Omicidio al Cairo

play

Regia di Tarik Saleh

Con Fares Fares, Mari Malek, Yasser Ali Maher, Slimane Dazi, Ahmed Seleem, Mohamed Yousry, Hania Amar, Ger Duany, Hichem Yacoubi... Vedi cast completo

Guardalo su
  • RaiPlay
  • Amazon Prime Video
  • Chili
  • Google Play
In STREAMING

Trama

Al Cairo, settimane prima della rivoluzione del 2011, il detective della polizia Noredin lavora alla famigerata stazione di polizia di Kasr el-Nil quando gli viene assegnato di risolvere il caso legato all'assassino di una star della musica. Ben presto, si renderà conto che l'indagine riguarderà anche l'élite di potere vicinissima al Presidente.

Approfondimento

OMICIDIO AL CAIRO: PRIMA DELLA RIVOLUZIONE

Diretto e sceneggiato da Tarik Saleh, Omicidio al Cairo racconta di come in Egitto, settimane prima dello scoppio della rivoluzione del 2011, Noredin, un ufficiale di polizia appartenente al sistema corrotto del Cairo, si ritrovi a indagare sulla morte di una cantante Lalena avvenuta all'hotel Nile Hilton, di cui è testimone la giovane cameriera sudanese Salwa. Rendendosi conto di quanto l'omicidio sia connesso con l'élite dei potenti del Paese legati al presidente Hosni Mubarak (e per tale ragione definiti "Intoccabili"), Noredin dovrà decidere quale sia la strada giusta da seguire.

Con la direzione della fotografia di Pierre Aim, le scenografie di Roger Rosenberg, i costumi di Louize Nissen e le musiche di Krister LinderOmicidio al Cairo è un thriller politico ispirato a una storia vera: l'assassinio della famosa cantante libanese Suzanne Tamim, avvenuto nel 2008. Furono coinvolti nel delitto un uomo d'affari egiziano e un membro del parlamento. L'omicidio generò molto scalpore in Egitto non per il delitto in sé ma per i nomi di coloro che ne erano coinvolti, considerati molto vicini alla famiglia dell'allora presidente Mubarak. Spiega il regista: "Omicidio al Cairo è un film che ruota tutto intorno al Cairo, al suo passato, al suo futuro e alla gente che vi sta in mezzo. Tre giorni prima di iniziare le riprese, la sicurezza di Stato egiziana ci ha negato ogni tipo di permesso e la produzione è stata costretta a spostarsi a Casablanca. Mi sentivo devastato ma ho pensato a Federico Fellini e al suo Amarcord. Gli abitanti di Rimini giuravano di riconoscere strade, posti e persino case... ma il film era girato interamente a Cinecittà. Ciò mi ha spinto a credere che anche Casablanca potesse sembrare la capitale egiziana: per ricreare una città, occorre saperne cogliere in pieno l'anima.

Traendo ispirazione da una storia vera, ho preferito concentrarmi sul come accadono le cose. Il poliziotto Noredin è la nostra guida, una sorta di principe della città. Spetta a lui il compito di insegnarci l'arte di barcamenarsi con disinvoltura tra corrotti, codici sociali condivisi e persone appartenenti a classi sociali diverse. Spetta a lui a farci scoprire la bellezza del potere e la la bruttezza della verità.

La finzione del racconto ha costantemente corrispondenza nella realtà. A volte, ciò mi spaventa ma a essere onesti è stato anche il motivo per cui ho voluto realizzare il film".

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere Omicidio al Cairo è il regista Tarik Saleh. Nato a Stoccolma nel 1972, Saleh ha esordito nel 2001 con il documentario televisivo Sacrificio, in cui insieme al giornalista Erik Fandini andava alla ricerca della verità dietro la morte di Che Guevara. Nel 2005 ha realizzato il suo secondo documentario,… Vedi tutto

Commenti (7) vedi tutti

  • Film interessante sullo sfondo della "primavera araba" del 2011, ben girato e ben interpretato. Resta la domanda di come possa una nazione stare in piedi in quel modo (non siamo nel 1800 nel west America), e resta pure un disgusto fisico a vedere uno che ingurgita catrame senza sosta per un'ora e mezza. Voto 7.

    commento di ezzo24
  • Un mix di cose d'Attualità anche importanti ma troppa varietà di situazioni porta ad un non positivo risultato finale.voto.5.

    commento di chribio1
  • UN film che è anche e soprattutto un atto di accusa alla società egiziana, sia in basso che in alto.

    leggi la recensione completa di tobanis
  • si distingue dai normali thriller per l'ambientazione egiziana,ma nell'insieme nulla di nuovo...poi Fares a me non piace voto 5.5

    commento di ezio
  • il film di Saleh si fa molto apprezzare per l'efficace ambientazione e la sobrietà nella recitazione, ben gestita dal regista svedese. non so se musicare il film con glaciale elettronica come un qualsiasi altro film o contemporanea serie tv noir sia stata la scelta più interessante. effetti collaterali della globalizzazione = omogeneità di sguardo.

    commento di giovenosta
  • Saleh gira un polar con sfumature noir, ma in fin dei conti The Nile Hilton Incident è soprattutto un film politico.

    leggi la recensione completa di yume
  • Anche se ambientato quindi così a sud, rientra benissimo nel filone dei notevoli thriller che il Nord Europa ci sta offrendo negli ultimi anni. Non ghiaccio e neve, non Volvo e personaggi biondi, ma inverno caldo, sabbia, pelle olivastra, Peugeot scassate e Mercedes di quinta mano. Ed un bravissimo Fares Fares!

    leggi la recensione completa di michemar
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

alan smithee di alan smithee
8 stelle

CINEMA OLTRECONFINE  "La credevo intelligente...invece è un idiota. Dove credere di essere? In Svizzera? Qui la giustizia non esiste!" Il titolo francese del film girato con capitali scandinavi dal regista di nazionalità svedese, ma di chiara origine egiziana che risponde al nome di Tarik Saleh, suona astutamente, ma per nulla impropriamente, come "Le Caire Confidential".… leggi tutto

7 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

emil di emil
6 stelle

Gioca a carte scoperte "Omicidio al Cairo", facendoci vedere subito chi fa cosa, l'assassino di una giovane cantante in una delle stanze del Nilo Hotel, per poi ricostruire le motivazioni e sciogliere l'intricata matassa che poi così intricata non è . Non un thriller , non c'è mistero da svelare, ma un noir soffocante girato tra i vicoli luridi e le strade sovraffollate del… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

barabbovich di barabbovich
3 stelle

Una cantante viene assassinata all'interno di un hotel. C'è una sola testimone, una ragazza somala addetta alle pulizie. Il detective di polizia Noredin (Fares) è convintissimo, dalla testimonianza raccolta, che il responsabile sia un intoccabile, membro del parlamento egiziano. Ma altri indizi portano verso un paparazzo che ricatta uomini potenti, la testimone tentenna e il… leggi tutto

1 recensioni negative

2021
2021
Trasmesso il 20 febbraio 2021 su Rai 4
2020
2020
Trasmesso il 15 febbraio 2020 su Rai 4
Trasmesso il 12 febbraio 2020 su Rai 4
2019
2019

Recensione

tobanis di tobanis
7 stelle

Questo è un buon poliziesco: una famosa cantante viene trovata morta e, si sa da subito, il mandante è un parlamentare e l’autore un uomo dello Stato. Il poliziotto protagonista si troverà ad indagare un caso difficile, dato che presto si vorrà che tutto venga insabbiato. E fin qua, buon film, da sette, ben recitato, ben costruito. Ma questo è anche un…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 14 voti
vedi tutti
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
2018
2018
Nel mese di ottobre questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

champagne1 di champagne1
7 stelle

Nei giorni immediatamente precedenti l'avvio di quella che fu chiamata "primavera araba", mentre il regime di Mubarak avverte i primi scricchiolii e impiega sempre più vigore per difendere lo status quo (tra cui la cessazione delle trasmissioni TV, per cui a un certo punto per avere notizie delle proteste in piazza bisognerà mettersi a guardare i canali RAI), un ufficiale di…

leggi tutto
Recensione
Utile per 7 utenti
Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

barabbovich di barabbovich
3 stelle

Una cantante viene assassinata all'interno di un hotel. C'è una sola testimone, una ragazza somala addetta alle pulizie. Il detective di polizia Noredin (Fares) è convintissimo, dalla testimonianza raccolta, che il responsabile sia un intoccabile, membro del parlamento egiziano. Ma altri indizi portano verso un paparazzo che ricatta uomini potenti, la testimone tentenna e il…

leggi tutto

Recensione

emil di emil
6 stelle

Gioca a carte scoperte "Omicidio al Cairo", facendoci vedere subito chi fa cosa, l'assassino di una giovane cantante in una delle stanze del Nilo Hotel, per poi ricostruire le motivazioni e sciogliere l'intricata matassa che poi così intricata non è . Non un thriller , non c'è mistero da svelare, ma un noir soffocante girato tra i vicoli luridi e le strade sovraffollate del…

leggi tutto
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 8 voti
vedi tutti

Recensione

yume di yume
8 stelle

Un film a combustione lenta, The Nile Hilton Incident, Tarik Saleh, il regista, si muove inizialmente senza concitazione per i quartieri degradati del Cairo, in interni di povertà endemica, in mezzo ad un popolo miserabile e dentro un commissariato che ha tutta l’aria di un covo di camorristi, dove i capi prendono mazzette, i graduati taglieggiano ambulanti e negozianti, i…

leggi tutto
Recensione
Utile per 13 utenti

Recensione

nickoftime di nickoftime
8 stelle

Non fatevi ingannare dai nomi presenti nella locandina di Omicidio al Cairo, perché, a fronte di un lessico che fa credere allo spettatore di trovarsi di fronte a una produzione di origine araba, ciò che vediamo è, invece, il frutto di un impegno artistico e di capitali proventi dalla Svezia, paese in cui sono nati sia il regista Tarik Saleh che l’attore protagonista…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito