Espandi menu

cerca
Mamma Mia! Ci risiamo

Regia di Ol Parker vedi scheda film

Recensioni

L'autore

steno79

steno79

Iscritto dal 7 gennaio 2003 Vai al suo profilo
  • Seguaci 200
  • Post 19
  • Recensioni 1287
  • Playlist 106
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Mamma Mia! Ci risiamo

di steno79
5 stelle

Il primo film già non era un capolavoro, ma almeno il divertimento era più genuino. Qui invece abbiamo un sequel che è anche un prequel, dove la trama finisce per arrancare soprattutto nella parte al giorno d'oggi di Sophie che deve organizzare un ricevimento in onore della madre scomparsa, dove i personaggi finiscono per perdere quel po' di interesse che avevano nella puntata precedente e il gioco si avvita su se stesso. Meglio la parte dei flashback sulla gioventù di Donna, con qualche coreografia interessante (i numeri migliori sono "When I kissed the teacher" e "Waterloo") ma nel complesso si ha ugualmente l'impressione di un riempitivo, visto che si narra qualcosa di cui nel film precedente si davano per scontate le premesse. Fra gli attori si distingue soprattutto Lily James come Donna giovane, in una performance piena di energia e grazia interpretativa e canora, mentre fra gli altri non sembra brillare praticamente nessuno, tutti più o meno al minimo sindacale, con Cher e Meryl Streep che appaiono in brevi cameo verso la fine che non aggiungono praticamente nulla. E le canzoni degli Abba sono ridotte praticamente ai B-sides, dunque a quelle meno famose e anche meno interessanti, anche se vengono riproposte con risultati non proprio entusiasmanti quella del titolo e "Dancing queen". L'isola greca rimane uno sfondo fiabesco che il regista Ol Parker sa anche sfruttare in maniera suggestiva in qualche momento, ma nel complesso non si riesce a vedere la necessità di questo seguito, che difficilmente riuscirà a ripetere il travolgente successo del primo film.

Voto 5/10

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati