Espandi menu
cerca
C'era una volta a... Hollywood

Regia di Quentin Tarantino vedi scheda film

Recensioni

L'autore

robertoleoni

robertoleoni

Iscritto dal 5 ottobre 2019 Vai al suo profilo
  • Seguaci 2
  • Post -
  • Recensioni 2
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su C'era una volta a... Hollywood

di robertoleoni
7 stelle

C’era una volta a… Hollywood è l'ultimo film di Quentin Tarantino e C’era una volta a… Hollywood è chiaramente C'era una volta il cinema, per lo meno il cinema che io ho conosciuto. Per un fatto generazionale ho avuto la fortuna di vivere a cavallo fra il vecchio cinema e il nuovo cinema e fortunatamente anche il nuovissimo cinema. Il 1969 è

C’era una volta a… Hollywood è l'ultimo film di Quentin Tarantino e C’era una volta a… Hollywood  è chiaramente C'era una volta il cinema, per lo meno il cinema che io ho conosciuto.

Per un fatto generazionale ho avuto  la fortuna di vivere a cavallo  fra il vecchio cinema e il nuovo cinema  e fortunatamente anche il nuovissimo cinema.

Il 1969 è un epoca magica, particolare…

L'Europa è percorsa da fermenti, dai movimenti studenteschi, dal maggio francese. In America c'è stata la rivolta di Barkeley e c'è tutta una serie di avvenimenti.

Anche il cinema ne risente, però ne risente in ritardo e il film di Tarantino focalizza proprio questo momento  in cui il vecchio cinema ormai pesante  non sa più come andare avanti e i personaggi che descrive  interpretati con molta ironia e molto divertimento  da Leonardo DiCaprio e Brad Pitt  rappresentano proprio gli epigoni di quel cinema  basato soprattutto su grandi produzioni  che cominciano a essere stanche  e sul fiorire delle serie televisive  che creeranno poi la grande crisi del cinema vero, quello delle grandi tradizioni, di DeMille, dei colossi, dei peplum…

È un momento di crisi per Hollywood  anche perché c'è il cinema europeo  che subito la guerra si è ripreso e si è scatenato  offrendo nuovi prodotti, offrendo un genere diverso: i western di Sergio Leone, i nostri film mitologici  che smettiamolo completamente  con un gioco di ironia e con i forzuti  che erano praticamente i primi supereroi  che vediamo nei film di Ercole, di Maciste  questi personaggi incredibili che combattevano  e riempivano le sale con le loro gesta eroiche, roboanti, esagerate, però ironiche e divertenti, che trascinavano la gente. Erano quasi dei cartoni animati interpretati da attori.

Quindi il cinema americano risente di questa crisi  e Quentin Tarantino fotografa questo momento  ricorrendo a due personaggi suggestivi: l'attore che non ha fatto ancora il boom, un attore mediocre di media importanza che lavora  e la sua controfigura che è Brad Pitt.  

Se vi interessa il resto della videorecensione potete trovarla completa qui: http://bit.ly/CERA_UNA_VOLTA_A_HOLLYWOOD

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati