Trama

Sette capitoli, più un prologo e un epilogo: ognuno introdotto da una specie di "siparietto" coloratissimo e un po' naïf e da una canzone degli anni '70 (da "Whiter Shade of Pale" a "Suzanne"). Ogni capitolo narra un pezzetto della storia d'amore di Bess, giovane scozzese innocente che mette la passione davanti a tutto, e di Jan, operaio danese che lavora su una piattaforma petrolifera. Personaggi positivi, travolti da un atroce scherzo del destino (lui entra in coma per un incidente), controllati dal moralismo anacronistico della puritana Church of England e riscattati dal sacrificio estremo di lei.

Note

Siamo in terra di mélo; come ha detto Von Trier, tra Dreyer (mélo freddo e scavato dal senso del peccato) e Sirk (mélo surriscaldato dal colore e dal bisogno di trasgressione). Von Trier ha il coraggio di dilatare la narrazione per 158 minuti; quello di osare, spudoratamente, un miracolo finale.

Commenti (10) vedi tutti

  • film moralmente sbagliato, inacettabile. Von Trier non è un regista , è un muratore mancato . sconsigliato .

    commento di heybulldog
  • Film che racconta una malattia mentale. Dentro ci si trova Romeo e Giulietta, Psycho di Hitchcock, La lettera scarlatta. Un po' torbido, ma indubbiamente geniale. Grande regia.

    commento di ENNAH
  • Nn bello quanto dogville,però bellissimo e particolare…

    commento di damona68
  • un capolavoro assoluto. ancora oggi il più bello dei film di von trier.

    commento di redrum80
  • Uno dei migliori Von Trier in assoluto, in cui i temi sacrificio/donna/morte/amore/odio vengono trattati senza pietismi di bassa lega, ma anzi vengono messi in scena senza falsi moralismi alla maniera di…Dogma.

    commento di carlos brigante
  • Non mi è piaciuto affatto.

    commento di orlandorimbaud
  • Un vero cult, un film che fa discutere, che lascia un segno, veramente da dogma: la purezza nel/del cinema, la ricerca della VERITA'.

    commento di lollo77
  • Che bel bluff von trier e i suoi filmetti!

    commento di Wong
  • Geniale opera del regista danese che riesce a fondere religione ed erotismo in maniera impeccabile. Un film che fa pensare,come gli occhi della Watson sulla locandina

    commento di Dr.Lynch
  • Un film irritante ma da cui non riesci a staccarti. Un film che non lascia indifferenti che fa di tutto per essere odiato ma arrivi ad amare alla follia. Insomma come sempre von Trier si dimostra un regista dalle emozioni forti che dividono l'anima.

    commento di florentia viola
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

steno79 di steno79
8 stelle

Lars von Trier è un regista bravissimo dal punto di vista tecnico, sa dove posizionare la macchina da presa per dare un senso alla ripresa, sa dirigere alla grande gli attori, sa valorizzare il contenuto plastico dell'immagine, sa conferire il ritmo adeguato al montaggio. Allo stesso tempo è un provocatore innato, gli piace proporre storie estreme per analizzare tematiche impegnative su… leggi tutto

20 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

marcopolo30 di marcopolo30
6 stelle

Un classico di Von Trier. Un classico di Von Trier 'a posteriori' bisognerebbe forse dire, visto che prima di “Idioti” (1998) non è che il regista danese fosse granché conosciuto. Film ambientato in una magnifica isoletta Scozzese, plot durissimo, in linea con le idee del suo autore. Personaggi altrettanto duri, ognuno a modo suo, e le idee (anti)religiose del regista a… leggi tutto

4 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

barabbovich di barabbovich
2 stelle

È più integralista e pernicioso il protestantesimo bigotto e crudamente conformista che anima il sinedrio di teste canute di una piccola comunità scozzese degli anni '70, o quello che spinge Bess (una istrionica Emily Watson) al sacrificio estremo, pur di ridare una vita dignitosa al marito Jan (Skarsgard)? E che confine esiste tra santità e follia? Erede ideale… leggi tutto

11 recensioni negative

Recensione

alexio350 di alexio350
8 stelle

Bess (la bravissima Emily Watson) è una donna buona, ingenua, infantile, che parla da sola con Dio e che un giorno si sposa con Jan, l’uomo che ama. Alla felicità dei primi tempi, al sesso e alla complicità, segue presto la tragedia: Jan, che lavora su una piattaforma petrolifera, verrà coinvolto in un incidente che lo lascierà paralizzato. Per avere dei…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Il meglio del 2017
2017
Il meglio del 2016
2016

Recensione

vox18 di vox18
10 stelle

"Le onde del destino" è un film del 1996 diretto dal regista danese Lars Von Trier,primo film di una ideale trilogia, a cui seguiranno i film "Gli idioti" e "Dancer in the dark", incentrata su tre protagoniste femminili dal cuore d'oro sovrastate da un mondo di dolore e malvagità a cui tentano disperatamente di opporsi. Questa prima opera è ambientata in una remota …

leggi tutto
Il meglio del 2015
2015

Recensione

Gangs 87 di Gangs 87
8 stelle

Che Lars Von Trier sia prolisso è ormai noto a coloro che hanno avuto il piacere di vedere le sue pellicole. Che sia un provocatore lo sanno ormai anche i muri, che sia sessualmento espositivo attraverso le righe delle sue sceneggiature, pur si nota da vari contesti in cui incappa volontariamente. Tutto ci sta, e pure bene, in questa pellicola che si colloca, meritatamente, tra le…

leggi tutto
Il meglio del 2014
2014
Disponibile dal 1 settembre 2014 in Dvd a 12,99€
Acquista

Recensione

ed wood di ed wood
8 stelle

Nel bizzarro cine-percorso di Lars Von Trier, questo film risulta un po' il suo "classico" (se si può usare questo termine per il regista danese), quello che definisce parecchi aspetti della sua poetica e del suo stile, nonchè uno dei pochi a godere del favore di buona parte della critica. E' un film di una linearità e trasparenza evidenti, che fa proprio del suo essere "esplicito" la sua…

leggi tutto

Incondizionatamente

giuvax di giuvax

Come si scopre di essere innamorati? Si è innamorati quando si comincia ad agire contro il proprio interesse. François Truffaut  L'ennesima playlist sull'amore? Può darsi. Il mio pensiero definitivo e…

leggi tutto
Il meglio del 2013
2013

Recensione

Utente rimosso (Cantagallo) di Utente rimosso (Cantagallo)
10 stelle

“Si chiama Ian” risponde Bess al consiglio degli anziani, riunito per deliberare sull’opportunità del suo matrimonio con un forestiero. Il villaggio scozzese, sferzato da vento gelido, è una piccola comunità severamente osservante il cui fulcro religioso e sociale si trova in una piccola chiesa senza campane. Come è giusto descrivere Bess? Come una ragazza immatura e instabile oppure…

leggi tutto
Il meglio del 2012
2012

Recensione

steno79 di steno79
8 stelle

Lars von Trier è un regista bravissimo dal punto di vista tecnico, sa dove posizionare la macchina da presa per dare un senso alla ripresa, sa dirigere alla grande gli attori, sa valorizzare il contenuto plastico dell'immagine, sa conferire il ritmo adeguato al montaggio. Allo stesso tempo è un provocatore innato, gli piace proporre storie estreme per analizzare tematiche impegnative su…

leggi tutto
Il meglio del 2011
2011

Recensione

bluefalcon di bluefalcon
6 stelle

Cercherò di essere "mite" nel mio giudizio su questo lavoro di VonTrier...Non mi è piaciuto per nulla, ma comunque mi ha tenuto attaccato allo schermo per 3 ore, forse nella speranza di vedere un barlume di vero miracolo giungere da qualsiasi parte. Vi sono un insieme di circostanze che legano il sesso e la spiritualità ed il contatto con Dio, e nessuno sa dare una reale…

leggi tutto
Il meglio del 2010
2010

Recensione

barabbovich di barabbovich
2 stelle

È più integralista e pernicioso il protestantesimo bigotto e crudamente conformista che anima il sinedrio di teste canute di una piccola comunità scozzese degli anni '70, o quello che spinge Bess (una istrionica Emily Watson) al sacrificio estremo, pur di ridare una vita dignitosa al marito Jan (Skarsgard)? E che confine esiste tra santità e follia? Erede ideale…

leggi tutto
Il meglio del 2009
2009

Recensione

Paul Hackett di Paul Hackett
2 stelle

Considero Lars Von Trier una delle più grandi sciagure abbattutesi sul cinema mondiale negli ultimi 15 anni. "Le onde del destino" è un odioso esercizio di sadismo e di ricatto morale nei confronti dello spettatore, mentre il tanto decantato "Dogma" è una pura e semplice cretinata data in pasto alla critica che si è immediatamente bevuta il grande bluff di questo bizzarro venditore di fumo.…

leggi tutto
Il meglio del 2008
2008

Recensione

jonas di jonas
2 stelle

Questo film è la più ignobile schifezza che abbia mai visto nella mia carriera di spettatore. Si tratta in sostanza di una cialtronesca scopiazzatura da Dreyer, intervallata da incongrui siparietti musicali (che comunque sono l’unica cosa carina: forse il regista dovrebbe dedicarsi ai videoclip). Che von Trier sia riuscito a spacciarsi per un Grande Autore è uno dei misteri dolorosi della…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Katrin Cartlidge 6 anni dopo..

tiramisu di tiramisu

Sono già passati sei anni dalla morte prematura e assurda per una polmonite, di quel talento sconfinato che era Katrin Cartlidge. Ma quanto ci manca? a me tanto, dai tratti del viso appuntiti, alla passione che…

leggi tutto
Il meglio del 2007
2007
Il meglio del 2006
2006

Recensione

ripley77 di ripley77
8 stelle

Emanuela Martini,Cinema la cinema,Film Tv : Sette capitoli,più un prologo e un epilogo:ognuno introdotto da una specie di "siaprietto" coloratissimo e un pò naif e da una canzone degli anni '70(da "Whinter Shade of Pale" a "Suzanne").Ogni capitolo narra un pezzetto della storia d'amore di Bess,giovane scozzese innocente che mette la passione davanti a tutto,e di Jan,operaio danese che lavora…

leggi tutto
Il meglio del 2005
2005
Il meglio del 2004
2004
Il meglio del 2003
2003
Il meglio del 2002
2002

Recensione

darkstar di darkstar
4 stelle

Basta con il pollice e l'"ottimo" a questo film. Lo odio. Lo odio perché é un film integralista che non raconta una storia d'amore come molti dicono, invece raconta il "sacrificio" di una donna agli ordini del marito. Non per caso il sacrificio avviene tramite il sesso, in effetti, le piaceva fare sesso e per questo motivo deve "pagare". Lei é responsabile dell'incidente del marito e per…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 1996
1996
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito