Espandi menu
cerca
Il ritorno di Mary Poppins

Regia di Rob Marshall vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Mike.Wazowski

Mike.Wazowski

Iscritto dal 12 giugno 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 91
  • Post 60
  • Recensioni 176
  • Playlist 77
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Il ritorno di Mary Poppins

di Mike.Wazowski
7 stelle

Il vizio presume già un qualcosa di patologico, che non permette empatia alcuna verso chi ci circonda, e in un prodotto disney questa dicitura non si addice. Nessuno nel film è viziato come del resto credo che sia difficile rimanere impassibili di fronte alla morale positiva del film. Mary Poppins Forever!

 

Emily Blunt

Il ritorno di Mary Poppins (2018): Emily Blunt

Mary Poppins non è più lei ovvero è lei ma ci sembra diversa, ancora perfetta come sempre, ma non esattamente come ce la ricordiamo ma la memoria nel tempo ci si annebbia come la Londra del 1930. In fin dei conti il tempo cinematografico non collide e non va a braccetto con il tempo reale, quanto il Big Bang è in ritardo rispetto all'orologio e al cannone dell'ammiraglio Boom e quindi i volti cambiano come del resto cambiano le Jennifer nei Ritorno al Futuro senza quasi accorgercene. Ma in questo caso ce ne accorgiamo, da non dimenticarci il fascino di Julie Andrews e ancor più il senso di meraviglia di vedere esibirsi attori in carne e ossa insieme a cartoni animati, qualcosa che ti rimane dentro di meraviglia a differnza di quanto accade in questo adattamento sequel.

Dobbiamo comunque rendere merito alle scene animate riproposte con grafica del vecchio, tra cui la più lussuosa e perfetta risulta quella della riparazione del carro nel vaso, e la relativa conoscenza del lupo.

Emily Blunt, Lin-Manuel Miranda, Joel Dawson, Pixie Davies, Nathanael Saleh

Il ritorno di Mary Poppins (2018): Emily Blunt, Lin-Manuel Miranda, Joel Dawson, Pixie Davies, Nathanael Saleh

Il resto è pura storia fiabesca come si concerne a tale film, sappiamo infatti che quando tutto sembra andare per il verso contrario a breve ci si risolleverà in un happy end, con comozione da copione. Nel complesso un buon sequel che passa veloce senza annoiare per un attimo, pur avendo un buon comparto di canzoni ma abbastanza anonime rispetto all’iconicità delle canzoni dell’originale, supercalifragilistichespiralidoso, basta un poco di zucchero e Cam Camini che si piantavano in testa da subito per ritornare come il gingle di Inside Out, così a random periodicamente.

Considero Mary Poppins un’icona della mia infanzia tanto da credergli ancora in tutte le sue fantasmagoriche “sciocchezze” e penso che ognuno possa avere la sua Tata magica, basta solo cercarla dentro ai nostri cuori, e anche se il volto non è quello che è nei miei ricordi, mi basti pensare che pure l’oracolo ha cambiato il suo volto sacrificandosi per Neo.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati