Morto tra una settimana (o ti ridiamo i soldi)

play

Regia di Tom Edmunds

Con Tom Wilkinson, Aneurin Barnard, Marion Bailey, Freya Mavor, Christopher Eccleston, Velibor Topic, Nigel Lindsay Vedi cast completo

In streaming
  • Wuaki
  • Wuaki
  • Google Play
  • PS Store
In STREAMING

Trama

Leslie, assassino professionista in età ormai avanzata, non è più così fortunato nel suo lavoro. Il suo nuovo boss lo ha costretto a cercare potenziali "clienti" nei posti in cui sono soliti commettersi molti suicidi per ritardare di un anno il suo andare in pensione. Dopo un incontro casuale su un ponte, Leslie viene reclutato dal giovane William, che ha fallito diverse volte il tentativo di togliersi la vita. Con un contratto firmato, William attende di morire entro una settimana ma la sua vita prende improvvisamente una piega inaspettata. Tuttavia, un contratto è un contratto e William non potrà facilmente cambiare idea.

Approfondimento

MORTO TRA UNA SETTIMANA (O TI RIDIAMO I SOLDI): VIVERE O MORIRE?

Diretto e sceneggiato da Tom Edmunds, Morto tra una settimana (o ti ridiamo i soldi) racconta la storia di William, un giovane scrittore profondamente insoddisfatto della sua vita che, dopo aver tentato più volte di suicidarsi, decide di ingaggiare Leslie, un killer professionista prossimo alla pensione, per porre fine ai propri tormenti. Con un contratto firmato, William attende di morire entro una settimana ma la sua vita prende improvvisamente una piega inaspettata: trova un editore, si fidanza con la ragazza dei suoi sogni, e di conseguenza non ha più voglia di morire. Ma per Leslie il contratto non è più rescindibile... quindi William ha una settimana per sfuggire al killer che lui stesso ha pagato.

Con la direzione della fotografia di Luke Bryant, le scenografie di Noam Piper, i costumi di Natalie Humphires e le musiche di Guy Garvey, Peter Jobson e Paul Saunderson, Morto tra una settimana (o ti ridiamo i soldi) è una commedia dark, nata dal desiderio del regista di mettere in scena la storia di un killer professionista che uccide solo persone che vogliono morire. Ha evidenziato Edmunds: "L'idea di una 'clinica dell’eutanasia' gestita da un killer, mi faceva ridere. Si trattava di un personaggio divertente, però stavo avendo difficoltà a creare la sua storia. Poi, ho deciso di inserire un altro personaggio, qualcuno che stesse cercando disperatamente di uccidersi senza riuscire mai a farlo nel modo giusto. Facendogli affidare il compito a qualcun altro, è nato il film, basato su due personaggi che cercano la stessa cosa ma con due differenti prospettive. William è un giovane uomo che deve ancora trovare lo scopo della sua vita, e Leslie è un uomo anziano che ha paura di perdere la cosa che gli dà lo scopo. Si entra in empatia con entrambi, anche se sono due posizioni opposte tra loro. Desideri che William viva, ma questo significa che Leslie dovrà andare in pensione, mentre se Leslie riesce a portare a termine il contratto, mantenendo così il suo lavoro, allora William morirà

Il trattamento di un tema come il suicidio è però delicato: dovevo essere empatico e responsabile e per tale ragione ho voluto che la mia storia fosse sul potere affermativo della vita e sulla capacità di trovare delle ragioni per viverla in maniera totale. Dall'altro lato, invece, volevo che il personaggio di Leslie amasse davvero il suo lavoro, così tanto da essere disposto a fare qualsiasi cosa pur di tenerselo. Avevo in mente una frase, che definiva perfettamente il personaggio: 'uccidere le persone mi dà una ragione per vivere'. Poi ho letto una notizia, su uno degli uomini più ricercati dall'FBI, che era stato finalmente catturato dopo 20 anni di fuga: viveva a Pinner! Una cosa fantastica! C'erano testimonianze brillanti dei suoi vicini, che raccontavano quanto fosse adorabile, di come giocasse bene a Bridge e di come non avessero idea della sua 'altra vita': la cronaca dava il senso della dicotomia che volevo per Leslie!".

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere Morto tra una settimana (o ti ridiamo i soldi) è Tom Edmunds, regista e sceneggiatore inglese alla sua opera prima. Ex assistente del regista Anthony Minghella nella società di produzione Mirage Enterprises e sul set di Complicità e sospetti, Edmunds ha all'attivo due cortometraggi visti in vari… Vedi tutto

Commenti (5) vedi tutti

  • A momenti fulminanti si alternano fasi banali e di stanca. Si lascia guardare, ma non supera la sufficienza.

    leggi la recensione completa di silviodifede
  • Il delicatissimo e scabroso tema del suicidio viene affrontato in chiave di commedia disimpegnata dall'umorismo nero e cinico, in una vicenda paradossale con tocchi di attualità, sorretta dalla discreta simpatia dei personaggi.

    commento di Fanny Sally
  • FESTA DEL CINEMA ROMA 2018

    leggi la recensione completa di LAMPUR
  • Dead in a Week può definirsi una commedia dark all'acqua di rose votata al british humor e piuttosto innocua, che scambia la cattiveria con la banalità spinta quando va bene, e quando va male con la gratuità.

    leggi la recensione completa di pazuzu
  • Un serie di incastri comici e paradossali che alludono ad una riflessione più profonda sulla morte in generale e sui suoi inaspettati risvolti. Non per tutti il grado di superficiale profondità che ne fa cogliere l’organigramma , sia del film che del destino

    leggi la recensione completa di gaiart
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

supadany di supadany
5 stelle

Festa del cinema di Roma - Tutti ne parlano. Non c'è niente di più snervante di inseguire un risultato con tutte le proprie forze fallendo ripetutamente. Alla lunga, sale la voglia di rinunciare, nei casi più disperati lo sconforto potrebbe addirittura far venire voglia di farla finita. Questa condizione è la spina dorsale di Dead in a week: or your money back, un… leggi tutto

6 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

LoSqualoSiciliano di LoSqualoSiciliano
7 stelle

Davvero una bella serata trascorsa guardando questo film  andato a vedere soltanto per mancanze di altre scelte, alla fine sono rimasto contento di averlo visto   Un mix tra la commedia classica e il grottesco  e poi davvero una trama che ha quasi dell assurdo su certi punti come il fatto stesso di assumere un killer per suicidarsi e i vari modi in cui farla finita.… leggi tutto

1 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle negative

pazuzu di pazuzu
4 stelle

  Williams ha provato a suicidarsi una decina di volte, ma qualcosa gli è sempre andato storto. Prima di fallire l'ennesimo tentativo, quello dal ponte di Chelsea, dal quale si lancia ad occhi chiusi atterrando però sul tetto di una barca, incontra uno strano tizio che gli dice di essere in grado di aiutarlo e gli lascia un biglietto da visita. È Leslie, un killer… leggi tutto

1 recensioni negative

2019
2019
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti

Recensione

axe di axe
5 stelle

William e' un giovane insoddisfatto della vita. Rimasto presto orfano, ha un lavoro che non lo soddisfa - e finisce per perdere - e non ha soddisfazione nelle sue aspirazioni di divenire scrittore. Per questi motivi, tenta piu' volte il suicidio, non riuscendo mai nell'intento. Per questo motivo, stipula un contratto con Leslie, un anziano assassino di professione, per farsi uccidere. Grazie ai…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

silviodifede di silviodifede
6 stelle

Un soggetto promettente, porta a un film troppo altalenante. A trovate clamorosamente fulminanti (la brochure per esempio) e dialoghi meravigliosamente surreali (la legalità del contratto con il killer), si alternano però momenti di stanca per non dire banali.   Il film funziona quando calca il piede dell'acceleratore con cattiveria, nei suoi momenti più puri da…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2018
2018

Recensione

LoSqualoSiciliano di LoSqualoSiciliano
7 stelle

Davvero una bella serata trascorsa guardando questo film  andato a vedere soltanto per mancanze di altre scelte, alla fine sono rimasto contento di averlo visto   Un mix tra la commedia classica e il grottesco  e poi davvero una trama che ha quasi dell assurdo su certi punti come il fatto stesso di assumere un killer per suicidarsi e i vari modi in cui farla finita.…

leggi tutto
Nel mese di novembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Uscito nelle sale italiane il 19 novembre 2018

Recensione

LAMPUR di LAMPUR
6 stelle

      Anche a fronte di un'idea non originale, la sceneggiatura di questa commedia semi dark è protagonista assoluta, con quel gigione di Tom Wilkinson a farla da mattatore, donando candore e leggerezza al mestiere di killer (solo il biglietto da visita che specifica “Assassin” è una chicca esemplificativa). Ci si diverte e si sorride, tra gag…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Nel mese di ottobre questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

supadany di supadany
5 stelle

Festa del cinema di Roma - Tutti ne parlano. Non c'è niente di più snervante di inseguire un risultato con tutte le proprie forze fallendo ripetutamente. Alla lunga, sale la voglia di rinunciare, nei casi più disperati lo sconforto potrebbe addirittura far venire voglia di farla finita. Questa condizione è la spina dorsale di Dead in a week: or your money back, un…

leggi tutto

Recensione

pazuzu di pazuzu
4 stelle

  Williams ha provato a suicidarsi una decina di volte, ma qualcosa gli è sempre andato storto. Prima di fallire l'ennesimo tentativo, quello dal ponte di Chelsea, dal quale si lancia ad occhi chiusi atterrando però sul tetto di una barca, incontra uno strano tizio che gli dice di essere in grado di aiutarlo e gli lascia un biglietto da visita. È Leslie, un killer…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti

Recensione

alan smithee di alan smithee
6 stelle

13° FESTA DEL CINEMA DI ROMA - SELEZIONE UFFICIALE Una sorta di soluzione concordata, una eutanasia concordata per contratto: ma non in una fantasmagorica clinica svizzera della dolce morte, bensì facendosi eliminare, nel modo più gradito, da un assassino di professione, che agisce, appunto, sulla base di un contratto apposito, stabilito da una cooperativa che raduna tutti i…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito