Espandi menu
cerca
Attenti a quelle due

Regia di Chris Addison vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Marco Poggi

Marco Poggi

Iscritto dal 5 settembre 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 15
  • Post 6
  • Recensioni 992
  • Playlist 108
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Attenti a quelle due

di Marco Poggi
4 stelle

Versione femminile di "Due figli di..",, diretto da Frank Oz e interpretato da Michael Caine e Steve Martin, nel 1988, davvero non richiesta, con un'elegante Anne Hathaway e una sboccata Rebel Wilson.

Due truffatrici, che si credono le numero 1 del settore,  scommettono su chi per prima riuscirà a sottrarre dei soldi a un giovane e ricco tycoon del computer. Dopo  "DUE FIGLI DI..." del 1988, con Michael Caine e Steve Martin, (che già facevano il verso a David Niven e Marlon Brando, de "I DUE SEDUTTORI", del 1964), rivedere più o meno lo stesso copione, anche se in versione aggiornata e femminile, sa di minestra riscaldata e ciò un pò dispiace. Fra le cose da salvare ci sono le gag fantozziane fra Rebel Wilson e il maggiordomo della Hathaway e i vestiti firmati di Anne, scarpe con i tacchi alti inclusi. Anne Hathaway (che, evidentemente, non lei è bastata l'avventura truffaldina di "OCEAN'S 8"  ci riprova anche qui, ed è sempre un bel figurino anche se gli anni disneyani di "PRETTY PRINCESS" non li ha davvero più), prova a salvarsi facendo la truffatrice snob inglese, con tanto di complici che le fanno da spalla, mentre la grassoccia Rebel Williams la butta sulla sua goffaggine  e i doppi sensi all'americana,, ricordando, non poco, la nostra Anna Maria Barbera (Sconsy), che ha spopolato in alcuni cinepanettoni nostrani, grazie al suo successo tv nella trasmissione "ZELIG". E poi, si capisce quando le vittime delle truffe sonio dei pollastri da spennare e quando non lo sono. Inoltre, sarebbe anche ora di finirla di citare il titolo italino della serie "THE PERSUADERS", con Roger Moore e Tony Curtis, del 1971, che non c'entra affatto con la trama e che era tutta un'altra cosa rispetto a questa commedia mediocre. 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati