Espandi menu
cerca
Batman contro Jack lo Squartatore

Regia di Sam Liu vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Marco Poggi

Marco Poggi

Iscritto dal 5 settembre 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 15
  • Post 6
  • Recensioni 1085
  • Playlist 114
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Batman contro Jack lo Squartatore

di Marco Poggi
8 stelle

Film animato adulto, violento ed in costume, con un Batman del XIX° secolo che da la caccia a Jack lo squartatore in una Gotham city che sembra la Londra di Sherlock Holmes.

Ispirato a una graphic novel del 1991 della Dc Comics, ecco un Batman che si muove nell'era vittoriana che dà la caccia a Jack lo squartatore in una Gotham city che sembra la Londra di Sherlock Holmes e la Parigi dell'investigatore/ex-galeotto Vidocq, portato in tv da Claude Brasseur nel 1971 e da Gerard Depardieu nel 2001. Per quanto il film animato sia cruento e folto di omicidi, è divertente vedere reinterpretati i personaggi creati da Bob Kane e Bill Finger; specie Catwoman, un pò mignotta, un pò ballerina di can-can, che gira in abiti civili per le strade gothamite con la frusta nascosta sotto la gonna. Sarebbe un ottimo soggetto per un film dal vero, perché Batman, secondo me, più di tanti altri eroi dei fumetti è adatto a queste rivisitazioni in costume e se hanno funzionato per gli Sherlock Holmes di Barry Levinson (il molto sittovalutato ma valido "PIRAMIDE DI PAURA") e  di Guy Ritchie, perché non tentare un'operazione simile con Batman? Simpatici i tre Robin (ovvero Dicky, Jason e Tim) rivisitati come delinquentelli di strada  in stile Oviler Twist ed informatori di Holmes, troppo alla Mandrake l'avvocato Harvey Dent con i baffetti e il cappello a tuba, praticamente invariati il maggiordomo Alfred, il commissario Gordon con la moglie e il dottor Hugo Strange direttore del manicomio Arkham.  Quanto a Leslie Thompkins, che faccia la psichiatra che aiuta i bisognosi, come un Bruce Wayne che ha appena perso i genitori, o, come qui, la suora, il suo ruolo non cambia di tanto...Forse è un pò troppo in stile madre di Daredevil, ma è pur sempre una rivisitazione attendibile. Vi sono pochi accenni alle ragioni che spingono questo Bruice Wayne a diventare un uomo pipistrello, però la scena in carrozza con Catwoman e Bruce nudi scoperti dai poliziotti a tubare è tutta da gustare. Sconvolgente l'identità dello squartatore che gira in strada.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati