Espandi menu
cerca
Detroit

Regia di Kathryn Bigelow vedi scheda film

Commenti brevi
  • Film teso, accurato, certamente interessante, ma anche discutibile, poiché se è vero che la nostra solidarietà è sollecitata verso i poveretti umiliati e offesi, è altrettanto vero che dalla lunghissima durata di quelle scene e dal distacco gelido del modo di raccontare sembra emergere un certo impudico compiacimento descrittivo...

    leggi la recensione completa di laulilla
  • Adoro la talentuosa regista, davvero... Ma questo cos'è? "IL PIANETA DELLE SCIMMIE" oppure "DIAZ"?!

    commento di FabrizioRomanatti84
  • Un film che andrebbe visto non solo per il soggetto trattato ma anche per le sue qualità oggettive.

    commento di Frranci
  • L'ABC del politicamente corretto (dopo il politicamente scorretto di PB ed il politicamente schierato di ZDT). Il 'dagli al negher' ha alla base l'inurbamento post bellico (primo e secondo), il resto e' accademia, legal ending incluso.

    commento di maurizio73
  • Film prodotto nel 2017, cinquant'anni dopo i fatti che racconta. Di scottante attualità pensando a quel che sta avvenendo in questi giorni negli Stati Uniti. Ottimi attori e grande regia.

    leggi la recensione completa di hupp2000
  • I tumulti "razziali" del 1967 a Detroit divengono un cinema "nevrotico" e serrato, la lettura sociale è trascritta nel nervosismo della regia.Le 4 mura dell' hotel sono lo spazio condensato di un tempo e un epoca abbrutita dal razzismo.

    leggi la recensione completa di GIMON 82
  • Film "emotivo", claustrofobico nell'impianto generale. Soggetto semplice, buoni contro cattivi e viceversa, io ti minaccio con la pistola (finta), e tu mi spiani con i cannoni (veri). Forse troppo lungo (30 minuti in meno sarebbero stati perfetti), e qualche compiacimento nella violenza. Film minore della Bigelow, non riuscito del tutto. Voto 5

    commento di ivcavicc
  • Ottimo film di storia recente. Teso, rigoroso ma con buon piglio narrativo. Ottimo il cast.  Kathryn Bigelow si conferma regista di talento. 

    commento di Greatmax54
  • Come descrizione dei fatti reali si può anche visionare,per altri motivi è sconsigliato.voto.4.

    commento di chribio1
  • Una drammaticità che tiene incollati per tutto il tempo.

    leggi la recensione completa di leporello
  • Bolzaneto.

    commento di irvine
  • Racconto sconvolgente delle crudeltà commesse su alcuni ragazzi di colore e due ragazze bianche dalla polizia di Detroit presso il Motel Algiers nel 1967. Denuncia rabbiosa del razzismo dilagante negli USA allora e ancora persistente.

    leggi la recensione completa di bufera
  • Un raro esempio di grande cinema.

    leggi la recensione completa di Carlo Ceruti
  • su temi classici del cinema di denuncia, Bigelow innesca la sua modernissima capacità di girare l'azione dal di dentro, questa volta nella soffocante clausura delle stanze di un albergo di Detroit, producendo un film quasi epico

    commento di carloz5
  • Vi siete mai accorti che la bellezza di un film è inversamente proporzionale a quante volte si sia costretti a ispezionare lo screen dell' I phone o per i più fortunati un orologio visibile al buio?

    leggi la recensione completa di gaiart
  • Partendo da una ricostruzione il più possibile fedele dei fatti, ottenuta con un grande lavoro di documentazione consistente anche nella raccolta delle testimonianze di tre superstiti, Boal butta giù una sceneggiatura divisa sostanzialmente in tre atti, e Bigelow la traduce in immagini con uno stile immersivo fatto di camera a mano e primi piani.

    leggi la recensione completa di pazuzu