Espandi menu
cerca
Cronaca familiare

Regia di Valerio Zurlini vedi scheda film

Recensioni

L'autore

jonas

jonas

Iscritto dal 14 gennaio 2008 Vai al suo profilo
  • Seguaci 161
  • Post -
  • Recensioni 2635
  • Playlist 14
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Cronaca familiare

di jonas
6 stelle

Dal romanzo autobiografico di Pratolini: un bambino, dopo che la madre è morta mettendolo al mondo, viene affidato al maggiordomo di un nobile che lo alleva nella bambagia, tenendolo di fatto separato dalla famiglia di origine (e addirittura cambiandogli nome, da Dino a Lorenzo; nella realtà fu da Dante a Ferruccio), ma che poi impoverisce e lo lascia impreparato ad affrontare la vita, malaticcio e destinato a una morte precoce. Il libro assume il punto di vista del fratello maggiore e rappresenta l’elaborazione di un senso di colpa (“una sterile espiazione”, la definisce l’autore): nei confronti del fratello minore il narratore prova infatti prima risentimento (la madre è morta per “colpa” sua), poi invidia (ha un’esistenza più agiata), infine compassione (lo vede più debole e indifeso di lui). Il film ne riprende il tono sommesso e dolente (con l’incongrua aggiunta di una colonna sonora roboante); tuttavia la vicenda era più adatta a essere raccontata in prima persona che oggettivata in dialoghi. Mastroianni e Perrin funzionano presi singolarmente, ma sono poco credibili come fratelli.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati