di estranei, Malorie (questo il nome della protagonista) si unirà nolente al gruppo e farà fronte comune alla minaccia esterna, fino a quando un misterioso messaggio le indicherà le coordinate della salvezza, individuata in una comunità da raggiungere al di là del fiume.

 

Susanne Bier filma questo papocchio che parte da uno spunto interessante (la società moderna schiava dell’ostentazione punita attraverso l’evirazione dello sguardo) che viene però penalizzato da una serie di escamotage triti e ritriti. Sembra infatti di assistere ad un bizzarro incrocio fra Lost e Shyamalan (“E venne il giorno”), con intramezzi poco riusciti fra un flashback e l’altro buttati lì tanto per. Anche l’epilogo lascia piuttosto a desiderare, perché non ci dà una spiegazione che invece avremmo voluto.

Curioso caso di passaparola on line il film ha avuto un successone nella rete, accalappiando l’interesse o la curiosità di chi (come me) non ne aveva alcuna.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati