Espandi menu
cerca
Roma

Regia di Alfonso Cuarón vedi scheda film

Recensioni

L'autore

gaiart

gaiart

Iscritto dal 30 luglio 2012 Vai al suo profilo
  • Seguaci 25
  • Post 6
  • Recensioni 293
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Roma

di gaiart
7 stelle

Acclamato dalla critica, tanto da vincere IL LEONE D'ORO PER IL MIGLIOR FILM, Roma, è una pellicola dall’ingannevole titolo che non si riferisce alla capitale Italica, ma al quartiere di Città del Messico in cui è cresciuto Alfonso Cuaron.

Acclamato dalla critica, tanto da vincere IL LEONE D'ORO PER IL MIGLIOR FILM, Roma, è una pellicola dall’ingannevole titolo che non si riferisce alla capitale Italica, ma al quartiere di Città del Messico in cui è cresciuto Alfonso Cuaron.

 

Qui viene ambientata questa suggestiva e commovente saga che andrà verso il disfacimento progressivo della famiglia del regista. Girata in modo autobiografico in un elegantissimo e storico bianco e nero, Cuaron dirige un film intimo e personale, in cui vicende private s’innestano a quelle sociali e politiche sullo sfondo della capitale messicana negli anni ‘70.

 

A queste si aggiunge la vita parallela delle collaboratrici domestiche,  Cleo e Adela, di origine mixteca, che abitano la casa, la curano in tutto, assieme ai numerosi bambini che la vivono, la nonna e il cane, creando binari paralleli di vite vicine tra etnie diverse e ceti sociali dissimili.

 

È un film sulla memoria – racconta il regista in conferenza, dicendo che i dialoghi, le persone, persino la casa, tutta ricostruita identica sono reali e rivivono attraverso il ricordo.

 

E aggiungeremmo, un film sulle donne, che sono in molte e protagoniste, con i loro dolori e intime sofferenze, fatte di perdite e abbandoni, con la loro forza e intelligenza in grado di produrre genialità e bellezza, di rimboccarsi sempre le maniche e ogni volta rinascere.

Anche dalle ceneri. 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati