Trama

Nagiko (Wu), giovane figlia di un calligrafo povero, allevata dal padre nel culto della tradizione giapponese della scrittura "da camera", si trasferisce a Hong Kong e comincia a praticare appassionatamente con i suoi amanti la scrittura sul corpo. Attraverso questa pratica finisce col vendicarsi del perverso editore omosessuale (Oida) che ha distrutto la vita di suo padre e poi quella di un suo innamorato.

Note

Tratto dallo zibaldone di Sei Shonagon, dama di corte nata intorno al 966, il film è suddiviso in tredici capitoli corrispondenti al altrettanti "libri" di carne. Finale poetico, con Nagiko che elenca le sette cose per cui vale la pena vivere: "Un amante in giardino, l'acqua ferma e scrosciante, l'amore nel pomeriggio, l'imitazione della storia, l'amore prima e l'amore dopo, la carne e la scrittura, scrivere sull'amore e trovarlo".

Commenti (5) vedi tutti

  • Il cinema di Greenaway vola in Oriente. Sesso, morte e libri sono scritti dove non te lo aspetti. Manifesto dell'immagine vivente dove una modella, i suoi amanti, un editore diventano riquadri di vita vissuta fino in fondo.

    leggi la recensione completa di Kurtisonic
  • Uno dei film più affascinanti del suo autore e del CINEMA tutto: è un esempio del vero e massimo sfruttamento delle capacità del linguaggio cinematografico, opera d'arte totale, (anche) perché la "storia" ne è solo una componente. Poesia. 10

    commento di kotrab
  • …sesso e arte… amore per la "pittuta"… ricoprirsi il corpo di parole… …bello…

    commento di Fr@
  • bel film, dissolvenze fichissime. i 10 minuti con la voce femminile fuori campo e una musica francese sono stupendi, suggestivi,senza fiato

    commento di 9 gatti
  • Uno dei punti più bassi raggiunti dall'ultra-cerebrale Greenawey.Visto poche sere fa:devo ancora capacitarmene.

    commento di Wong
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

port cros di port cros
8 stelle

In questo film ispirato a "I racconti del cuscino", libro scritto intorno all'anno Mille dalla dama di corte giapponese Sei Shonagon, Greenaway dichiara di voler unire quelli che ritiene i due grandi stimoli dell'esistenza umana: la letteratura e l'erotismo. Greenaway era anche affascinato dall'idea di poter fondere letteratura ed immagine: se nella cultura occidentale esse sono… leggi tutto

9 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

Lehava di Lehava
6 stelle

Sei Shonagon fu una dama di corte che servì l'imperatrice Teishi (Sadako) intorno all'anno 1000 durante l'epoca Heian. Fu autrice de "Il libro del cuscino" - un genere letterario (tramutatosi poi in "erotico") così chiamato in quanto, per consuetudine, era riposto nello scrigno in legno di cui era composto il guanciale tradizionale - un documento, forse più storico che… leggi tutto

4 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

mm40 di mm40
4 stelle

Guardare un film di Greenaway è come navigare su internet: lo schermo assomiglia tremendamente ad un browser, nel quale si accavallano all'impazzata immagini, animazioni, sequenze. Con l'unica differenza che tu non hai il mouse; seguire risulta non solo complesso, ma davvero fastidioso (e in questo le continue didascalie con la traduzione in italiano dei dialoghi giapponesi non aiutano).… leggi tutto

3 recensioni negative

2018
2018
2016
2016

Recensione

Lehava di Lehava
6 stelle

Sei Shonagon fu una dama di corte che servì l'imperatrice Teishi (Sadako) intorno all'anno 1000 durante l'epoca Heian. Fu autrice de "Il libro del cuscino" - un genere letterario (tramutatosi poi in "erotico") così chiamato in quanto, per consuetudine, era riposto nello scrigno in legno di cui era composto il guanciale tradizionale - un documento, forse più storico che…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti

Recensione

Kurtisonic di Kurtisonic
8 stelle

Cinema e tv sono morti e io non ci piango sopra.(P.Greenaway)  Il cinema non è mai un mezzo specifico a sé per ridefinire le dinamiche percettive dello spettatore moderno secondo Peter Greenaway, nei suoi lavori si compenetra con le arti che di volta in volta ricreano un’immagine densa di significati che non meramente al servizio della storia raccontata. La…

leggi tutto
2015
2015

Recensione

Tex Murphy di Tex Murphy
2 stelle

Fintanto che si parla di erotismo e di "manie erotiche" il film regge (la scrittura sul corpo) ma quando scopriamo che il padre della protagonista si faceva inculare dal suo editore (non in senso metaforico) e poi lo stesso editore si incula anche il fidanzato (vent'anni dopo)....beh mio caro Greenaway: "In culo attia !!" come direbbe un mio amico tamarro.

leggi tutto
Recensione
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2014
2014

Recensione

port cros di port cros
8 stelle

In questo film ispirato a "I racconti del cuscino", libro scritto intorno all'anno Mille dalla dama di corte giapponese Sei Shonagon, Greenaway dichiara di voler unire quelli che ritiene i due grandi stimoli dell'esistenza umana: la letteratura e l'erotismo. Greenaway era anche affascinato dall'idea di poter fondere letteratura ed immagine: se nella cultura occidentale esse sono…

leggi tutto

Bodyscapes

giuvax di giuvax

In ambito fotografico i bodyscapes sono foto di particolari del corpo umano ritagliati in modo da sembrare paesaggi e non più carne. Corpo umano che diventa quasi astratto. Amo molto questo genere di foto. In…

leggi tutto
2012
2012

Recensione

sasso67 di sasso67
2 stelle

Dopo i numeri, le lettere, o meglio, gli ideogrammi giapponesi. Questa via di mezzo tra il rebus e la sciarada, sontuosamente fotografata, si risolve in un gioco intellettualistico fine a sé stesso, dove gli intrecci - poco nuovi - tra eros e thanatos si ammantano di una estetica vagamente new age. A mio modestissimo parere, il peggio di Greenaway.

leggi tutto
Recensione
2011
2011

Uomini che odiano le penne

M Valdemar di M Valdemar

Un foglio. Niente righe, niente bordi, solo un foglio bianco. Una penna biro, colore nero, mi attrae a sé e, come una donna lussuriosa, si lascia sfiorare, accarezzare, e infine usare. Il foglio, prima vuoto,…

leggi tutto

Recensione

Axeroth di Axeroth
8 stelle

Ars Poetica a tutti gli effetti. Immaginismo ed estetismo, erotismo e grafologia, amore e sesso, intelettualismo feroce e riflessivo e contemplativo. Un film particolare, con delle ottime colonne sonore ed una trama inconsueta dai risvolti paradossali ma allo stesso tempo creativi. L'Arte si sacrifica per l'arte, la vita è arte, la scrittura è arte. L'uso degli spazi e del tempo a…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
2010
2010

Recensione

mm40 di mm40
4 stelle

Guardare un film di Greenaway è come navigare su internet: lo schermo assomiglia tremendamente ad un browser, nel quale si accavallano all'impazzata immagini, animazioni, sequenze. Con l'unica differenza che tu non hai il mouse; seguire risulta non solo complesso, ma davvero fastidioso (e in questo le continue didascalie con la traduzione in italiano dei dialoghi giapponesi non aiutano).…

leggi tutto
2009
2009

7 nudi maschili da ricordare

ilpanda di ilpanda

Di solito al cinema si spogliano più le ragazze degli uomini. Eppure alcuni attori sono andati controcorrente e si sono generosamente svelati davanti alla macchina da presa... Ecco 7 film che calzano a pennello.

leggi tutto

Libri

Redazione di Redazione

Attenzione: questa non è una taglist sui film tratti dai libri, sia ben chiaro (quella è una taglist che si chiama praticamente  "Storia del cinema"...). Questa è invece una taglist dove i libri - un libro, una…

leggi tutto
Playlist

sesso, erotismo, seduzione e amore

ceo_85 di ceo_85

alcuni dei tanti film che trattano chi più chi meno il tema del sesso, mostrato con leggerezza o intensità, in modo esplicito o ovattato, ma pur sempre in maniera interessante e intelligente. Sono alcune delle…

leggi tutto
2008
2008

Recensione

carlos brigante di carlos brigante
6 stelle

Greenaway aveva abituato lo spettatore (e mi aveva abituato) a opere eccellenti o rasenti l'eccellenza; per cui riponevo grandi attese (forse troppe?) ne "I racconti del cuscino. Alla fine però sono rimasto un pò con l'amaro in bocca, nel senso che mi pare di ravvisare un eccessivo distacco tra la sontuosa forma (in particolar modo l'eccellente fotografia multiforme e policromatica…

leggi tutto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito