Trama

Una giovane donna lascia la città natale per sfuggire al suo passato stressante e inizia un nuovo lavoro. Tuttavia, quando rimane involontariamente detenuta in una struttura psichiatrica, si ritrova di fronte alla sua più grande paura. Tutto ciò che vive è reale o è frutto della sua immaginazione? Dal momento che nessuno sembra disposto a crederle e le autorità non possono o non vogliono aiutarla, dovrà affrontare da sola la situazione.

Approfondimento

UNSANE: FOLLIA O LUCIDITÀ?

Diretto da Steven Soderbergh e sceneggiato da Jonathan Bernstein e James Greer, Unsane racconta la storia di Sawyer Valentini, una giovane donna che si ritrova contro la sua volontà all'interno di una clinica a confrontarsi con la sua più grande paura. Il tutto ha inizio quando Sawyer, per paura di essere perseguitata, si trasferisce da Boston in Pennsylvania per cominciare una nuova vita. Relazionarsi con la madre Angela e un nuovo lavoro per Sawyer non è facile e per tale motivo decide di consultare un terapeuta nella clinica gestita da Ashley Brighterhouse. Tutto procede bene fino a quando involontariamente si ritrova a dover rimanere nella struttura per 24 ore di volontariato. In tal modo si ritrova a contatto ravvicinato con la problematica Violet e Nate, che sta combattendo la sua battaglia contro una dipendenza da oppioidi. Sawyer si aspetta di tornare alla sua vita dopo un paio di ore ma non immagina cosa accadrà una volta che farà capolino George Shaw, membro dello staff dell'istituto. Terrore e rabbia la convinceranno che il vero nome di Shaw sia David Strine, ovvero il suo stalker. Si tratta di realtà o di semplice frutto della sua mente? Tutto il personale non intravede nessun pericolo all'orizzonte e chiunque inizia a mettere in dubbio la salute mentale di Sawyer, decidendo di tenerla sotto osservazione indeterminatamente. Sawyer capisce allora che dovrà combattere contro i suoi demoni per poter finalmente trovare una via d'uscita alla situazione.

Con la direzione della fotografia dello stesso Soderbergh (sotto lo pseudonimo di Peter Andrews), le scenografie di April Lasky e i costumi di Susan Lyall, Unsane è così raccontato dal regista in occasione della partecipazione del film in concorso al Festival di Berlino 2018: "Unsane è un thriller che è fortemente ancorato nel mondo reale e che racconta qualcosa di plausibile. Non è la prima volta che dirigo una donna al centro di una storia drammatica, basti pensare a Erin Brockovich. Forte come la verità. Ho sempre creduto che avere una donna protagonista rendesse qualsiasi storia più drammatica. Le donne devono superare ostacoli che gli uomini non devono necessariamente affrontare. Sono per questo motivo sempre alla ricerca di storie con al centro personaggi femminili che mi permettano di esplorare le ragioni per cui per loro le cose sono molto più difficili. Con un protagonista maschile, ad esempio, Unsane non avrebbe una posta in gioco così alta e presenterebbe un livello di vulnerabilità inferiore. Nel mondo in cui viviamo, il peso dato a qualcosa detto da una donna è diverso da quello che diamo alle stesse parole pronunciate da un uomo: questa è l'idea centrale attorno a cui ruota Unsane. Sawyer Valentini, di fronte alle sue paure, si aggrappa disperatamente ma fermamente alla convinzione di essere sana di mente, anche se le viene detto diversamente...

Unsane è nato sul finire del 2016, quando, alle prese con la post produzione di Logan Lucky, ho deciso che volevo tornare a fare film di genere ma a modo mio. Con Unsane ho potuto esplorare un genere su cui non avevo mai lavorato prima e con una tecnologia che non avevo mai usato prima se non nel tempo libero: la fotocamere di un i-Phone. La storia raccontata ha inoltre radici in una vicenda realmente accaduta che ha visto una donna rinchiusa involontariamente in una clinica psichiatrica con l'uomo che la perseguitava".

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere Unsane è Steven Soderbergh. Regista, sceneggiatore, produttore, direttore della fotografia e montatore, Soderbergh ha vinto un Oscar per la regia di Traffic lo stesso anno in cui è stato nominato per Erin Brockovich. Forte come la verità (che ha fruttato una statuetta alla protagonista Julia Roberts).… Vedi tutto

Commenti (1) vedi tutti

Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

Lorenz666 di Lorenz666
7 stelle

Soderbergh lascia le rapine patinate de "Ocean 11/12" e le rapine dei personaggi falliti (molto Coheniani) de "La truffa dei Logan) e si immerge in un thriller psicologico di tutte altre atmosfere e tecniche di regia. Il film lancia una feroce critica al servizio sanitario americano ed ai social media intesi quali "invasori di privacy" nonchè cannibali famelici di personalità di… leggi tutto

2 recensioni positive

Recensione

noodless94 di noodless94
7 stelle

Lo stalking è uno dei problemi che affligono maggiormente la società contemporanea. Sentiamo spesso parlare di donne che per paura, tacciono di fronte all'ingiustizia e alla minaccia continua che tocca loro subire.  Steven Soderbergh affronta il tema, spinoso e controverso, nel suo ultimo film "Unsane" a breve in uscita nei cinema italiani. Un trhiller psicologico ben…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Recensione

Lorenz666 di Lorenz666
7 stelle

Soderbergh lascia le rapine patinate de "Ocean 11/12" e le rapine dei personaggi falliti (molto Coheniani) de "La truffa dei Logan) e si immerge in un thriller psicologico di tutte altre atmosfere e tecniche di regia. Il film lancia una feroce critica al servizio sanitario americano ed ai social media intesi quali "invasori di privacy" nonchè cannibali famelici di personalità di…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
locandina
Foto
locandina
Foto
Claire Foy, Jay Pharoah
Foto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito