Trama

La vera storia di Marie Calvin, una giornalista americana divenuta nota per i suoi reportage di guerra da numerose zone del mondo, tra cui Kosovo, Cecenia, Timor Est e Medio Oriente.

Approfondimento

A PRIVATE WAR: IL RACCONTO DELLA GUERRA

Diretto da Matthew Heineman e sceneggiato da Arash Amel, A Private War racconta la storia della coraggiosa reporter Marie Colvin, che dal 1985 al 2012 lavorò al servizio del settimanale britannico The Sunday Times. In particolar modo, il film segue il suo impegno presso i luoghi distrutti dalla guerra (dall'Iraq alla Libia, passando per l'Afghanistan) fino a quando, all'età di 56 anni, venne invitata ad Homs per seguire la guerra in Siria finendo tragicamente uccisa insieme al fotografo francese Rémi Ochlik durante un'offensiva dell'esercito locale.

Con la direzione della fotografia di Robert Richardson, le scenografie di Sophie Becher, i costumi di Michael O'Connor e le musiche di H. Scott Salinas, A Private War si basa su un articolo della giornalista Marie Brenner, pubblicato dalla versione americana del magazine Vanity Fair nel 2012 (La guerra privata di Marie Colvin). "Viviamo nella cosiddetta era della post-verità. I fatti vengono spesso scambiati per palesi menzogne perché i dittatori, i terroristi e i politici utilizzano la propaganda per ottenere guadagni personali. Il risultato devastante è che le persone spesso non sanno a chi o cosa credere. I fatti sembrano essere malleabili. Il giornalismo è sotto attacco e sempre più polarizzato da "notizie" inventate che si mascherano da vero giornalismo.

Profondamente preoccupato dalle minacce che ciò pone alla società, sono stato ispirato dalla leggendaria corrispondente di guerra Marie Colvin. Una delle più famose giornaliste del nostro tempo, Colvin era uno spirito assolutamente senza paura e ribelle, pronta a correre enormi rischi per ottenere una storia. Era costantemente sotto attacco, ma ciò che la distingueva davvero, più di ogni altra cosa, era il suo profondo desiderio di mostrare la vera sofferenza umana causata dalla guerra. La sua missione, per dirla con le sue stesse parole, era di alzare la testa contro il potere. Voleva che il mondo che si preoccupasse di quelle atrocità indicibili - che sono così spesso tenute a debita distanza - tanto quanto lei.

Ma, nel farlo, è stata profondamente colpita dagli orrori che ha documentato, e ha cominciato lentamente a perdere il controllo della sua vita privata. Alcuni dicono che i reporter di guerra diventano dipendente dalla guerra. E lei non ha fatto eccezione. Era una droga a cui non poteva sfuggire. La guerra, paradossalmente, era spesso il suo rifugio", ha sottolineato Heineman.

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere A Private War è Matthew Heineman, regista, produttore e direttore della fotografia statunitense. Nato in una famiglia ebrea di Washington, Heineman è figlio di una giornalista scientifica e di un avvocato. aver terminato nel 2005 gli studi al Dartmouth College, ha cominciato il percorso per diventare… Vedi tutto

Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

pazuzu di pazuzu
7 stelle

  Reporter d'assalto coraggiosa e ribelle, Marie Colvin perse l'occhio sinistro nel 2001 nello Sri Lanka occupato dalle Tigri Tamil, colpita dai detriti di una bomba nel percorso di ritorno dopo aver svelato come malattia e fame stessero uccidendo migliaia di civili al riparo dai riflettori. Partendo da qui, A Private War segue tutte le tappe che la portarono ad esser riconosciuta come… leggi tutto

1 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

alan smithee di alan smithee
6 stelle

13° FESTA DEL CINEMA DI ROMA - SELEZIONE UFFICIALE L'ultimo decennio di vitae di lavoro della nota, coraggiosissima reporter di guerra Marie Calvin, divenuta un simbolo con quella sua benda nera da pirata, portata da quando fu vittima di una esplosione durante un reportage in Sri Lanka, a documentare i tratti drammatici di un conflitto civile ignorato fino a quel momento da tutta la… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

2018
2018
Nel mese di ottobre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

pazuzu di pazuzu
7 stelle

  Reporter d'assalto coraggiosa e ribelle, Marie Colvin perse l'occhio sinistro nel 2001 nello Sri Lanka occupato dalle Tigri Tamil, colpita dai detriti di una bomba nel percorso di ritorno dopo aver svelato come malattia e fame stessero uccidendo migliaia di civili al riparo dai riflettori. Partendo da qui, A Private War segue tutte le tappe che la portarono ad esser riconosciuta come…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti

Recensione

alan smithee di alan smithee
6 stelle

13° FESTA DEL CINEMA DI ROMA - SELEZIONE UFFICIALE L'ultimo decennio di vitae di lavoro della nota, coraggiosissima reporter di guerra Marie Calvin, divenuta un simbolo con quella sua benda nera da pirata, portata da quando fu vittima di una esplosione durante un reportage in Sri Lanka, a documentare i tratti drammatici di un conflitto civile ignorato fino a quel momento da tutta la…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
locandina
Foto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito