Espandi menu
cerca
Porzûs

Regia di Renzo Martinelli vedi scheda film

Recensioni

L'autore

LIBERTADIPAROLA75

LIBERTADIPAROLA75

Iscritto dal 10 luglio 2010 Vai al suo profilo
  • Seguaci 174
  • Post 308
  • Recensioni 1302
  • Playlist 164
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Porzûs

di LIBERTADIPAROLA75
8 stelle

Il film ricostruisce un episodio del quale ogni essere umano che si rispetti si dovrebbe vergognare sia accaduto: 2 (anzi 3! I Gap e i Garibaldi stavano assieme, separati dagli Osoppo) gruppi di partigiani, prima uniti per combattere il Nazifascismo, si divisero dopo che il primo gruppo, che si era legato ai Titini e voleva portare il Comunismo di matrice filo-sovietica in Italia (come già accaduto nei paesi dell'Est), cadde in un'imboscata. Molto "democraticamente e con varie prove" (Sic! Neanche una! E decise tutto il capo! Oggi sono sarcastico!) fu accusata una ragazza del paese. Gli Osoppo decisero di nasconderla. Gli altri la trovarono e la condannarono a morte con sentenza sul momento (Prove: E' stata vista parlare con dei fascisti durante l'occupazione, quindi è colpevole! Scusate se adesso vado in bagno a cagare, me la sto facendo sotto! Mi sono ricordato che quando fumavo, ho smesso da 3 anni quindi sono reticente, un pregiudicato mi ha fermato per strada e mi ha chiesto una sigaretta. L'altro giorno un altro poco di buono mi ha chiesto addirittura una indicazione stradale...Mi sa che verrò condannato!).

L'omicidio della ragazza sarà solo il primo sangue versato. Seguirà il massacro degli Osoppo. Però il colpevole non la farà franca...

E meno male che lì il cattivo viene punito come merita! A farla franca purtroppo sono gli scheletri nell'armadio di certa sinistra che ancora si rifiuta di sapere, e quelli che sanno vogliono mettere tutto a tacere (come per le Foibe, come per Katyn!).


"Se la ricostruzione storica è accurata come quella cinematografica..."  dice la recensione di Film Tv...
Ovvero...come strumentalizzare i difetti tecnici di una pellicola per renderla poco (o niente!) credibile storicamente: 
 Vengono elencati, come difetti, che un personaggio da giovane parla con accento siciliano, da vecchio  (interpretato da Gastone Moschin) l'accento diventa veneto (e pure marcato! Confermo io che il difetto è molto evidente), 2 persone fanno l'amore e le riprese della casa...(non sto ad elencare e spiegare che mi viene mal di testa! Comunque la cosa può difettare!), da "sculto" la trasformazione da giovane a vecchio di... (e qua non sono d'accordo! La scena è molto suggestiva che quasi, e non è detto che non lo faccia, chiedo a Renzo, se mi capita di incontrarlo a qualche convention, festival, etc..., una dritta per realizzare la sequenza. Vabbè, non è poi così difficile, si chiama morphing e si fa con il computer. Però lì l'hanno fatta meglio del solito! Altro che scult! Se l'avesse realizzata Andy Warhol i critici si farebbero le pippe invece di criticare negativamente!).

Aggiungo che la sceneggiatura carica di tensione la parte drammatica che si avvicina alla scena del massacro.

Il lavoro tecnico è una cosa, quello morale un altra!
Questo film meriterebbe 5 stellette per il coraggio di andare controcorrente e ricordare un fatto sanguinoso insabbiato dai potenti.
Avrei tanta voglia di dargliele!

Peccato (o per fortuna!), che io non sia così (come certi critici, ma dall'altra parte della barricata) e tenga conto sia della parte tecnica che impegnata.
Questo lavoro (e, in generale, un pò tutto il cinema di Martinelli. Vedere gli errori geografici di CARNERA) ha evidenti difetti tecnici (BARBAROSSA escluso. Sembra i migliori lavori, quindi non il pessimo IL GLADIATORE, di Ridley Scott!), ma molto impegno e buona volontà. Anche se romanzata la storia è attendibile e storicamente precisa.

E' una pellicola che merita rispetto!
E' un film da sostenere!
E' un lavoro da proiettare nelle scuole!


Giudizio tecnico: 2 stellette e 1/2
Giudizio morale: 5 stellette

Il giudizio artistico quindi è: poco più che 3 stellette e 1/2!!!
Quindi arrotondiamo a 4 stellette!

Sulla trama

Qua la "trama": uno scheletro nell'armadio di certa sinistra...
Qua le "trame": certa sinistra per anni ha tenuta nascosta la cosa...

Cosa cambierei

Le lenti degli occhiali dell'Italiano medio. Neanche CANDIDO e FORREST GUMP le avevano così sfocate, da non riuscire a vedere più in là del proprio naso...

Su Renzo Martinelli

E' pieno di buona volontà ma dovrebbe stare più attento ai possibili difetti tecnici. 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati