Espandi menu
cerca

Tutti in piedi

play

Regia di Franck Dubosc

Con Franck Dubosc, Alexandra Lamy, Elsa Zylberstein, Gérard Darmon, Caroline Anglade, Claude Brasseur Vedi cast completo

Guardalo su
  • Tim Vision
  • Prime Video
  • Prime Video
  • Prime Video
In STREAMING

Trama

Jocelyn, un uomo d'affari misogino ed egoista all'apice del successo, si ritrova suo malgrado a dover sedurre una giovane e bella donna facendosi passare per disabile. La situazione gli sfuggirà di mano quando costei gli presenterà sua sorella, realmente disabile.

Approfondimento

TUTTI IN PIEDI: OLTRE LE BARRIERE

Diretto e sceneggiato da Franck Dubosc, Tutti in piedi racconta la storia di Jocelyn, un uomo d'affari di successo con una straordinaria capacità di cacciarsi nei guai e di raccontare bugie. Stanco della sua esistenza, Jocelyn si ritrova suo malgrado a dovere sedurre una giovane e bella donna facendosi passare per invalido. Tutto sembra procedere per il verso giusto fino a quando lei non gli presenta sua sorella Florence, veramente su una sedia a rotelle.

Con la direzione della fotografia di Ludovic Colbeau-Justin, le scenografie di Jérémie von Karlin, i costumi di Isabelle Mathieu e le musiche originali di Sylvain Goldberg, Emilien Levistre e Xiaoxi Levistre, Tutti in piedi viene così presentato dal regista e sceneggiatore: "Tutti in piedi si basa fondamentalmente su un equivoco. Un uomo finge di essere disabile ma finisce con il creare un rapporto intimo con una donna che disabile lo è veramente. Lo spunto iniziale della storia è dovuto a un episodio occorso nella mia vita. Un giorno, a causa dell'età e perché non poteva muoversi bene, mia madre si è ritrovata su una sedia a rotelle. La sedia, simbolo della disabilità, era per lei l'unico modo per tornare a spostarsi e a uscire. Ovviamente, ha avuto da ridire obiettando che ad esempio non poteva andare alla fiera di Natale perché doveva salire dei gradini. Aveva trasformato un'opportunità in un ostacolo e mi ha spinto a pensare a tutti coloro che, portatori di un handicap fisico, si trovano di fronte a situazioni per loro impossibili. D'altra parte, ho sempre voluto raccontare una storia d'amore basata non sulla differenza culturale o sociale ma su quella fisica. Mi sono allora chiesto: cosa accadrebbe se ti innamorassi di qualcuno che è disabile? Quali sarebbero le complicazioni? Sarebbe l'amore più forte della ragione e degli ostacoli?

Gran parte del film si basa dunque sulla differenza fisica, un tema che mi ha sempre interessato e attratto. Da bambino, ero innamorato di una ragazzina che aveva una forma di strabismo molto evidente. Tutti la prendevano in giro: io no, la guardavo con altri occhi. La differenza aveva un suo fascino anche se ero consapevole che ci vuole molto coraggio ad accettare qualcuno di diverso e a viverci insieme. Parlare di disabilità con toni leggeri è un rischio che mi sono voluto prendere. Nella vita di tutti i giorni, quando incontriamo per la prima volta un disabile, tendiamo a prestare attenzione a tutto ciò che diciamo ma con il passare del tempo facciamo cadere ogni barriera: ciò significa che accettiamo la differenza e finiamo per non notarla più. Questo era un aspetto che mi premeva sottolineare: Tutti in piedi non prende in giro nessuno. Anzi, è il mio personale modo per annullare ogni distanza".

Il cast

A dirigere Tutti in piedi è Franck Dubosc, noto per essere uno dei volti più noti della commedia francese. Nato nel 1963 da una famiglia lontana dal mondo dello spettacolo, Dubosc si è interessato ben presto all'arte della recitazione: già alle scuole superiori, metteva in scena personalissime parodie che gli… Vedi tutto

Commenti (9) vedi tutti

  • Un film da vedere. Unico nel suo genere. Divertente/commovente/romantico. voto 7

    leggi la recensione completa di filmista
  • Carino, ma davvero nulla di più.

    commento di Oss
  • Sciocca commedia insulsa dove almeno metà dei personaggi sembrano ritardati mentali.

    commento di gruvieraz
  • Idea passiamola per carina ... svolgimento non consono alle aspettative.voto.4.

    commento di chribio1
  • Graziosissima commedia, che senza eccedere in pietismi e melodrammi riesce a trattare con intelligenza temi delicati. Sotto la superficie c'è una moraletta di fondo che però non infastidisce, anzi è ben centrata. E' l'insieme a essere riuscito del tutto, per un film che si lascia vedere col sorriso e ha un bel finale.

    commento di silviodifede
  • Commedia che sfila al limite del politicamente corretto, regalando qualche sorriso e facili - e prevedibili - emozioni. Nel complesso la sufficienza la merita ampiamente: pur risultando poco riuscita sotto alcuni aspetti, centra il bersaglio e ottiene gli obiettivi prefissati di emozionare e strappare qualche sorriso.

    leggi la recensione completa di alfatocoferolo
  • Piacevole commedia ….sul mondo della disabilità non solo fisica ma anche emotiva.

    commento di ripley2001
  • Divertente commedia degli equivoci.

    leggi la recensione completa di Furetto60
  • Brillante commedia romantica intrisa di un pizzico di humour grottesco.

    leggi la recensione completa di Fanny Sally
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

Furetto60 di Furetto60
7 stelle

Jocelyn,è un uomo di successo, dirigente di una grossa società di scarpe da running, ha 50 anni, ma è infantile, borioso ed egocentrico, impenitente seduttore di donne, che scarica subito,usa qualsiasi mezzo per conquistarle, soprattutto le bugie di cui è un vero specialista, un  mentitore seriale. Quando la bella e giovane vicina di casa della madre, a causa di… leggi tutto

2 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

Fanny Sally di Fanny Sally
6 stelle

Riuscire a parlare di handicap in una commedia leggera e romantica, senza scadere nella farsa né nel patetismo è un’impresa difficile ma non impossibile: ci era riuscito già il pluripremiato Quasi amici (2011), ma questa volta al centro della storia troviamo una relazione amorosa che nasce e si evolve superando proprio la barriera della diversità.   Il… leggi tutto

2 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

barabbovich di barabbovich
2 stelle

Jocelyn (Dubosc) è un uomo di successo sulla cinquantina che si porterebbe a letto qualsiasi individuo abbia dei cromosomi a doppia X. La preda designata sembra essere una vicina di casa della defunta madre. Ma la ragazza, vedendolo casualmente in carrozzella, lo scambia per un paraplegico al quale presenta la sorella (Lamy) che si trova davvero in quella condizione, sperando che tra i… leggi tutto

1 recensioni negative

2021
2021

Recensione

filmista di filmista
7 stelle

Un film che appassiona le persone sensibili, un film semplice, una trama semplice, ma un risultato eccezionale.   Jocelyn e' un donnaiolo, non se ne lascia scappare una.   Quando muore sua madre, va a visitare la casa dove abitava e si siede casualmente sulla sedia a rotelle. In quel mentre, entra una bella donna che si presenta come vicina di casa, e quando vede che e'…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Trasmesso il 17 novembre 2021 su Rai Movie
Trasmesso il 15 novembre 2021 su Rai Movie
Trasmesso il 13 novembre 2021 su Rai Movie

Recensione

barabbovich di barabbovich
2 stelle

Jocelyn (Dubosc) è un uomo di successo sulla cinquantina che si porterebbe a letto qualsiasi individuo abbia dei cromosomi a doppia X. La preda designata sembra essere una vicina di casa della defunta madre. Ma la ragazza, vedendolo casualmente in carrozzella, lo scambia per un paraplegico al quale presenta la sorella (Lamy) che si trova davvero in quella condizione, sperando che tra i…

leggi tutto
Trasmesso il 16 ottobre 2021 su Rai Movie
2020
2020

Recensione

alfatocoferolo di alfatocoferolo
6 stelle

Commedia riuscita solo in parte. Gli intenti sono chiari fin dall'inizio, usare l'handicap per imbastire la solita commedia romantica con sfumature di politically incorrect a ravvivare i dialoghi e prestare il fianco a riflessioni al contorno sulla disabilità. Il prodotto nel complesso raggiunge l'obbiettivo ma l'andamento non è perfettamente fluido, ci sono alcuni…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2019
2019
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 8 voti
vedi tutti

Recensione

Furetto60 di Furetto60
7 stelle

Jocelyn,è un uomo di successo, dirigente di una grossa società di scarpe da running, ha 50 anni, ma è infantile, borioso ed egocentrico, impenitente seduttore di donne, che scarica subito,usa qualsiasi mezzo per conquistarle, soprattutto le bugie di cui è un vero specialista, un  mentitore seriale. Quando la bella e giovane vicina di casa della madre, a causa di…

leggi tutto

Recensione

Fanny Sally di Fanny Sally
6 stelle

Riuscire a parlare di handicap in una commedia leggera e romantica, senza scadere nella farsa né nel patetismo è un’impresa difficile ma non impossibile: ci era riuscito già il pluripremiato Quasi amici (2011), ma questa volta al centro della storia troviamo una relazione amorosa che nasce e si evolve superando proprio la barriera della diversità.   Il…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
2018
2018
Nel mese di ottobre questo film ha ricevuto 7 voti
vedi tutti
Uscito nelle sale italiane il 24 settembre 2018
locandina
Foto
Franck Dubosc, Alexandra Lamy
Foto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito