Espandi menu
cerca
Captain Marvel

Regia di Anna Boden, Ryan Fleck vedi scheda film

Recensioni

L'autore

alan smithee

alan smithee

Iscritto dal 6 maggio 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 266
  • Post 172
  • Recensioni 3937
  • Playlist 21
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Captain Marvel

di alan smithee
5 stelle

Catapultata nel 1995, Vers, ovvero la giovane pilota Carol Danvers (Brie Larson), riesce ad avere più chiara la vera e fino a quel momento assai lacunosa storia delle sue origini, legata principalmente alla circostanza degli straordinari poteri di cui si trova beneficiata, utilizzati al servizio dell'impero Kree al servizio del suo ardito capitano Yon-Rogg (Jude Law). Forgiata per combattere un nemico micidiale, cangiante e presentatole come perfido e vendicativo, come la razza degli Skrull, la nostra eroina, sbalzata sul natio suolo terrestre, si troverà a collaborare suo malgrado con un giovane Nick Fury (un Samuel L. Jackson straordinariamente ringiovanito di una trentina d'anni dal make-up digitale), già agente dello S.H.I.E.L.D., ritrovando peraltro gli affetti che il lavaggio della memoria le aveva sottratto.

Nascerà un sodalizio tale tra i due, che potrà costituire la base per dar vita al progetto Avengers, a cui l'eroina capitan Marvel finirà per essere annessa.

Ventunesimo, ambizioso e straripante film Marvel Studios incentrato sui personaggi creati dalla squadra del compianto Stan Lee (alla memoria del quale il film è dedicato, e che ha fatto in tempo anche ad apparire nella sua ultima, ma tradizionale ed irrinunciabile, divertente comparsata-cameo), Capitan Marvel si segnala per essere il primo film di tale super produzione ad essere incentrato su una protagonista femminile, qui resa con uno smalto un po' ordinario da una Brie Larson che ci è apparsa più convincente in svariate altre occasioni.

Gran dispiego di mezzi ed effetti, storia abbastanza complessa e tortuosa gestita in modo da assicurare la tradizionale continuità tra un film ed il successivo targato Marvel.

Cose divertenti o interessanti solo due: la simpatica e molesta gatta rossa (e mutante) Goose, rea (o meritevole, a seconda dei casi) di aver conferito il connotato estetico tutto particolare al suo futuro padrone Nick Fury, e la incredibile capacità di ringiovanire, ma restando perfettamente credibile, l'ormai settantunenne famosissimo attore Samuel L. Jackson, letteralmente catapultato di un trentennio addietro in forza di uno straordinario lavoro di make up digitale, più che fisico-cosmetico.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati