Trama

Nel 1933, con gli Usa ancora nella morsa della terribile crisi economica, un emarginato chiamato "Numero uno" per la sua superiore abilità nel viaggiare di frodo sulle ferrovie, sfida il feroce Shak, capotreno del convoglio merci fra Salem e Portland, deciso a impedirgli di compiere a sbafo l'intero percorso. Ne esce una durissima lotta, spietata, intrisa di violenza, di sangue e di morte. Realizzato a mo' di ballata, il film evidenzia la propria natura metaforica dell'eterno conflitto fra individualismo libertario e servaggio del potere. La narrazione tesa, i ritmi serrati danno efficaia al crudo, intransigente "messaggio" dell'opera.

Commenti (2) vedi tutti

  • Coerente con il proprio assunto, Aldrich ha realizzato un’opera ammirevole e perfetta, la cui epica di sapore un po’ arcaico nell’ambito del cinema americano degli anni ’70, rimane forse la prova migliore della sua straordinaria modernità, e un compendio superlativo che esalta la qualità del suo cinema della disfatta e del furore.

    leggi la recensione completa di spopola
  • Visto tanti anni fa, ne ho un bellissimo ricordo; voglio rivederlo per una conferma e magari aggiungere (o togliere?) una stelletta :-))

    commento di stokaiser
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

spopola di spopola
8 stelle

L’imperatore del nord, coinvolgente, epicizzata ballata folk dalle atmosfere che richiamano direttamente alla memoria il grande London (La strada, romanzo pubblicato dallo scrittore nel 1907 ne testimonia autorevolmente i riferimenti), è un classico dell’avventura, perfetto per ritmo, ambientazione e caratterizzazione dei personaggi, che concentra soprattutto la sua attenzione… leggi tutto

11 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

sasso67 di sasso67
6 stelle

Lo scontro tra due personaggi nell'America della Depressione, che sembrano due residui dell'epopea del vecchio West e fanno sembrare piccolo piccolo il giovane hobo interpretato da Keith Carradine. Il film è ben girato ed avventuroso, ma, a parere mio, un po' fine a sé stesso e alquanto verboso. Notevoli, comunque, Lee Marvin ed Ernest Borgnine. Di Aldrich, preferisco altre… leggi tutto

2 recensioni sufficienti

2019
2019

Film su duelli "uno contro uno"

boychick di boychick

Questa Playlist raccoglie delle pellicole la cui trama è totalmente (o quasi totalmente) incentrata sullo scontro fra due persone... Uno scontro per la sopravvivenza e per avere la meglio l'uno sull'altro. Qui…

leggi tutto

Recensione

GoonieAle di GoonieAle
8 stelle

Duro, ruvido e massiccio come i due protagonisti del film, Lee Marvin e Borgnine (enormi). Aldrich ci mette la politica, le classi sociali, le differenze generazionali, tutto dentro un treno, simbolo del potere. Teso e con un grande ritmo, lo ambienta negli anni 30, anni di depressione. Pensate cosa fosse stato nelle mani di Sam Peckinpah, progetto ideato da lui, questo, con tutto il rispetto…

leggi tutto
Recensione
2017
2017
2016
2016
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2014
2014
2012
2012

Recensione

wang yu di wang yu
8 stelle

Dura 2 ore e non è mai noioso. la fotografia è superba e il dialogo intelligente, piuttosto filosofico a volte. Lo scenario è mozzafiato, le battaglie dure e brutali,nel secondo tempo c'e spazio per un po di umorismo la scena del battesimo su tutte.voto 7,5

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2011
2011
Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

dany90 di dany90
10 stelle

un film dalla trama coinvolgente, dove la realtà di questi vagabondi attrae lo spettatore in un' avventura quasi epica (la sfida di "Numero 1" scatena scommesse e viene addirittura telegrafata tale è il rischio dell' impresa). inoltre il grande talento del regista riesce a far divenire il treno in qualche modo il vero protagonista della storia. eccezionali le…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

sasso67 di sasso67
6 stelle

Lo scontro tra due personaggi nell'America della Depressione, che sembrano due residui dell'epopea del vecchio West e fanno sembrare piccolo piccolo il giovane hobo interpretato da Keith Carradine. Il film è ben girato ed avventuroso, ma, a parere mio, un po' fine a sé stesso e alquanto verboso. Notevoli, comunque, Lee Marvin ed Ernest Borgnine. Di Aldrich, preferisco altre…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

Mathiasparrow di Mathiasparrow
8 stelle

Opera a rischio oblio da recuperare prima che sia tardi. Aldrich si allontana dalla civilità messa in ginocchio dalla Grande Depressione e sceglie le rotaie come campo di battaglia, innestando un duello all'ultimo sangue a speculare controfigura del paese industrializzato. Doveva essere diretto da Sam Peckinpah: è arrivato un sostituto che non solo non lo ha fatto rimpiangere, ma…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti

Recensione

millertropico di millertropico
8 stelle

Tutto un viaggio in treno. Ma su un treno davvero speciale dove insieme alle emozioni del movimento dei vagoni e dello sferragliare delle rotaie, si trova anche la violenza dei maledetti capotreni pronti ad uccidere quei ladri vagabondi che viaggiano clandestinamente. Il viaggio diventa ancora più pericoloso se si ha la ventura di incontrare - come in questo caso - un  personaggio…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
2010
2010

Recensione

spopola di spopola
8 stelle

L’imperatore del nord, coinvolgente, epicizzata ballata folk dalle atmosfere che richiamano direttamente alla memoria il grande London (La strada, romanzo pubblicato dallo scrittore nel 1907 ne testimonia autorevolmente i riferimenti), è un classico dell’avventura, perfetto per ritmo, ambientazione e caratterizzazione dei personaggi, che concentra soprattutto la sua attenzione…

leggi tutto
2009
2009

Recensione

maso di maso
8 stelle

Imperdibile duello di bravura fra Borgnine e Marvin ben assecondati da Aldrich in un film che non poteva avere un cast più appropriato. L’America della grande depressione incornicia questa storia di vagabondi per cui l’unica ragione di vita è un corsa gratuita nascosti sotto i vagoni alla ricerca di un posto migliore dove si possa ancora sperare in una società spietata stritola sogni…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

jonas di jonas
6 stelle

Nell’America della grande depressione si affrontano un vagabondo che viaggia a sbafo sui treni e un ferroviere che usa tutti i mezzi, anche i più subdoli, per impedirglielo. Film dal meccanismo un po’ ripetitivo (mossa e contromossa), comunque godibile per il confronto fra i duellanti Lee Marvin ed Ernest Borgnine (ai quali si affianca il giovane Keith Carradine, pivello preso sotto la…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Born to be a Loser : ELISHA COOK JR.

fixer di fixer

Se il cinema americano ha bisogno d'eroi, è altrettanto necessario che ci siano i perdenti. Accanto a Sam spade ci vuole un delinquentello di mezza tacca; accanto a un gunfighter di vaglia ci vuole un povero cristo di…

leggi tutto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito