Trama

Bertrand, un quarantenne depresso, trova un nuovo senso nella sua vita quando decide di far parte di una squadra di nuoto sincronizzato maschile. Per ognuno dei componenti, gli allenamenti rappresentano una valvola di sfogo e un rifugio sicuro. Insieme, si sentono sempre più forti e ciò li porta a voler agguantare un traguardo pazzesco: la partecipazione ai campionati mondiali.

Approfondimento

7 UOMINI A MOLLO: IN CERCA DI RISCATTO

Diretto da Gilles Lellouche e sceneggiato dallo stesso con Ahmed Hamidi e Julien Lambroschini, 7 uomini a mollo racconta la storia di un gruppo di quarantenni, tutti sull'orlo di una crisi di mezza età, che decidono di formare la prima squadra di nuoto sincronizzata maschile della loro piscina comunale. Sfidando lo scetticismo e la derisione di coloro che li circondano e allenati da un'ex campionessa alla ricerca di riscatto, i sette inizieranno la più improbabile delle avventure e riscopriranno lungo il cammino l'autostima, il rispetto e se stessi.

Con la direzione della fotografia di Laurent Tangy, le scenografie di Florian Sanson, i costumi di Elise Bouquet e Reem Kuzayli, e le musiche di Jon Brion, 7 uomini a mollo viene così raccontato dal regista in occasione della partecipazione del film fuori concorso al Festival di Cannes 2018: "7 uomini a mollo è il primo film che realizzo da solo come regista.  Mi ero già cimentato nella regia con progetti a più mani ma ero da tempo alla ricerca di un argomento che, parlandomi dritto al cuore, mi spingesse a dirigere in solitaria. Curiosamente, il momento giusto è arrivato grazie a una storia che più collettiva non si può: in scena, vi sono almeno 10 tra attori e attrici costantemente al centro dell'attenzione. Sono occorsi ben cinque anni prima che il progetto vedesse la luce. A dir il vero, ne ho iniziato a scrivere la sceneggiatura molto tempo prima... La mia idea di partenza è stata quella di raccontare la stanchezza (o forse la depressione latente) che intravedo negli individui della mia generazione e più in generale in tutta la Francia. La razza umana, quella in cui ci ritroviamo intrappolati indipendentemente dalla nostra volontà, è di per sé individualista e dimentica il senso del collettivo, della spinta e dell'apprezzamento altrui. Avevo già notato questa tendenza frequentando un circolo di alcolisti anonimi per prepararmi a un ruolo da alcolizzato come attore. Rimasi stupito allora dal calore, dal dialogo, dal sostegno e dall'assenza di alcun giudizio morale tra i partecipanti: in un'epoca in cui i mass media e i social spingono ad avere un giudizio e un'opinione su tutto, ho amato quella sensazione di riservatezza che circondava la condivisione delle storie. Da questo spunto era già partita la sceneggiatura quando il mio amico Hugo Selignac mi ha suggerito di vedere un documentario su un gruppo di uomini svedesi alle prese con il nuoto sincronizzato. Dopo averlo fatto, avevo la mia storia su un gruppo di uomini più o meno disincantati che cercano un'occasione di rivalsa per i loro sogni infranti".

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere 7 uomini a mollo è Gilles Lellouche, attore, regista e sceneggiatore francese. Nato a Caen nel 1972 da madre cattolica bretone di origine irlandese e padre ebro algerino, Lellouche ha mosso dopo il diploma i primi passi nel mondo del cinema come regista di cortometraggi e videomusicali. Grazie… Vedi tutto

Commenti (2) vedi tutti

  • Altro esempio di buona commedia francese. Non è una commedia sportiva vera e propria, quanto una storia di rivincita. Un buon film corale, molto ben recitato, capace di mixare con tatto fasi ironiche a scene più commoventi.

    leggi la recensione completa di silviodifede
  • My best friend is a Mermaid I 7 adorabili sfigati e la loro capacità di comunicare; vale il motto della Comédie-Française: Simul et singulis (essere insieme ed essere sé stessi). Chi si ricorda Esther Williams, sinuosa e duttile, uscire dall'acqua come un delfino in Million dollar Mermaid?

    leggi la recensione completa di gaiart
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

obyone di obyone
7 stelle

  Accadde che Bertrand, afflitto da anni di depressione, aggravata dai sintomi ansiolitici della disoccupazione, leggesse nella bacheca della piscina un annuncio alquanto bizzarro. Un posto nella squadra di nuoto sincronizzato era vacante. Bertrand non s'era ancora reso conto del perché lesse quel trafiletto che si ritrovò in piscina a riprodurre quegli assurdi esercizi di… leggi tutto

5 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

alan smithee di alan smithee
6 stelle

71 CANNES FESTIVAL 2018 - HORS COMPÉTITION  Stress da ritmi di vita infuocati? Depressione, insoddisfazione, ira repressa a stento? C'è finalmente un rimedio: il nuoto sincronizzato. Avvertenze: è necessario essere maschietti, ma non necessariamente omosessuali. AMALRIC, CANET, ANGLADE, POELVOORDE sono solo alcuni degli ometti coinvolti, mentre tra le ragazze… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

2019
2019

Recensione

obyone di obyone
7 stelle

  Accadde che Bertrand, afflitto da anni di depressione, aggravata dai sintomi ansiolitici della disoccupazione, leggesse nella bacheca della piscina un annuncio alquanto bizzarro. Un posto nella squadra di nuoto sincronizzato era vacante. Bertrand non s'era ancora reso conto del perché lesse quel trafiletto che si ritrovò in piscina a riprodurre quegli assurdi esercizi di…

leggi tutto
Recensione
Utile per 13 utenti
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 10 voti
vedi tutti
2018
2018

Recensione

diomede917 di diomede917
7 stelle

Due sono le domande chi mi sono fatto alla fine del film. 1) Perchè traduciamo di merda i titoli dei film? 2) Perchè 7 uomini a mollo se la squadra è composta da 8? Sopravvoliamo su questi dubbi esistenziali e andiamo nello specifico parlando di questo film facendo un parallelismo con un altro film di redenzione a sfondo sportivo come Non ci resta che vincere (altro…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

nickoftime di nickoftime
7 stelle

“La Francia è la Francia”, diceva qualche tempo fa Jean-Claude Junker presidente della Commissione europea rispondendo in merito alle presunte agevolazioni nei confronti della manovra di bilancio messa in atto dai cugini d’oltralpe. Se in campo economico un’affermazione del genere non può non far discutere, in quello cinematografico calza a pennello con la…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

silviodifede di silviodifede
7 stelle

Due cose i francesi sanno fare davvero bene: essere competitivi negli sport, dall'alto di una cultura sportiva inimmaginabile alle nostre latitudini (e parlo di tutti gli sport), e le commedie. Questo film per certi versi miscela entrambe le cose, ma la sua forza sta proprio nel non tenere la storia sportiva (per quanto importante per aggregrare i caratteri) come fulcro centrale della vicenda,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Uscito nelle sale italiane il 17 dicembre 2018

Recensione

gaiart di gaiart
8 stelle

I 7  adorabili sfigati  e la loro capacità di comunicare; vale il motto della Comédie-Française: Simul et singulis (essere insieme ed essere sé stessi).   Chi si ricorda Esther Williams, sinuosa e duttile, uscire dall'acqua come un delfino in Million dollar Mermaid?   Così come il suo autore, Gilles Lellouche ha una elle in più…

leggi tutto
locandina
Foto
locandina
Foto

Recensione

alan smithee di alan smithee
6 stelle

71 CANNES FESTIVAL 2018 - HORS COMPÉTITION  Stress da ritmi di vita infuocati? Depressione, insoddisfazione, ira repressa a stento? C'è finalmente un rimedio: il nuoto sincronizzato. Avvertenze: è necessario essere maschietti, ma non necessariamente omosessuali. AMALRIC, CANET, ANGLADE, POELVOORDE sono solo alcuni degli ometti coinvolti, mentre tra le ragazze…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
locandina
Foto
Alban Ivanov, Benoît Poelvoorde, Guillaume Canet, Jean-Hugues Anglade, Mathieu Amalric
Foto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito