Espandi menu
cerca
Smetto quando voglio: Ad honorem

Regia di Sydney Sibilia vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Paul Hackett

Paul Hackett

Iscritto dal 2 gennaio 2007 Vai al suo profilo
  • Seguaci 73
  • Post -
  • Recensioni 1559
  • Playlist 6
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Smetto quando voglio: Ad honorem

di Paul Hackett
6 stelle

Associato alle patrie galere, il biologo Pietro Zinni rimette insieme la sua banda di nerd e, con l'inaspettato aiuto del vecchio nemico Murena, organizza una clamorosa evasione per sventare un attentato con il gas nervino pianificato dal misterioso e geniale Walter Mercurio. E se pure quest'ultimo fosse una vittima dello stato italiano?

 

L'effetto sorpresa è ormai svanito, ma, accantonando le iperboli e i compiaciuti narcisismi del mediocre secondo episodio, il regista e sceneggiatore Sidney Sibilia completa la trilogia di Smetto Quando Voglio riuscendo a recuperare la freschezza e l'ironia agrodolce dell'apprezzato capostipite. Si torna a ridere, quindi: a volte a denti stretti, per la satira al vetriolo dell'italietta del precariato universitario, altre in maniera convinta, per gag spesso esilaranti. Il cast, nemmeno a dirlo, funziona in maniera eccellente: i personaggi, ottimamente guidati dal bravo Edoardo Leo, sono tutti dei piccoli classici, ma stavolta spiccano decisamente Luigi Lo Cascio, nel ruolo di un sontuoso villain, e Neri Marcorè, nella parte del tormentato Murena.

 

Sufficienza piena: 6/10.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati