Espandi menu
cerca
Cleopatra Jones: licenza di uccidere

Regia di Jack Starrett vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Marco Poggi

Marco Poggi

Iscritto dal 5 settembre 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 21
  • Post 7
  • Recensioni 1165
  • Playlist 119
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Cleopatra Jones: licenza di uccidere

di Marco Poggi
6 stelle

Cleopatra Jones, agente dell'F.B.i. combatte la narcotrafficante internazionale Mommy (Shelley Winters). Quando Mommy fa chiudere un centro antidroga, Cleopatra torna nel suo ghetto per rimettere le cose a posto a suon di sparatorie e colpi di karate. Tamara Dobson, bella modella afro, sfodera i suoi artigli da pantera indossando abiti sexy.

Oooh, ecco un filmetto anni'70 che mi piace, incentrato su di un super-agente segreto in gonnella di origine afro-americana che va a caccia di spacciatori di droga nell'America di metà anni'70. Cleopatra Jones è un'eroina, ma è anche una donna e sa quando chiedere aiuto agli amici del ghetto per sgominare l'ambigua Mommy interpretata da Shelley Winters. La Dobson era un bel pezzo di figliola a quei tempi, non a caso girarono un sequel di questo bloixploitation. Simpatici Antonio Fargas e i suoi due tirapiedi, quanto alla Winters è una villainess con tutti i carismi dei film di serie b, con tanto di vizietto. Sufficiente.

La trama

Cleopatra Jones contro gli spacciatori di droga del ghetto, una Modesty Blaise africana per un'avventura senza troppi impegni.

La colonna sonora

Molto afro-americana.

Cosa cambierei

Bisognerebbe domandarlo a Tarantino, a cui questi film piacciono un sacco, se cambierebbe qualcosa in questo b-movie.

Tamara Dobson

Molto bella, in tailleur o in slip fa sempre la sua bella figura. E' un'agile pantera in una giungla d'asfalto, che ha saputo sfruttare bene il suo momento di gloria.

Bernie Casey

E'l'uomo di Cleo che, quando il gioco si fa duro, sa rendersi utile alla sua amata.

Brenda Sykes

E' la bella cantante di night che Cleopatra salva dalla morte, un personaggio che è l'esatto opposto dell'eroina di Harlem.

Antonio Fargas

Prima del suo Huggy Bear di "STARSKY & HUTCH" c'era questo simpatico boss che, a suon di battute, si confronta molto bene con la Mommy di Shelley Winters.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati