Espandi menu
cerca
E le stelle stanno a guardare

Regia di Carol Reed vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Baliverna

Baliverna

Iscritto dal 10 luglio 2009 Vai al suo profilo
  • Seguaci 98
  • Post 4
  • Recensioni 2026
  • Playlist 26
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su E le stelle stanno a guardare

di Baliverna
7 stelle

La dura vita dei minatori inglesi, tra conflitti con i proprietari e i desideri di riscatto.

È un bel film, anche se soffre un tantino del male che hanno quasi tutte le riduzioni letterarie, cioè un certo effetto di “compressione”. Tutte le parti della trama sono cioè ben fatte, solo che avrebbero bisogno di raccordi più graduali (soprattutto il trasferimento in città del protagonista) e di maggiori approfondimenti.

Precisato questo, è una pellicola vitale e composita, ben recitata e diretta, e forte di un convinto sostegno delle ragioni dei poveri minatori sfruttati e disprezzati. E questo – va detto – evitando fastidiosi cascami ideologici (come eventuali agganci al marxismo). La voce narrante finale (assente nell'edizione italiana – perché?) invoca addirittura un nuovo mondo quasi ultraterreno, dove ciascuno possa vivere in pace, con un lavoro degno, e pienamente realizzato umanamente.

Il composito quadro dei personaggi offre tipi umani ben sbozzati, di cui si rimpiange solo una scarsa presenza nella storia, proprio per l'interesse che suscitano. Pensiamo alla moglie sciacquetta del protagonista, invidiosa e opportunista; o al padrone della miniera, all'amico arrivista, o ancora ai minatori stessi.

Carol Reed è stato un regista talentuoso anche se discontinuo, ma qui certamente era in una fase positiva, come lo era il cinema inglese a cavallo della guerra e negli anni immediatamente successivi (David Lean, Powell e Pressburger.....).

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati