Espandi menu
cerca
Judy

Regia di Rupert Goold vedi scheda film

Recensioni

L'autore

port cros

port cros

Iscritto dall'8 settembre 2013 Vai al suo profilo
  • Seguaci 23
  • Post 3
  • Recensioni 293
  • Playlist 7
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Judy

di port cros
4 stelle

Il troppo convenzionale biopic, zeppo di tutti i cliché del genere, trasforma l'ultimo anno di vita dell'immortale star in una solfa patetica, incapace di rendere un omaggio appropriato alla grande diva o di trasmettere emozione sincera. Irritante Renée Zellweger tutta smorfie e faccette.

Renée Zellweger

Judy (2019): Renée Zellweger

 

14° FESTA DEL CINEMA DI ROMA 2019

 

Judy Garland cacciata da un albergo con i figli nel cuore della notte per mancati pagamenti? La stessa che cade a terra durante un'esibizione oppure piagnucola non riuscendo a terminare "Over the Rainbow" e viene aiuta da un pubblico solidale? Atteggiamenti crudeli e molesti da parte del produttore hollywoodiano Louis B. Mayer sulla protagonista ragazzina durante le riprese del Mago di Oz ? Fatti non propriamente credibili, che sembrano piazzati in sceneggiatura per inserirvi tutti i cliché del biopic, che prevede l'ascesa, la caduta e la risurrezione finale. 
Il troppo convenzionale film di Rupert Goold trasforma l'ultimo anno dell'immortale star, impegnata in una serie di concerti londinesi,  in una solfa patetica, tra dipendenza dalle pillole e battaglia legale per non perdere la custodia dei figli più piccoli (Liza viene e lasciata fuori dopo una brevissima apparizione), incapace di rendere un omaggio appropriato alla grande diva della musica e del cinema, restando un prodotto piatto ed incapace di trasmettere qualsivoglia emozione sincera.

Renée Zellweger

Judy (2019): Renée Zellweger

 
Certamente non aiuta l'interpretazione della sempre insopportabile Renée Zellweger, inspiegabilmente considerata in odore di nomination per questo ruolo, che ci regala la solita galleria di smorfie e faccette irritanti. Ammetto che abbia avuto coraggio a cantare con la sua voce le canzoni della Garland, con risultati discreti ed una buona intonazione già tirata fuori ai tempi di Chicago, ma le smorfiette con occhioni sbarrati sul vuoto non meritano di essere premiate.
Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati