Menocchio

play

Regia di Alberto Fasulo

Con Marcello Martini, Maurizio Fanin, Carlo Baldracchi, Nilla Patrizio, Emanuele Bertossi, Agnese Fior, Mirko Artuso, Roberta Potrich Vedi cast completo

In streaming
  • Amazon Prime Video
  • Wuaki
  • Chili
  • iTunes
In STREAMING

Trama

Italia. Fine cinquecento, piena controriforma; genesi dello scontro fra il potere centrale di Roma e i poteri locali delle periferie. Il campo di battaglia è la coscienza degli individui. Lo strumento è la confessione. L'obiettivo: il controllo totale delle anime, ancor prima dei corpi. Niente, assolutamente niente deve sfuggire all'orecchio del Santo Uffizio dell'Inquisizione, nemmeno le eresie pronunciate da un mugnaio di un pesino sperduto nel nord del Friuli, ai piedi di una montagna chiamata - ironia della sorte - Monte Spia. Arrestato, processato e condannato all'ergastolo per aver pensato e detto, fra le altre cose: "è più grande precetto amare il prossimo che amare Iddio", Menocchio attraverserà il processo senza tradire nessuno, sopravviverà a due anni di carcere, uscirà gravemente malato. Poi guarirà, lavorerà, lotterà, amerà, soffrirà, vivrà… fino a che non sarà il papa in persona – Clemente VIII - ad ordinarne il secondo arresto e l'esecuzione.

Commenti (2) vedi tutti

  • Unico titolo italiano del Concorso Internazionale Lungometraggi di Locarno 2018 e Grand Prix du Jury al Festival di Annecy 2018,Alberto Fasulo nasce come operatore e continua ad esserlo qui anche oltre la regia.Si avverte la mano di chi usa la camera come un pennello e rende materica la scena come uno scultore estrae corpi dalla materia bruta.

    leggi la recensione completa di yume
  • Storia di un uomo di origini umili ,che si è ostinato a non tradire il proprio pensiero,ritenuto eretico, anche davanti al tribunale della Santa Inquisizione

    leggi la recensione completa di bufera
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

bufera di bufera
9 stelle

    MENOCCHIO (2018) è il primo film di finzione del regista Alberto Fasulo, finora documentarista (Rumore bianco, Genitori,Tir), tratto dalla storia vera di Domenico Scandella detto Menocchio, mugnaio vissuto nel Cinquecento in un paesino del Friuli. Uomo attempato dallo sguardo ceruleo ma pungente, attira l’attenzione dell’Inquisizione della Chiesa Cattolica… leggi tutto

6 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

wang yu di wang yu
6 stelle

Ecco un altro personaggio che ha avuto la sfortuna di vivere nel periodo del rinascimento.Un tempo in cui si viveva ancora di duro lavoro e poche comidità,scarsa istruzione..Ma la cosa peggiore,non c'era ristoro spirituale.La verità su Dio e sulla sua volontà era nascosta già da secoli dal clero.Meno male che oggi abbiamo la libertà di smascherarli senza essere… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

2020
2020

Recensione

Mulligan71 di Mulligan71
7 stelle

In anni di "nuovo medioevo", un film potente e senza appello, come questo di Fasulo, è ben lontano dal sembrare fuori tempo, anacronistico, poco interessante. Il regista è alla sua prima prova sul cinema di finzione dopo una bella carriera da documentarista, e ci racconta la vicenda di Domenico Scandella, detto "Menocchio", da Montereale, Friuli, mugnaio che nella seconda parte del…

leggi tutto
Recensione
Utile per 7 utenti
2019
2019

Recensione

wang yu di wang yu
6 stelle

Ecco un altro personaggio che ha avuto la sfortuna di vivere nel periodo del rinascimento.Un tempo in cui si viveva ancora di duro lavoro e poche comidità,scarsa istruzione..Ma la cosa peggiore,non c'era ristoro spirituale.La verità su Dio e sulla sua volontà era nascosta già da secoli dal clero.Meno male che oggi abbiamo la libertà di smascherarli senza essere…

leggi tutto
Recensione
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

alan smithee di alan smithee
7 stelle

Il calvario occorso all'ostinato mugnaio friulano del sedicesimo secolo, Domenico Scandella, meglio conosciuto con il nomignolo di Menocchio (1532-1599), trova la sua felice trasposizione cinematografica nel lavoro minuzioso ed austero con cui il regista di Rumore bianco e TIR, Alberto Fasulo, fa ritorno ad un cinema formalmente narrativo, ma di fatto anche non lontano da una rappresentazione…

leggi tutto
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

obyone di obyone
7 stelle

  Nel XVI secolo il monaco agostiniano Martin Luther mise a soqquadro lo status quo con le sue "Disputatio pro declaratione virtutis indulgentiarum". Quelle 95 tesi spedite al vescovo e che avrebbero dovuto, nel cuore del religioso tedesco, essere l'inizio di un confronto teologico ed una richiesta di risanamento dei costumi corrotti della Chiesa Romana, si tramutò ben presto in…

leggi tutto
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2018
2018

Recensione

yume di yume
8 stelle

La steady cam tallona Menocchio lungo tutto il percorso di resistenza umana messo in atto in una vita di uomo semplice ma non analfabeta, uomo di malga e di paese, contadino e mugnaio in quel di Montereale Valcellina, Friuli, un posto di cui nessuna storia parla e sulle mappe si perde come un fungo chiodino in un bosco fitto. Amava le chiacchere di paese, Menocchio, quelle a voce alta, dopo…

leggi tutto
Nel mese di novembre questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti

Recensione

bufera di bufera
9 stelle

    MENOCCHIO (2018) è il primo film di finzione del regista Alberto Fasulo, finora documentarista (Rumore bianco, Genitori,Tir), tratto dalla storia vera di Domenico Scandella detto Menocchio, mugnaio vissuto nel Cinquecento in un paesino del Friuli. Uomo attempato dallo sguardo ceruleo ma pungente, attira l’attenzione dell’Inquisizione della Chiesa Cattolica…

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane il 5 novembre 2018
locandina
Foto

Recensione

nickoftime di nickoftime
8 stelle

Quando il cinema si rivolge al passato, spesso lo fa per trovare una risposta ai problemi del presente. Spostarsi con la mente in un'epoca diversa da quella in cui si vive permette infatti di prendere le distanze dal contingente e di guadagnare la distanza necessaria a distaccarsi dalle cose per riuscire a giudicarle in maniera meno parziale. Ma non è tutto, poiché la conoscenza…

leggi tutto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito