Espandi menu
cerca
Caccia al tesoro

Regia di Carlo Vanzina vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Furetto60

Furetto60

Iscritto dal 15 dicembre 2016 Vai al suo profilo
  • Seguaci 33
  • Post -
  • Recensioni 1785
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Caccia al tesoro

di Furetto60
4 stelle

Sulle orme di "operazione San Gennaro" commedia leggerissima, ma con bravi interpreti.

Domenico Greco,alias  Salemme,è un  attore teatrale di scarso talento,perseguitato dai suoi tanti creditori,è costretto a convivere con la cognata Rosetta vedova di suo fratello e con un figlio di nove anni gravemente malato di cuore,che potrebbe salvarsi soltanto ricorrendo ad una costosa operazione negli Stati Uniti. Per racimolare la cifra necessaria,che ovviamente non  possiedono, madre e zio si  rivolgono a  San Gennaro, in sostanza chiedendo  il permesso del patrono, per "prelevare" la Mitra custodita insieme al famoso Tesoro nella cripta della cattedrale.Il  "tormentone"  di un parcheggiatore che rimbomba nella navata, viene scambiato per una plateale autorizzazione, cosi con la collaborazione "coatta" di Ferdinando , altro sfigato, cioè Buccirosso, insieme a  Cesare e Claudia, due scalcinati ladri incontrati  nella cripta di San Gennaro,per un primo tentativo finito in flop,partono per una Caccia al tesoro di San Gennaro,che si snoderà con vari colpi di scena da Napoli a Torino fino a Cannes in Costa Azzurra e sulla loro strada incontreranno poliziotti, camorristi, mercanti d’arte e ladri professionisti, in una girandola di situazioni tra il comico e il grottesco.

Potremmo dire sulle orme di Operazione San Gennaro, cui spesso gli stessi interpreti alludono,e prendendo liberamente spunto da quella commedia i fratelli Vanzina, all'epoca Carlo era ancora tra noi,si sono spesi in una sorta di ideale e "Sui generis"remake"del geniale e indimenticabile film di Dino Risi, con molte varianti rispetto all'originale.

Tuttavia pur collocandosi su di un livello più alto rispetto agli standards abituali dei fratelli cineasti, resta lontana anni luce da quel mitico capolavoro.Salemme e Buccirosso sono indiscutibilmente bravi, ma non basta, la sceneggiatura anche se regala alcuni momenti autenticamente divertenti,nel complesso è debole e non riesce a valorizzarne il talento.

A vantaggio di questa pellicola,si può aggiungere che ha il pregio di  non ricorrere a linguaggio scurrile ed è assolutamente scevra da qualsiasi becera volgarità, il chè di questi tempi, non è poco.

 

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati