Espandi menu
cerca
Freaks Out

Regia di Gabriele Mainetti vedi scheda film

Commenti brevi
  • Rispetto a "Lo chiamavano Jeeg Robot", "Freaks Out" può avvalersi di una produzione molto più ricca e quindi di una cura degli effetti speciali più idonea allo scopo. Ma del film d'esordio perde quella veracità stile cartoon del prodotto di genere che nasce per non prendersi troppo sul serio, per farsi fumetto finemente stilizzato. Bravo Mainetti.

    commento di Peppe Comune
  • Rutilante show ruttante schemi supereroistici de noantri e frullati ipercitazionisti. Epoca e cattivi campo da gioco facile, idem i personaggi secondari. Toni accesi, scenografie sontuose, script fragile: classica storia sui "diversi"/eroi (una, gli altri fanno corredo) derivativa e prevedibile ma carina. Bravi Giovinazzo e Rogowski.

    commento di M Valdemar
  • Mainetti cerca di confermarsi come Messia del nuovo cinema pop italiano.

    leggi la recensione completa di Malpaso
  • Quattro fantastici mostri da circo americano contro i veri mostri della seconda guerra mondiale, i nazisti tedeschi delle SS. Unico esempio di film fantasy Made in Italy con molta più fantasia dei più numerosi horror italiani. Bravi tutti/e.

    commento di Mr Rossi
  • UN FILM STORICO/FAVOLISTICO CON I SUPERPOTERI, FATTO CON UN DECIMO DEL BUDGET OLTREOCEANO, MA CON DIECI VOLTE IL TALENTO LORO. QUESTO E' GABRIELE MAINETTI SIGNORI. QUESTA E' L'ITALIA.

    leggi la recensione completa di imperiormax89
  • Un film enorme, mai visto nulla di simile. La risposta italiana a Tarantino e Parasite. Forse, a voler trovare per forza un difetto, la seconda parte si poteva accorciare di 10/15', perché la scena della battaglia finale è davvero lunghetta. Voto: 10

    commento di andenko
  • Non male l'ultimo episodio degli x-men, poi è girato al parco degli Acquedotti a Roma. Scherzi a parte, film ben girato, scene notevoli, una fiaba ben elaborata ai tempi della seconda guerra mondiale e attori promossi (qualche dubbio su Castellitto jr). Un made in Italy che convince

    commento di argo979
  • Si apre con un incipit folgorante. Poi, si ha sempre più l'impressione di assistere ad una puntata tirata per le lunghe di una serie tv fantasy. Non compete in spessore coi suoi modelli evidenti (X-men, Guardiani della Galassia, Suicide Squad). C'è qualche idea politically scorrect o qualche tenerezza chapliniana ma non è sufficiente .

    leggi la recensione completa di Dalton