Trama

Simon Spier è un adolescente omosessuale che non si è mai dichiarato ai suoi compagni di classe. Un'email mandata a un ragazzo che non ha mai incontrato finisce però nelle mani sbagliate e Simon si ritrova da un momento all'altro in una situazione complicata, fatta di soprusi e ricatti da parte dei bulli della sua classe.

Approfondimento

TUO, SIMON: NON SO CHI SEI, MA IO SONO QUI

Diretto da Greg Berlanti e sceneggiato da Elizabeth Berger e Isaac Aptaker, Tuo, Simon racconta la storia di Simon Spier, un adolescente la cui esistenza è complicata da due fattori di non poco conto: non ha ancora detto a familiari e amici di essere gay e non conosce l'identità di Blue, il compagno di classe di cui online si è innamorato. Quando però una delle sue mail cade nelle mani sbagliate, Simon corre il rischio che i suoi segreti diventino di dominio pubblico. Si ritrova così a essere ricattato da Martin, un compagno di classe, socialmente imbarazzante, che in cambio del silenzio chiede il suo aiuto per ottenere un appuntamento con la bella Abby Suso. Oltre a vedere spifferata la sua sessualità, Simon potrebbe mettere a rischio anche la privacy di Blue, con cui la corrispondenza giorno dopo giorno diventa sempre più fitta.

Con la direzione della fotografia di John Guleserian, le scenografie di Aaron Osborne, i costumi di Eric Daman e le musiche di Rob Simonsen, Tuo, Simon mette in mostra il percorso di formazione di un ragazzo che non ha ancora trovato il proprio posto nel mondo ed è l'adattamento di Non so chi sei, ma io sono qui, un romanzo per giovani adulti di Becky Albertalli. Pubblicato nel gennaio del 2012, il libro ha ricevuto diversi riconoscimenti e si è rivelato a sorpresa un best seller. "Ero una psicologa e madre di un bimbo di un anno quando ho scritto il romanzo. Ho approfittato dei pisolini del piccolo per mettermi alla prova e, francamente, non so neanche da dove sia venuta fuori l'idea per la trama. So solo che un giorno nella mia mente si è presentato Simon, un ragazzino omosessuale con i capelli in disordine per via del cappuccio della sua felpa! Per lavoro, sono stata molto a contatto con bambini e ragazzi che già in tenera età presentato disordini legati all'identità di genere: sebbene per deontologia non ho fatto riferimento a nessuna delle loro storie, è chiaro che mi hanno ispirato durante la scrittura. Che poi al mio lavoro si siano interessati produttori come Wyck Godfrey e Marty Bowen, che hanno intravisto il potenziale di romanzi come TwilightColpa delle stelle, non può essere che un onore", ha sottolineato la scrittrice. Alle sue parole si aggiungono quelle dei due produttori: "Si producono molti film da romanzi per giovani adulti. Ogni volta si cerca qualcosa di nuovo, diverso e fresco, rispetto a quanto già visto. E, fondamentalmente, non avevamo mai visto una commedia romantica con protagonista un liceale gay alle prese con la rivelazione della propria identità sessuale e con una storia d'amore online con un anonimo".

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere Tuo, Simon è Gregg Berlanti, regista, sceneggiatore e produttore statunitense. Nato nel 1972, Berlanti è uno dei nomi più noti del panorama delle serie televisive statunitensi, dove ha mosso i primi passi come sceneggiatore di Dawson's Creek. Il successo della serie adolescenziale lo ha portato negli… Vedi tutto

Commenti (3) vedi tutti

  • orribile credo sia un commento oggettivamente stereotipato, legato al concetto: oddiocheschifoigay. Appurato ciò, potrà anche non essere il capolavoro, ma affronta un tema sempre più attuale con una storia credibile (salvo il finale: e vissero tutti felici e contenti). Film comunque che.. ci sta. la storia del classico ragazzo gay non stereotipato.

    leggi la recensione completa di MDM_Gladiator
  • orribile

    commento di Ghostface
  • Carino, fresco, attuale, bello. Ma perché appioppargli questo titolo e non un più logico "Con amore, Simon"? Il meccanismo del giallo è azzeccato e secondo me funziona benissimo!

    commento di GroovyNowhere
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

alan smithee di alan smithee
6 stelle

GENITORI E FIGLI: variante 2 - Il dialogo costruttivo Simon è un bel ragazzo liceale, vive in una famiglia benestante ed armoniosa in mezzo a due genitori belli e realizzati, ed una sorella appassionata di cucina, alla quale mai riuscirebbe a dire che l'ultima sua creazione culinaria ha in raltà un sapore terrificante. A scuola, pur timido e composto, Simon viene rispettato, ha… leggi tutto

3 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

MDM_Gladiator di MDM_Gladiator
9 stelle

Tuo, Simon. Il titolo così trae quasi in inganno, ma è comprensibile.. Rischia di far arrivare più curiosi, quantomeno a ricercare la trama su Google. Ma questo non è un demerito, bensì una traduzione non letterale (in origine è Love, Simon) che in italiano corrente è tecnicamente esatto. Passo subito al film, cercando di non spoilerare… leggi tutto

1 recensioni positive

Recensione

Tetsuo35 di Tetsuo35
5 stelle

In tempi remoti ero spesso stupito da come nei film americani sembrassero tutti più maturi e grandi rispetto al me adolescente d’allora. Poi scoprii che non sembravano più grandi, lo erano effettivamente, in quanto gli attori avevano mediamente una decina d’anni in più rispetto a quanto dichiarato nel film. Ecco, la stessa incrinatura della sospensione…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

alan smithee di alan smithee
6 stelle

GENITORI E FIGLI: variante 2 - Il dialogo costruttivo Simon è un bel ragazzo liceale, vive in una famiglia benestante ed armoniosa in mezzo a due genitori belli e realizzati, ed una sorella appassionata di cucina, alla quale mai riuscirebbe a dire che l'ultima sua creazione culinaria ha in raltà un sapore terrificante. A scuola, pur timido e composto, Simon viene rispettato, ha…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti

Recensione

lussemburgo di lussemburgo
6 stelle

In pausa dalla produzione seriale che lo vede alla guida dell’intero universo DC televisivo, giovanilistico e vagamente camp, Greg Berlanti si cimenta nella terza regia con Tuo, Simon, la storia del coming of age e out di un diciassettenne americano all’ultimo anno di college. In quella terra di nessuno tra la fine del liceo e dell’adolescenza e prima della terra incognita…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

MDM_Gladiator di MDM_Gladiator
9 stelle

Tuo, Simon. Il titolo così trae quasi in inganno, ma è comprensibile.. Rischia di far arrivare più curiosi, quantomeno a ricercare la trama su Google. Ma questo non è un demerito, bensì una traduzione non letterale (in origine è Love, Simon) che in italiano corrente è tecnicamente esatto. Passo subito al film, cercando di non spoilerare…

leggi tutto
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Uscito nelle sale italiane il 28 maggio 2018
locandina
Foto
Josh Duhamel, Jennifer Garner
Foto
locandina
Foto
Il meglio del 2017
2017
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito