Espandi menu
cerca
Auguri per la tua morte

Regia di Christopher Landon vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Fanny Sally

Fanny Sally

Iscritto dall'11 luglio 2010 Vai al suo profilo
  • Seguaci 47
  • Post 1
  • Recensioni 1457
  • Playlist 3
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Auguri per la tua morte

di Fanny Sally
6 stelle

Horror comedy intrisa di giallo e humour nero sulla falsariga di "Ricomincio da capo", con una convincente protagonista.

Tree, studentessa del college bionda, bella e popolare, tanto quanto vanitosa e strafottente, la notte in cui festeggia il suo compleanno viene uccisa da un misterioso assassino mascherato, ma inaspettatamente il mattino seguente si risveglia nella camera di un ragazzo con cui non ricordava neanche di essere andata a letto. La situazione si fa ancora più surreale quando la ragazza si rende conto di stare rivivendo, in ogni particolare, la stessa giornata del suo compleanno, che si conclude puntualmente con la sua morte. E poiché lo strano fenomeno si ripeterà anche nei giorni successivi, non le resterà altro da fare che iniziare ad indagare sul possibile responsabile, cosa non facile dal momento in cui si rende conto che in molti la detestano.

 

Tra horror e commedia dall’umorismo macabro e una trama che richiama inevitabilmente alla memoria due classici come Scream e Ricomincio da capo, mescolando al tutto una dose di giallo e un pizzico di romanticismo, questo film si rivela una visione molto gradevole e adatta ad una serata senza troppo impegno, intrattenendo a dovere.

 

Buona parte della riuscita va attribuita alla simpatia della giovane protagonista, impersonata dalla spigliata Jessica Rothe che, pur ricoprendo un ruolo all’apparenza scontato, riesce con la sua buona mimica a trasmettere l’evoluzione interiore del suo personaggio che da ragazzina viziata, superficiale e scontrosa, si rivela poi essere invece brillante, goffa e coraggiosa, con un doloroso lutto alle spalle che l’ha segnata e plasmata.

Certo, nelle caratterizzazioni dei personaggi di contorno non si ha niente di nuovo dal solito repertorio offerto in tutti i film ambientati all’interno di un college: il bullo, lo sfigato, la cheerleader, i nerd, la finta ingenua. C’è da dire però che i momenti di tensione sono ben costruiti, così come qualche colpo di scena e nel complesso la pellicola si lascia guardare scorrendo via piacevolmente.

 

Simpatico divertissement.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati