Espandi menu
cerca
Il Grinch

Regia di Peter Candeland, Yarrow Cheney, Matthew O'Callaghan vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Mike.Wazowski

Mike.Wazowski

Iscritto dal 12 giugno 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 91
  • Post 60
  • Recensioni 177
  • Playlist 77
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Il Grinch

di Mike.Wazowski
5 stelle

Un film d'animazione che rispetto al suo precedente omonimo live, sembra che racconti molto meno della favola del Grinch di quanto avevamo visto 18 anni or sono!

Non posso fare considerazioni che risulterebbero inventate sul libro, ma posso tranquillamente dire che la rilettura animata della Illumination non ha niente a che spartire con il precedente film Live del 2000 interpretato da Jim Carrey e diretto da Ron Howard.

locandina

Il Grinch (2018): locandina

E si può quasi definire un mezzo fallimento, che qui non c'è nulla di quelle gag incontrollate e "spumeggianti" della verve comica di Carrie, tanto che si assiste a qualcosa di così diverso da essere due opere non comunicanti tra loro. E non fare bene in un film d'animazione a confronto con un film live si pensa essere quasi impossibile, visto che solitamente è il contrario a non essere all'altezza, dove praticamente puoi fare di tutto avendo il disegno a tua disposizione anzichè un attore in carne, perchè come direbbe Jessica Rabbit "io non sono cattiva, è che mi disegnano così". A corredo inoltre pochissime gag divertenti e un inspiegato mancato legame nella storia tra il Grinch e gli abitanti di Nonsochì rispetto a quello che succedeva sempre nel live dove Il sindachì, Cindy, Martha hanno avuto o avranno un legame particolare con il Grinch cosa che qui non avviene, sembra che nessuno lo conosca veramente per chi sia e lo si evince pure dagli incontri che fa nella sua visita nella cittadina e pure noi lo conosceremo poco dalla sua storia solo brevemente accennata dell'orfanotrofio.

scena

Il Grinch (2018): scena

Quindi un film che scorre piuttosto monotono con pochi alti e molti bassi, dove neppure la trasformazione di Cindy da dolcissima prebuberaledinonsochi nel live, a sbarazzina e scapestrata bambina in questo stona non poco quasi contrapponendosi nei modi al ruvido e burbero Grinch, che avendo due taglie di cuore in meno in certi momenti non sembra realmente così. E come direbbe Bluto Blutarsky "Il bar!hanno preso anche il bar!" qui invece ci hanno tolto pure la forza di commuoverci nel momento, in cui le taglie aumentano.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati