Espandi menu
cerca
L'uomo che uccise Hitler e poi il Bigfoot

Regia di Robert D. Krzykowski vedi scheda film

Recensioni

L'autore

daniele64

daniele64

Iscritto dal 17 agosto 2017 Vai al suo profilo
  • Seguaci 23
  • Post -
  • Recensioni 1110
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su L'uomo che uccise Hitler e poi il Bigfoot

di daniele64
5 stelle

Un ottimo Elliott e poco altro ...

Un anziano ex soldato che in gioventù , durante la Seconda Guerra Mondiale , aveva compiuto una missione straordinaria ma rimasta segreta , riceve dal Governo un' incarico forse ancora più importante ... Vabbè , c' erano due motivi per vedere questo film : il titolo curiosissimo , che faceva pensare a chissà che ( dal demenziale a Tarantino ) e poi la presenza di Sam Elliott , attore che mi è sempre piaciuto . Lo sconosciuto regista , sceneggiatore e produttore americano Robert Krzykowski imbastisce invece una trama pretestuosamente fantasiosa in cui accadono solo le due cose elencate nel titolo ed in mezzo quarant' anni di nulla o quasi , a parte una sfortunata storia d' amore . La vicenda procede a flash backs inframmezzati al grigissimo e malinconico presente del protagonista .

 

Quiet and bold, “The Man Who Killed Hitler and Then the Bigfoot” ruminates  on heroism and the consequences of actions. – Elements of Madness

 

Oltretutto i due momenti clou , le due uccisioni , sono una più inverosimile dell' altra . Non possono bastare i baffoni ed il carisma di Sam Elliott per salvare una pellicola che , saltabeccando tra nostalgici rimpianti ed improbabili scene d' azione , non riesce ad amalgamare toni ed atmosfere troppo differenti tra loro . Alla fine , il mio 5 è quasi generoso .

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati