Espandi menu
cerca
Arrivano i prof

Regia di Ivan Silvestrini vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Marco Poggi

Marco Poggi

Iscritto dal 5 settembre 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 15
  • Post 6
  • Recensioni 1056
  • Playlist 112
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Arrivano i prof

di Marco Poggi
4 stelle

Un tempo c'erano le commedie sexy degli anni '70 con Banfi, Montagnani, d'Angelo, Carotenuto e Vitali a fare presidi, professori e studenti ultra-bocciati (accompagnati della Fenech e dalla Guida, professoresse e studentesse coscialunga con il vizio delle docce spiate); qui abbiamo Bisio, Nichetti e Guanciale che provano a fare qualcosa di simile.

Un tempo c'erano le commedie sexy degli anni '70 con Lino Banfi, Renzo Montagnani, Gianfranco d'Angelo, Mario Carotenuto e Alvaro Vitali a fare presidi, professori e studenti ultra-bocciati (accompagnati da Edwige Fenech e da Gloria Guida, ma anche da Anna Maria Rizzoli, la compianta Lilli Carati e da Carmen  Villani, nel ruolo di professoresse e studentesse coscialunga con il vizio delle docce spiate dal buvo della serratura da studenti e professori); qui abbiamo Clausio Bisio, Maurizio Nichetti e Lino Guanciale che provano a fare qualcosa di simile, ma senza quel vero politically incorrect che risultava vincente ai bei tempi. Il film è l'ennesimo remake italiano di una pellicola francese di successo e mette in primo piano i professori, anziché gli studenti, ma i professori peggiori sulla piazza, con preside inetto e succube di un proivveditore agli studi che, con i suoi ricatti (diplomami con questi insegnanti il 50% degli studenti e non ti faccio chiudere la scuola - in realtà, vuole proprio il contrario -) ricorda  nei metodi il presidente della squadra di calcio della Longobarda de "L'ALLENATORE NEL PALLONE" , come bonus. Il film originale era tratto da un fumetto francese, ma il suo messaggio è meglio recepito in patria che da noi, che ci siamo limtati a copiare i tipi d'insegnanti che vengono presi in esame (un hippy che fuma canne e gioca ai videogames, un chimico matto, uno fissato con Giulio Cesare che perde la testa per una professoressa "normale", una prof d'inglese isterica, il professor di filosofia matto, il forzuto ed isterico prof di educazione fisica e la professoressa d'italiano super-bella, ma che, però, non te la fa vedere come facevano la Fenech e le altre), prendendo spunto nella trama anche dai film di "SCUOLA DI POLIZIA" (quanti capitoli di quella serie, infatti, erano dedicati al salvataggio dell'accademia di polizia del comandante Lassard, da parte di agenti più strani che si mettevano ad addestrare gente comune, maniaci ed ex-criminali simpatici) . Inutile, se si vuole fare una commedia sui professori strani italiani, noi dovremmo partire dalle serie tv della terza C, o dal Daniele Lucchetti del film "LA SCUOLA"  del 1995,: sono quelli i capisaldi se non si vuole scendere per forza di nuovo nella commedia sexy anni'70, scegliendo i volti e gli attori giusti,  Da ricordare nel cast la presenza del rapper Rocco Hunt che si propone come nuovo Pierino, addirittura innamorato della bella studentessa prima della classe, ma è una delusione, perché come il corrispettivo francese, ha il compito di trasformare il film in un semi-mudicarello, visto che firma ache la canzone che dà il titolo al film..

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati