Trama

Meg e i suoi amici milanesi condividono tutto: scuola, primi amori, risate e paure. Vivono quella particolare fase della vita che è l'adolescenza, quando ogni evento è di estrema importanza, ogni emozione è assoluta, dove il passato e il futuro non hanno posto, solo il presente esiste e ha importanza.

Approfondimento

SUCCEDE: ADOLESCENTI A MILANO

Diretto da Francesca Mazzoleni e sceneggiato dalla stessa con Paola Mammini e Pietro Seghetti, Succede racconta le emozioni, le sensazioni e i sentimenti di Margherita (Meg) e dei suoi amici, quattro adolescenti che condividono tutto: da un'alba milanese a un rifugio sul tetto, le sneakers blu, la camicia di jeans, la musica nelle cuffie, la scuola e i i primi baci. Succede è dunque una storia di amore e di amicizia che ha luogo in quel particolare momento dell vita di tutti i noi che risponde al nome di adolescenza, periodo in cui ogni evento ha estrema importanza e conta solo il presente.

Con la direzione della fotografia di Valerio Azzali, le scenografie di Paki Meduri, i costumi di Andrea Cavalletto e le musiche di Lorenzo Tomio, Succede è l'adattamento dell'omonimo romanzo di Sofia Viscardi, edito da Mondadori. A spiegare le ragioni della trasposizione è la stessa regista: "La sensazione che pervade Succede è quel particolare stato d'animo proprio dell'adolescenza: l'emotività accelerata delle prime volte, l'elettricità dei piccoli gesti, la valorizzazione e l'esplosione di un quotidiano che diventa improvvisamente magico, immenso.

Se penso all'adolescenza, non posso non constatarne un'universalità di tappe e di emozioni che chiunque ha dovuto passare. Ed è lì, nella complessità dei rapporti umani, che il film si racconta: la perdita di fiducia nei confronti del mondo e di se stessi, l'arroccarsi nei valori che spesso funzionano da scudo, il capire come funziona così irrazionalmente un sentimento, quanto può essere sottile il confine tra amicizia e amore, tra un affetto protettivo con cui uno è abituato a crescere e la trasformazione di questo sentimento in qualcos'altro.

In questo racconto di formazione al femminile la giovanissima Meg, in piena crisi d'identità e di sfiducia verso il mondo esterno, maturerà qualcosa di importante: che un'esperienza, anche se dolorosa, vale comunque più della paura di viverla, che il rimorso è meglio del rimpianto.

C'è una positività del sentire che è alla base dei giovani di Succede che non sono pigri e nemmeno alienati, ma pieni di una vitalità e di una bontà che è propria di questa generazione. Fino ad arrivare a scoprire ragazzi che, crescendo, si ritrovano ad essere più adulti degli adulti che li circondano.

Per quanto riguarda l'adattamento cinematografico, mi è sembrato importante cogliere e preservare un aspetto fondamentale del libro di Sofia, ovvero che si tratta di un diario, una confessione sincera e priva di filtri, ad opera di una sedicenne che racconta i suoi coetanei.

Il film per me è partito da qui: evitare qualsiasi sovrapposizione di punto di vista che non fosse quello dei personaggi, rimanere ad altezza del loro sguardo e ricercare un naturalismo fondamentale delle piccole cose.

In questo senso il lavoro con tre giovanissimi esordienti – Margherita e Matilde al loro primo set, Matteo al suo secondo, ma il primo con un ruolo da protagonista – è stato fondamentale: lasciarli liberi di sentire, di relazionarsi, di parlare, di far confluire il loro modo di essere nei rispettivi personaggi, in un cerchio vita-cinema senza soluzione di continuità. Dagli stessi ragazzi abbiamo preso spunto per raccontare i modi di dire, l'utilizzo dei social, la vita a Milano, altra protagonista fondamentale del film: nel modo con cui oggi, in una città in cambiamento, i ragazzi vivono i loro spazi, dalle aree storiche alla città più nuova, in perenne mutamento e crescita, come i giovanissimi che la stanno vivendo".

A quelle della regista fanno eco le parole di Sofia Viscardi: "Il film tratto da Succede non solo è stato per me un sogno che si è realizzato ma, ancor di più, un progetto in cui ho creduto e credo tantissimo. Ho voluto fortemente prendere parte a ogni fase: sono andata sul set quasi tutti i giorni per godermi a pieno questa esperienza e posso dirmi contentissima. Fin dall'inizio, quello che mi auguravo non era tanto che rimanessero fedeli alla trama quanto alle emozioni e all'attitudine che ho voluto trasmettere raccontando questa storia. E così è stato. Il risultato finale è puro, sincero e tenero, un prodotto assolutamente attuale nell'estetica e nel linguaggio".

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere succede è Franscesca Mazzoleni, classe 1989, regista e fotografa, diplomata in Regia al Centro Sperimentale di Cinematografia nel luglio 2015 e laureata in Lettere all'Università Sapienza di Roma. Ha scritto e diretto cortometraggi (Il premio, Lo so che mi senti, 1989) selezionati da festival italiani e… Vedi tutto

Note

Dall'omonimo romanzo di Sofia Viscardi.

Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

Gangs 87 di Gangs 87
6 stelle

L’esordio alla regia di Francesca Mazzoleni, colpisce fin da subito per la dinamicità delle inquadrature. Sembra chiaro che l’intento della giovanissima regista sia quello di catturare l’attenzione, con l’utilizzo di una tecnica visiva che cattura l’occhio di chi guarda, anche e soprattutto quello più esigente; quasi a voler eliminare ogni remora… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensione

Gangs 87 di Gangs 87
6 stelle

L’esordio alla regia di Francesca Mazzoleni, colpisce fin da subito per la dinamicità delle inquadrature. Sembra chiaro che l’intento della giovanissima regista sia quello di catturare l’attenzione, con l’utilizzo di una tecnica visiva che cattura l’occhio di chi guarda, anche e soprattutto quello più esigente; quasi a voler eliminare ogni remora…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Uscito nelle sale italiane il 2 aprile 2018
locandina
Foto
Matilde Passera, Matteo Oscar Giuggioli, Margherita Morchio
Foto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito